Element 4 Sky T

Mezza Luna

ReStart wifi


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Lifestyle TV

Il nuovo ponte sul Piave 'parlerà' spagnolo
Capacità di sintesi tra soluzione strutturale e forma architettonica in relazione al paesaggio
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  

12/06/2020 - Parla spagnolo il progetto del nuovo ponte sul Piave, destinato a sostituire in via definitiva il ponte bailey di Lambioi. Il miglior progetto per la Giuria del concorso di progettazione è quello del raggruppamento temporaneo di progettisti costituito da Fhecor Ingenieros Consultores e l'Estudio de Arquitectura Campo Baeza

«La Commissione Giudicatrice – si legge come motivazione del riconoscimento – ha apprezzato la proposta progettuale per la capacità di sintesi tra soluzione strutturale e forma architettonica in relazione al paesaggio. Si è ritenuta positiva la scelta di attraversare il fiume senza elementi in alveo, aspetto che garantisce sicurezza idraulica. Positivo il lavoro di interpretazione e di ridisegno delle sponde capace di potenziare i sistemi connettivi tra il fiume e la città, elementi sui quali il progetto dovrà garantire un approfondimento in fase esecutiva»?. 

"Si tratta di costruire il ponte più bello del mondo nella città più bella del mondo. Una grande sfida da tanti punti di vista": così descrivono il loro lavoro i professionisti spagnoli. A illustrarlo sono gli stessi progettisti: "Vogliamo ringraziare il Comune di Belluno e la giuria del concorso per questo risultato. - commentano José Romo Martin, ingegnere legale rappresentante di FHECOR, Alberto Campo Baeza, architetto e fondatore di Estudio Campo Baeza, e Leonardo Todisco, ingegnere di FHECOR - È un grande onore e una grande responsabilità, abbiamo fatto grandi sforzi per trovare soluzioni adatte alla specificità della città e dell'area".

Il nuovo ponte sorgerà a una distanza minima dal bailey già esistente, così da minimizzare le modifiche da apportare alla viabilità e da mantenere inalterato il traffico durante la costruzione, mantenendo allo stesso tempo un'adeguata distanza dal «nobile e monumentale» Ponte della Vittoria che sarà rimosso solo a nuova opera terminata.

Un ponte «rispettoso del contesto storico e naturale», senza elementi vistosi o interferenze con l'alveo del fiume; una struttura però che non vuole passare inosservata, con un unico appoggio inclinato e architettonicamente all'avanguardia.

Il ponte sarà largo complessivamente 14 metri e sarà dotato di due marciapiedi; quello sul lato destro, più ampio, sarà aperto anche al transito ciclabile, mentre sull'altro versante potranno circolare solamente i pedoni.

L'illuminazione del ponte sarà garantita da fasci di luce LED continui, situati nelle anime laterali e nelle barriere per garantire un'adeguata illuminazione tanto della carreggiata quanto dei marciapiedi.

Sulla sponda destra del Piave, ci si propone di realizzare un percorso che unisca il Ponte della Vittoria al parcheggio di Lambioi, mentre sulla sponda sinistra si creerà una nuova zona di sosta, connessa con il Ponte della Vittoria e con la spiaggia di ghiaia anche con la costruzione di una scala di accesso e di un punto belvedere, creando così una «zona giardini non inondabile».
Lo scopo è quello di riqualificare anche queste due aree, permettendo loro di diventare parte integrante e viva della città.

 

Il futuro del progetto

Entro il 30 settembre, dovrà essere formalizzato l'incarico ai progettisti per la redazione del progetto esecutivo definitivo. La data di fine settembre è vincolata alle tempistiche indicate dalle norme per l'accesso ai fondi statali per la ricostruzione post Vaia.

In attesa del progetto esecutivo, il costo stimato del progetto complessivo è di 5,6 milioni di euro, risorse che verranno ricercate appunto nei fondi “post Vaia”, con la speranza di avere l'opera completa per la fine del 2023, quando cioè scade l'attuale proroga per il ponte bailey.

 

 










Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Alberto
Quelle bianche candide superfici diventeranno un paradiso per i writer e relative bombolette...
Luciano Fornasar
Sul Piave a Castellavazzo nel '73 è stato relizzato uno non dissimile e negli anni '50, qualche km. più a monte, un'altro; entrambi non sfigirano.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
04.12.2020
I vincitori del XIX Premios Cerámica di ASCER
04.12.2020
Tadao Ando Guest Editor di Domus 2021
03.12.2020
Una Cantina ipogea sull’Etna
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
17/12/2020 - maxxi roma via guido reni 4/a
Aldo Rossi. L'architetto e le città

24/12/2020 - online
Connessioni Culturali

20/01/2021 - colonia, koelnmesse
imm Cologne 2021

� gli altri eventi
1
2
 NEWS CONCORSI
+03.12.2020
Connubia lancia il Design Conn|test
+02.12.2020
Premio Campi Flegrei 2020
+01.12.2020
Leisure Harbor: ri-disegnare il porto turistico di Loano
+27.11.2020
XIV Premio Internazionale Architettura Sostenibile Fassa Bortolo – opere realizzate
+27.11.2020
“Museo a cielo aperto - vista in citta”
tutte le news concorsi +

Lifestyle TV
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2020 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati