Goodman

Arrow


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Inaugurato il SIMAC, il più grande istituto di formazione marittima della Danimarca
Con la sua struttura flessibile e l'utilizzo del porto, diventa un ‘faro’ per l'istruzione moderna e la trasformazione da area industriale a un nuovo vivace quartiere
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
INAUGURATO IL SIMAC, IL PIÙ GRANDE ISTITUTO DI FORMAZIONE MARITTIMA DELLA DANIMARCA
17/01/2024 - Nella vecchia città portuale di Svendborg, Danimarca, gli studi di architettura danesi EFFEKT e C.F. Møller hanno realizzato, lungo il margine del porto, la più grande istituzione educativa marittima del paese: la Svendborg International Maritime Academy, o SIMAC.
Precedentemente distribuita su diverse sedi in città, è stata ora riunita in un unico edificio di 12.500 mq sul fronte del porto con spazi per l’insegnamento e lo studio per 1.000 studenti.
 
In collaborazione con Artelia, EFFEKT e C.F. Møller hanno progettato un edificio che unisce le diverse scale e figure architettoniche del sito, come gru, navi container ed edifici industriali geometrici puliti, in un’audace e particolare ‘cornice’ di cemento.

"Siamo partiti dal desiderio di creare una struttura a griglia estremamente grezza e trasparente, contestualmente adattata al suo ambiente industriale, in grado di mettere in scena i contenuti laboratoriali della scuola in un'impalcatura di possibilità spaziali, incentrata sull'incoraggiamento dei giovani a incontrare e scambiare idee attraverso incontri informali, sia all'interno che all'esterno dell'edificio, attivando l'intero fronte del porto di Svendborg", ha dichiarato Mads Mandrup, partner e architetto di C.F. Møller Architects.
 
Connessione spaziale con il porto e la città
Gli elementi prefabbricati in cemento raccolgono la struttura portante e spaziale in una griglia resiliente di colonne e travi. Questo approccio massimizza la capacità portante degli elementi riducendo il consumo di materiale. La facciata è arretrata, in modo che la griglia di cemento si manifesti come l'elemento dominante anche nell'aspetto esterno dell'istituzione educativa.
Il risultato è un'espressione semplice e onesta basata su funzionalità e utilizzo.
 
La facciata trasparente dell'edificio permette alla luce naturale di inondare gli interni durante il giorno e, al calar del sole, l'edificio diventa un faro che illumina il fronte del porto. Secondo Sinus Lynge, architetto e cofondatore di EFFEKT Architects, già durante la fase di concorso era presente l'idea che la scuola dovesse collegarsi spazialmente al porto e alla città, all'area industriale e alla nuova zona residenziale:
"L'idea” ha aggiunto “è riuscita in larga misura perché la stessa struttura grezza e minimalista di colonne e travi a vista è visibile sia dall'esterno che dall'interno. Lo spazio scorre essenzialmente attraverso la struttura dell'edificio e l'aspetto intrigante degli elementi in cemento è che la struttura del SIMAC è l'architettura".
 
Accesso pubblico fino al tetto
La scuola si apre all'ambiente circostante su tutti e quattro gli angoli, dove le colonne portanti sono state rimosse. I piani superiori sporgono come alti baldacchini sulle entrate, consentendo l'accesso pubblico alle strutture comuni, come il caffè e la mensa dell'edificio, che sono aperti ai visitatori sia che preferiscano cenare all'interno sia che vogliano godersi la piazza esterna affacciata sul porto. Una terrazza comune sul tetto offre una vista panoramica sul porto, su Svendborg Sund e sulla città, mentre la banchina stessa diventa un laboratorio all'aperto che mette in evidenza il lavoro della scuola e le sue peculiarità marittime.
 
Massima flessibilità nell'utilizzo dello spazio
All'interno, il SIMAC mantiene un'estetica industriale, con superfici in cemento a vista e pavimenti resistenti costruiti per resistere a un uso intenso. Le partizioni in vetro collegano l'atrio con le aule didattiche, creando un'atmosfera di apertura e incoraggiando l'interazione spontanea e la collaborazione tra studenti e docenti. Le impressionanti strutture della scuola includono un enorme motore navale nel laboratorio di macchine e un simulatore di saldatura, che offre un'esperienza pratica.
 
Per i due studi di architettura era essenziale garantire la durata del SIMAC. La griglia di costruzione modulare dell'edificio consente la massima flessibilità nell'utilizzo degli spazi, assicurando che aule, laboratori e uffici possano essere riconfigurati secondo le necessità senza compromettere l'integrità strutturale. È stato, inoltre, fondamentale evitare materiali superflui: per questo motivo tutto è a vista e non sono stati utilizzati soffitti, facciate o rivestimenti di superficie non necessari.
 
"Il nuovo SIMAC è una vera e propria camera di miscelazione urbana, incentrata su un cortile interno - che sale a cascata lungo scale e balconi aperti, creando connessioni, condivisione di conoscenze e una vita studentesca vivace più grande dell'edificio stesso - stimolando la comunicazione e lo scambio informale tra studenti, insegnanti e visitatori - creando incontri architettonici e umani in un ambiente unico, che durerà più a lungo del tempo che gli studenti trascorreranno nell'edificio", ha dichiarato Mads Mandrup.
 
Una struttura per comunità e collaborazione
Al centro dell'edificio si trova un atrio spazioso e luminoso alto 20 metri che collega i vari piani sia visivamente che logisticamente. Quattro aree a doppia altezza che circondano l'atrio ospitano funzioni essenziali, come la mensa, gli auditorium e i laboratori specializzati. La scala, elemento chiave della struttura, conduce alla terrazza comune sul tetto. Questa disposizione dinamica favorisce un senso di comunità e collaborazione all'interno dell'edificio.
 
"SIMAC incarna l'esperienza di un edificio autenticamente grezzo che fa da cornice a tutte le persone che lo abiteranno. È davvero un piacere consegnare la scuola agli utenti e vedere gli studenti sedersi nella mensa, utilizzare i laboratori e percorrere le scale e lo spazio dell'atrio - uno spazio di aggregazione unico nel cuore della scuola, che apre contemporaneamente l'edificio al porto e alla città - un catalizzatore per lo sviluppo del nuovo quartiere del North Quay", ha dichiarato Sinus Lynge.
 
Parte di un quartiere vivo
L'istituto di formazione fa parte di un masterplan per un nuovo quartiere alla North Quay di Svendborg, con l'obiettivo di trasformare un'area industriale di 5,5 ettari in un nuovo quartiere residenziale con aree per l'istruzione, il commercio, le abitazioni e il tempo libero. L'apertura del SIMAC segna il completamento della prima fase del masterplan, che comprende una proposta specifica di nuove aree verdi urbane che proteggeranno questa parte di Svendborg da eventuali precipitazioni estreme in futuro.

  Scheda progetto: The new SIMAC - Svendborg International Maritime Academy
Rasmus Hjortshøj
Vedi Scheda Progetto
Rasmus Hjortshøj
Vedi Scheda Progetto
Rasmus Hjortshøj
Vedi Scheda Progetto
Rasmus Hjortshøj
Vedi Scheda Progetto
Rasmus Hjortshøj
Vedi Scheda Progetto
Rasmus Hjortshøj
Vedi Scheda Progetto
Rasmus Hjortshøj
Vedi Scheda Progetto
Rasmus Hjortshøj
Vedi Scheda Progetto
Rasmus Hjortshøj
Vedi Scheda Progetto
Rasmus Hjortshøj
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
04.03.2024
In Lussemburgo nasce l'edificio con la minor impronta di carbonio possibile
04.03.2024
'Parla' italiano il Design Space AlUla inaugurato in Arabia Saudita
01.03.2024
A Manhattan un nuovo hub di trasporto a emissioni zero
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
15/03/2024 - casa dell’architettura, roma
Prix de Rome Career Achievement Award to Mario Botta

12/04/2024 - treviso
Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2023-2024

15/04/2024 - milano
Fuorisalone 2024
Materia Natura
gli altri eventi
  Scheda progetto:
EFFEKT architects

The new SIMAC - Svendborg International Maritime Academy

 NEWS CONCORSI
+04.03.2024
Alberobello lancia il concorso di idee “Coreggia 2025”
+01.03.2024
Al via il 19° Architecture Student Contest di Saint-Gobain
+27.02.2024
Christmas Design 2024: siamo a febbraio, ma il Natale 'si avvicina'
+26.02.2024
Un’opera d’arte per la nuova Palazzina della Fondazione Teatro alla Scala
+23.02.2024
Al via il Premio di Architettura Stefania Annovazzi Energetica-Mente
tutte le news concorsi +

Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Contatti/Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit� |  Rss feed
� 2001-2024 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n�iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 � Riproduzione riservata