SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Con il progetto di Stefano Boeri Interiors rinasce ‘Libera Masseria’
Da bene confiscato alla criminalità organizzata a spazio sostenibile, accogliente e inclusivo a Cisliano, in provincia di Milano
Autore: rossana vinci
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
CON IL PROGETTO DI STEFANO BOERI INTERIORS RINASCE ‘LIBERA MASSERIA’
20/03/2023 - C’è la firma di Stefano Boeri Interiors, lo studio fondato da Stefano Boeri e Giorgio Donà, nel progetto di riqualificazione della “Libera Masseria”, un complesso immobiliare che è stato confiscato il 13 novembre 2014 alla famiglia Valle-Lampada appartenente alla ‘ndrangheta. Il bene fu assegnato definitivamente al Comune di Cisliano nel 2021 e dato in gestione con un contratto di concessione gratuito all’Associazione Una Casa Anche Per Te Onlus il 13 gennaio 2023. 

Il progetto è stato presentato pochi giorni prima del 21 marzo, Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, l’Amministrazione Comunale di Cisliano, insieme all’Associazione Una Casa Anche Per Te Onlus (U.c.a.p.te) e Caritas Ambrosiana.
La struttura, un complesso di circa 10.000 metri quadrati, ospiterà un nuovo spazio dedicato al food, sale destinate all’accoglienza e alla formazione su mafia e antimafia sociale, aree ricreative all’aperto, un orto urbano e una piazza verde. La Libera Masseria sarà un luogo a disposizione della cittadinanza, modello di giustizia sociale e buona convivenza civile.

I lavori di ristrutturazione, intrapresi grazie al fondamentale supporto della Regione Lombardia, sono stati affidati allo studio Stefano Boeri Interiors, chiamato ad accogliere un’importante sfida progettuale quale è l’intervento su un bene confiscato, che non implica soltanto una trasformazione spaziale, ma assume un alto valore simbolico. L’obiettivo è quello di valorizzare ed elevare l’evoluzione che il bene ha avuto in questi sette anni di assegnazione provvisoria a bene a presidio di giustizia sociale e cittadinanza attiva, rendendolo un vero e proprio modello di rinnovamento di contesti e luoghi “critici”. 

“Anche nel progetto architettonico della Libera Masseria, abbiamo fatto una scelta di qualità, avevamo bisogno che fosse coerente con i nostri obiettivi, primo fra tutti quello di rendere questo bene un simbolo positivo, un esempio per la trasformazione di strutture simili.” afferma Luca Durè, Sindaco di Cisliano.

“Oggi è una giornata bellissima in cui raccogliere tutto il passato, fatto dai 13.000 ragazzi che in questi anni hanno fatto formazione e lavorato in questo luogo, per proiettarci verso il futuro. Un futuro di luce, di bellezza che porterà ancora di più giovani e adulti a bere l’acqua e la bellezza della legalità e della giustizia sociale” Don Massimo Mapelli, responsabile Caritas per la Zona VI e presidente dell’Associazione Una Casa Anche Per Te Onlus.

“Trasformare un luogo chiuso di malavita e crudeltà in uno spazio aperto, verde, condiviso da giovani come luogo di formazione, lavoro e svago è un progetto insieme bellissimo e potente. Ringrazio Don Massimo Mapelli e il Sindaco di Cisliano per averci offerto l’opportunità di aiutare la Libera Masseria di Cisliano a diventare un modello di conversione dei beni confiscati alla mafia in beni comuni e pubblici.” commenta Stefano Boeri, Founder di Stefano Boeri Interiors. 
 

Il nuovo progetto di riqualificazione della “Libera Masseria”

L’intervento prevede un’azione ibrida: gli edifici principali saranno oggetto di un risanamento ed efficientamento energetico, mentre quelli costruiti successivamente verranno demoliti e sostituiti da nuovi fabbricati flessibili e sostenibili, a geometrie variabili, adatti quindi ad ospitare le attività che saranno svolte all’interno della “Libera Masseria”. 

“Questo progetto conferma il nostro approccio aperto e multidisciplinare, su scale e ambiti differenti, mantenendo l’attenzione verso una visione sempre più integrale, creando spazi multifunzionali e flessibili in grado di rispondere, anche in questo caso, alle plurime esigenze di un’intera comunità.” afferma Giorgio Donà, Founding Partner e Director di Stefano Boeri Interiors.
I due fabbricati soggetti a rinnovo saranno dedicati al food, alle aree comuni e in parte trasformati in sale per la formazione inerente al settore della ristorazione e sui temi dell’antimafia sociale per gruppi e scuole di ogni grado, oltre a ospitare i campi residenziali di formazione e lavoro volontario “Scegli da che parte stare”. 

Nel caso dei nuovi edifici, invece, si prevede un intervento più radicale mirato a rispettare la natura storica e tradizionale delle masserie: le nuove strutture si articoleranno, infatti, attorno a un grande spazio aperto comune, che sarà destinato alle attività collettive all’aria aperta.
Gli spazi aperti e verdi si intrecceranno con l’edificato suggerendo e agevolando diverse situazioni di interazione sociale. La grande piazza centrale si presta, infatti, a ospitare eventi e feste, dove il porticato e gli spazi tra gli edifici, sotto la grande copertura, offrono anche riparo da sole e pioggia.

L’area della piscina sarà mantenuta tale favorendo l’aggregazione della comunità locale e dei giovani durante il periodo estivo dei campi residenziali “Scegli da che parte stare”, mentre il vecchio parcheggio verrà trasformato in un orto urbano, utile per le attività di formazione alberghiera.

L’intera struttura è concepita per sostenere e ampliare l’educazione dei cittadini, attraverso percorsi di conoscenza e formazione per giovani e adulti, la ristorazione che valorizzi il legame con le produzioni agricole del territorio come potenziamento della vocazione originaria del bene, e l’accoglienza, come ospitalità per famiglie in temporaneo stato di bisogno e come percorsi di riqualificazione professionale e reinserimento nella società.


' '


' '


' '


' '


' '


' '


' '

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
01.06.2023
Borgo Hermada a Torino: in collina come in città
31.05.2023
Gli italiani di Mixtura per il nuovo convento francescano a Salvador de Bahia
31.05.2023
I primi alberi popolano Wonderwoods, il Bosco Verticale olandese
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
07/06/2023 - politecnico di milano e triennale milano
Milano Arch Week 2023 'Waiting for Peripheries'
Settimana dell'architettura
08/06/2023 - park hub in via garofalo 31, milano.
Anatomy of Public Space: A Multidisciplinary Perspective
Talk di presentazione
12/06/2023 - lugano (ch)
Space Architecture Workshop
Designing for Earth by Living in Space
gli altri eventi
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
1
2
3
 NEWS CONCORSI
+01.06.2023
Strategia Fotografia 2023, tempo fino al 26 giugno per partecipare al contest
+01.06.2023
Premi IN/ARCHITETTURA 2023: ultimo weekend per candidarsi
+29.05.2023
#Scaladigrigi. Cattura la bellezza del cemento intorno a te
+29.05.2023
TerraViva Competitions lancia il concorso Hybrid Coworking
+24.05.2023
Emilgroup lancia i Project Awards 2023
tutte le news concorsi +

Design Center 2023
Design Center 2023
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Contatti/Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2023 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata