SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Niveaux

La Sea House di Studio Bressan in Croazia
Pochi segni essenziali definiscono la volontà dell’architettura di mimetizzarsi con la natura e aprirsi verso il mare
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
20/12/2022 - La Sea House di Studio Bressan si trova su una costa rocciosa della Croazia e si sviluppa lungo un pendio che dalla montagna, dove si trova l’accesso alla proprietà, scende fino all’acqua cristallina della spiaggia privata.
La peculiarità del sito e le preesistenze hanno fortemente determinato le scelte progettuali. La richiesta era quella di integrare una guest house e uno spazio living ad un’abitazione rurale in pietra preesistente e di sviluppare l’interior design degli stessi.

I due nuovi manufatti si presentano come schermi vitrei, pochi segni essenziali che definiscono la volontà dell’architettura di mimetizzarsi con la natura circostante e al contempo di aprirsi verso il mare ed esaltarne la vista panoramica sul paesaggio.
 
Visto dall’esterno il sito si configura come un borghetto di piccole costruzioni che dialogano tra loro in base alla loro funzionalità. Tutte ruotano intorno alla casa originale in stile dalmata, cuore dell’intero sistema.
 
I nuovi interventi, gerarchicamente secondari, sono volti a migliorare la fruibilità dell’esistente, senza porsi in contrasto visivamente con l’ambiente circostante, avvalendosi di risorse locali come la pietra e dell’utilizzo di nuovi materiali come acciaio e vetro.
Un sistema compositivo terrazzato di piani a livelli sfalsati permette un ottimale utilizzo degli spazi a disposizione e la progettazione in sezione esalta l’articolazione degli interventi. Si crea così una sinergia tra i volumi non solo in pianta ma anche nel loro sviluppo spaziale.
 
Guest House
La Guest House si configura come un intervento che si inserisce nel luogo in modo discreto e mimetico. La folta vegetazione della pineta sottostante abbraccia e maschera l’intera costruzione.
Realizzato sotto il piano di calpestio dell’attuale casa, il manufatto risulta invisibile, nonostante le generose superfici.
Dalla pineta sottostante e dal mare la guest house è percepibile come un tetto leggero, un’ombra tra le fronde dei pini marittimi. Dall’interno della costruzione invece si può contemplare, scrutando attraverso il verde della pineta, la vastità dell’orizzonte e la maestosità del panorama antistante.
Gli schermi vitrei sono protetti da un sistema di oscuranti impacchettabili a libro per garantire, quando aperto, la massima permeabilità visiva tra interno ed esterno e, quando chiuso, la protezione ermetica del volume costruito.
 
Infinite Living
Infinite living è uno spazio destinato alla convivialità e punto di ritrovo di tutti gli ospiti della struttura. È caratterizzato da linee semplici ed eleganti che rendono il manufatto leggero e gentile. Una presenza discreta che si fa notare senza “gridare”.
Caratteristica di quest’architettura è l’apertura verso il paesaggio. Le ampie vetrate scorrevoli poste sul perimetro forniscono un continuum tra interno ed esterno. Questa continuità viene evidenziata dall’uso di materiali che ci mostrano le parti esterne come prolungamenti degli interni stessi.
L’andamento orizzontale dell’intervento rispecchia la linea del mare e si traduce con un gesto secco e preciso. Il manufatto compositivamente va, quindi, a comunicare con il paesaggio e il tetto si configura come una vela sopra l’orizzonte.
 
Aree Comuni
Le aree esterne comuni sono state sottoposte ad una riorganizzazione spaziale.
Attorno alla piscina esistente è stata inserita una panca. Quest’ultima è stata disegnata con una profondità molto ampia in modo che possa fungere da parapetto o da sdraio una volta usciti dalla piscina.
Altro elemento presente è la Pergola Velarium. Esso è costituito da due figure metalliche chiuse e tangenti tra loro: una struttura a ponte di sostegno e un piano orizzontale di ombreggiamento.
Le pareti sono fluttuanti veli scorrevoli, che proteggono sui quattro lati dal sole estivo, offrendo riservatezza da sguardi indiscreti o la possibilità di aprirsi sul paesaggio esterno.
La velatura del soffitto è costituita da una tenda avvolgibile sul piano orizzontale che protegge dal sole zenitale o dall'umidità notturna.
Velarium è un organismo duttile che si adegua alle condizioni climatiche nell’arco della giornata consentendo di godere sia di una fresca ombra diurna sia del cielo stellato notturno distesi su un comodo sofà: un vero e proprio salotto en plein air.
 

  Scheda progetto: Sea House
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Emanuele Bressan
Vedi Scheda Progetto
Emanuele Bressan
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici

ULTIME NEWS SU CASE & INTERNI
27.03.2023
A Milano è nata la nuova libreria Mondadori Duomo
23.03.2023
A Modena, negli uffici dell’ex fabbrica di aceto balsamico
21.03.2023
Il CaosCalmo di AIM studio
le altre news

  Scheda progetto:
Studio Bressan

Sea House

 NEWS CONCORSI
+30.03.2023
Riqualificazione Parco Archeologico di Mileto Antica: bando in chiusura
+28.03.2023
Un nuovo logo per ADI Design Index
+27.03.2023
LXIII Premio Termoli: in chiusura l'open call di Architettura e Design
+22.03.2023
In chiusura la call internazionale SMACH 2023
+22.03.2023
Ethical Architecture Award premia i progetti immaginati a fini umanitari
tutte le news concorsi +

Niveaux
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Contatti/Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2023 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata