NEXT LEVEL DESIGN STUDIO

Carta da Parati Artistica

Treviso Made

MSM C3151

Akdo


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Messe Frankfurt

Biennale Architettura: Venezia alza il sipario
'Oltre l’edificio': forme concrete e immagini seduttive
Autore: roberta dragone
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
12/09/2008 – Architettura come “sperimentazione di strutture effimere, visione di altri mondi o di prove tangibili di un mondo migliore”. Questa la sfida della 11. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, oramai pronta al taglio ufficiale del nastro.
 
Intitolata Out There: Architecture Beyond Building e in programma dal 14 settembre al 23 novembre,  l’edizione 2008 della Mostra è diretta da Aaron Betsky. Formatosi tra Olanda e Stati Uniti, Betsky porta alla Biennale di Venezia una ricca esperienza curatoriale, storica e critica: direttore dal 2001 al 2006 del Netherlands Architecture Institute (NAI) di Rotterdam, è dal 2006 direttore del Cincinnati Art Museum. Ha inoltre curato per le ultime tre edizioni della Biennale di Venezia il padiglione olandese, che nel 2002 ha ottenuto il Leone d’oro per il miglior Padiglione straniero.
 
Non sono mancate le polemiche sul titolo scelto da Betsky per la mostra, la cui traduzione italiana (Là fuori: architettura oltre l’edificio), lascia spazio a molteplici interpretazioni. Architettura oltre l’edificio, oppure architettura oltre il costruire? E quale significato attribuirvi?
 
Un interrogativo cui Betsky risponde così: “l’architettura non è ‘il costruire’. Gli edifici sono oggetti, e l’atto del costruire produce gli oggetti-edifici, ma l’architettura è qualcosa d’altro. È il modo di pensare e di parlare sugli edifici. È il modo di rappresentarli, di realizzarli: questo è architettura. Più in generale, l’architettura è un modo di rappresentare, dare forma e forse anche offrire alternative critiche all’ambiente umano. Infatti, gli edifici non sono abbastanza: sono la tomba dell’architettura, ciò che resta di quel desiderio di costruirci un altro mondo, un mondo migliore e aperto ad altre possibilità oltre il quotidiano”.
Oggi, denuncia il curatore della Biennale, gli edifici sono troppo costosi e la loro realizzazione, definita da regole finanziarie, costruttive, normative e di apparenza, comporta tempi lunghissimi che portano come risultato finale qualcosa che nella maggior parte dei casi ha poco a che fare con l’architettura. Consacrare la morte dell’edificio significa allora per Betsky incoraggiare una architettura che ci faccia sentire a casa nel mondo; pronta ad affrontare i temi centrali del nostro mondo e della nostra società, e a sperimentare nella e sulla realtà evidenziando e articolando nuovi problemi, piuttosto che risolverli.
La Biennale di quest’anno intenderebbe dunque invitare alla riflessione ed incoraggiare l’immaginazione; vedere se l’architettura, attraverso la ricostruzione, la decostruzione e la deformazione, possa offrire forme concrete e immagini seduttive.
 
Spigoloso il commento di Vittorio Gregotti alle parole di Betsky: “È vero, ci serve una architettura che interroghi sulla realtà, ma che sappia anche assumere una distanza critica da essa. E per far questo non vanno proprio incoraggiate quelle visioni effimere che quasi sempre non sono affatto oggi prove tangibili di un mondo migliore, ma consolazioni puramente seduttive intorno allo stato delle cose e riduzione delle pratiche della arti a pura comunicazione”.
 
Qualcun altro avrebbe giudicato più utile dedicare l’edizione 2008 della Biennale a temi che, piuttosto che andare “oltre il costruito”, affrontassero la questione dei grattacieli e dei problemi di sicurezza a questi legati, del rapporto con l’ambiente, dei nuovi materiali, dell’edilizia popolare o degli spazi multietnici.
 
E, se per Betsky gli edifici sono morti, il Padiglione italiano pone al centro della sfida proprio il costruito. I due approcci, in apparenza antitetici e pertanto incompatibili all’interno di una stessa rassegna, possono risultare in realtà complementari.
A cura dell’architetto Francesco Garofalo, lo spazio italiano propone il tema “L’Italia cerca casa / housing Italy” con l’obiettivo di fornire a istituzioni e committenti dei modelli per la riflessione. L’interessante visione della casa con progetti di sviluppo che riguardano tessuti urbani esistenti, recupero di aree edificabili con costi sostenibili e alta qualità progettuale sembrerebbe avere il merito di suggerire una prima risposta all’invito di Betsky a ragionare sui problemi.
In epoca di “bolla immobiliare” e di instabilità globale innescata dalla crisi americana dei mutui subprime, Garofalo pone il tema dell’abitare come “questione operativa centrale della nostra cultura architettonica”, raccontata tra passato, presente e futuro in una mostra innovativa con videoclip, mappe, progetti e installazioni: dagli alloggi popolari degli anni ‘30 al “piano casa” degli anni ‘80, dal boom edilizio al trading immobiliare, dal caro affitti ai mutui facili degli anni ’90, fino alla “casa possibile”per il XXI secolo.
 
 “L’Italia cerca casa – spiega Garofalo – mette alla prova la cultura architettonica italiana nella sfida posta dalla domanda di abitazioni di qualità e a costi accessibili. La fine dell’edilizia popolare, la crisi del mercato dei mutui, le situazioni di disagio urbano e le domande di nuovi utenti hanno spinto in primo piano la questione nel dibattito pubblico.
Oggi che tutti nelle istituzioni si impegnano a investire sugli alloggi, occorre chiedersi con quali programmi e con quali progetti è possibile rispondere. Dal revival della casa per tutti, il padiglione italiano intende passare alla proposta della casa per ciascuno”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
23/09/2008
Biennale Venezia: le Installazioni dell’Arsenale
In scena l’architettura come mondo alternativo

22/09/2008
Lo Spazio Pubblico Urbano di Zara
Il Padiglione Croazia alla 11ª Mostra di Architettura

19/09/2008
Uneternal City in mostra alla Biennale di Venezia
Cosa n’è stato di Roma città eterna

18/09/2008
Biennale: il Padiglione italiano descrive la ‘casa possibile’
12 architetti esplorano il senso dell’abitare

18/09/2008
I vincitori del premio GAU:DI alla Biennale 2008
Studenti al lavoro sul tema dell'Eco-sostenibilità

17/09/2008
Polonia Leone d'Oro Migliore Partecipazione Nazionale
Alla Biennale 'Hotel Polonia. The afterlife of building'

17/09/2008
Towards paradise alla Biennale di Venezia 2008
L’installazione paesaggistica di Gustafson Porter

16/09/2008
Biennale Venezia: architettura come immaginazione
Installazioni che celebrano l’incontro tra visione e realtà

15/09/2008
Inaugurata la Mostra "Carlo Scarpa e l'origine delle cose"
Un percorso inedito attraverso i lavori del celebre architetto

15/09/2008
Biennale Venezia: premiati i vincitori di Everyville 2008
Comunità oltre il Luogo, Senso Civico oltre l’Architettura

15/09/2008
Biennale Venezia: attribuiti i premi ufficiali
Consegnato a Gehry il Leone d’Oro alla carriera

12/09/2008
Prototyping the Future: Three Houses for the Subconscious
L'installazione di Asymptote alla Biennale di Venezia

11/09/2008
L’Italia Cerca Casa/Housing Italy
Il Padiglione italiano alla Biennale di Venezia

10/09/2008
Soluzioni possibili alla crisi dell’edilizia abitativa britannica
Il Padiglione Gran Bretagna alla Biennale Venezia

08/09/2008
«Out Here: Disquieted Architecture»
Il Padiglione Portoghese alla Biennale di Venezia

05/09/2008
Singapore Supergarden alla Biennale di Venezia
Design, innovazione e ‘social networking’

03/09/2008
L’Australia alla 11. mostra internazionale di architettura
Abundance: 180 nuovi modelli interpretativi

31/07/2008
Biennale di Venezia: 11a Mostra Internazionale di Architettura
Tema dell'edizione 2008: 'Out There: Architecture Beyond Building'

31/07/2008
GénéroCité: la Francia alla Biennale di Venezia
Una mostra per celebrare la generosità urbana

08/05/2008
Out There: Architecture Beyond Building
L’11. Mostra Internazionale di Architettura della Bienale di Venezia


Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
17.01.2020
Gallerie d’Italia – Piazza San Carlo è firmata De Lucchi
16.01.2020
Il deposito di Fondazione Prada diventa una piazza metafisica
15.01.2020
La nuova sede Polimoda nella Manifattura Tabacchi di Firenze
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
22/01/2020 - la triennale milano
WORKS Aldo Parisotto Massimo Formenton Architetti

02/03/2020 - udine
Udine Design Week

04/04/2020 - palazzo sturm, bassano del grappa
Giambattista Piranesi. Visioni di un architetto senza tempo

� gli altri eventi
 NEWS CONCORSI
+17.01.2020
Centro gestione delle emergenze in Africa
+16.01.2020
Sei progetti per la Calabria
+15.01.2020
Prorogata l'iscrizione al concorso Sky Farm
+14.01.2020
In chiusura il concorso Bauhaus Residency 2020
+13.01.2020
Food Service Design
tutte le news concorsi +

Winter sales
ADA 2019
Folia
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2020 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati