SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Talenti Imm
MOSTRA ARCHITETTURA

BUIO IN SALA
ARCHITETTURA DEL CINEMA IN TOSCANA
mostra  VIAREGGIO , dal 13/07/2007 al 05/09/2007
Si è inaugurata venerdì 13 luglio, la mostra BUIO IN SALA. ARCHITETTURA DEL CINEMA IN TOSCANA” , un percorso suggestivo, costruito con immagini, filmati originali, foto d’epoca, progetti architettonici e strumenti per la proiezione, attraverso i più significativi edifici adibiti ad ospitare proiezioni cinematografiche, analizzati sotto gli aspetti architettonici e decorativi. La nota originale della mostra consiste nel non voler prendere in
considerazione il cinema come autonomo linguaggio artistico, ma come luogo fisico e architettonico. L’esposizione intende mettere in risalto soprattutto la capacità di aggregazione sociale assolta dal cinema come una sorta di “moderno” teatro
affiancatosi, a partire dalla fine del XIX secolo, a quello tradizionale, passaggio ben testimoniato dal rilevante numero di edifici inizialmente destinati a teatro e con il passare degli anni adibiti a sale cinematografiche. La ricerca trae anche stimolo dal prestigio degli architetti che si sono misurati con questo tipo di progettazione: Gino Coppedè, Marcello Piacentini, Virgilio Marchi, Antonio Valente e Luigi Vagnetti.

Obiettivo dell’esposizione è la costruzione di una memoria sulla quale possa fondarsi il mantenimento di una prospettiva di vita per il cinema, che consenta di tutelare le sale cinematografiche più rappresentative, e quindi una parte fondamentale del nostro patrimonio culturale, arginando la tendenza a trasformare le stesse in luoghi variamente destinati ad attività commerciali o banalmente ricreative.

La mostra, curata da Maria Adriana Giusti e Susanna Caccia, sarà allestita all’interno della sala cinematografica dello stabilimento balneare Principe di Piemonte, realizzato dall’ingegnere fiorentino Aldo Castelfranco nel 1938 sulla passeggiata a mare di Viareggio.
Il percorso espositivo consentirà al visitatore di ripercorrere la nascita e l’affermarsi degli edifici del Cinema dalla fine dell’Ottocento fino alle moderne realizzazioni, dal muto al sonoro, alternando la visione di tavole tecniche a rimandi diretti ai tradizionali luoghi del Cinema in Toscana, nella lettura offerta dai materiali provenienti dai principali Archivi e Musei Nazionali.

Quattro i periodi di riferimento identificati: dal 1896 al 1918, ovvero dall’itinerante cinématographe Lumiére alle prime sale stabili; dal 1919 al 1929, periodo che rappresenta la fase dell’affermazione del cinema come fenomeno di massa, che si riflette sul consolidamento delle modalità architettoniche per gli edifici cinematografici e degli apparati decorativi; la fase dal 1930 al 1959 caratterizzata invece da un’intensificazione del fenomeno nonostante gli anni difficili della guerra e del dopoguerra; infine, il periodo dal 1960 ad oggi, che ha visto la progressiva trasformazione dell’edificio tradizionale in sala polifunzionale e ricreativa.
Il materiale esposto consiste principalmente in progetti e disegni architettonici, foto contemporanee, foto d’epoca e strumentazioni per la proiezione. La proiezione di filmati d’epoca e spezzoni cinematografici disposti lungo il percorso espositivo permetteranno al visitatore una completa immersione nello spirito del tempo, assaporando le affascinanti suggestioni ispirate dal cinema e dalle sue sale. Il contributo di Theo Eshetu, pluripremiato video artista, autore e produttore di documentari, aumenterà il senso di coinvolgimento
dei visitatori, giocando su rimandi cinematografici visivi e sonori.

All’esposizione è collegato il convegno organizzato in coincidenza con la chiusura della mostra sul tema “I LUOGHI DEL CINEMA IN ITALIA. ARCHITETTURE DEL CINEMA E PER IL CINEMA” (5 settembre), per l’analisi del fenomeno su scala nazionale. Altri eventi collaterali sono in programma per tutto il periodo della mostra: proiezioni cinematografiche, incontri con registi e attori.

L'esposizione gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica ed è promossa dal Comune di Viareggio (Assessorato all’Edilizia e Urbanistica, Assessorato al Turismo), Mediateca Regionale Toscana, Politecnico di Torino, Università di Firenze e Università di Pisa, Dipartimento di Ingegneria civile.

Dove: Viareggio (LU), Centro Congressi Principe di Piemonte (viale Marconi 130, Viareggio)
Inaugurazione: venerdì 13 luglio 2007, ore 20
Ingresso gratuito
Durata: 13 luglio- 5 settembre 2007
Orario: martedì – domenica 18.00-24.00 (lunedì
chiuso)
Catalogo: MASCHIETTO Editore, Firenze
Informazioni:
telefono 0584 1841953
info@cinemaintoscana.it
www.cinemaintoscana.it
Consiglia questo evento ai tuoi amici
Contatti
Informazioni:
telefono 0584 1841953
info@cinemaintoscana.it
Link
www.cinemaintoscana.it
Allegati
 cartella stampa


- Altre Mostre in corso
- Altri eventi su architettura
- Tutti i prossimi eventi


CALENDARIO EVENTI
D
L
M
M
G
V
S
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
   gennaio 2019 >>
  Cerca per categoria
 

 IN PRIMO PIANO
» tutti gli eventi
 NEWS EVENTI
18.01.2019
Aprono le prime due mostre di Matera 2019
17.01.2019
Alvar Aalto e la lunga storia della chiesa di Riola
16.01.2019
Thinking Varese. Testimonianze di architettura
15.01.2019
Omaggio a tre Maestri dell'Architettura
14.01.2019
“André Kertész. Lo stupore della realtà”...in 90 opere
» tutte le news eventi
ADA 2018
Talenti Imm
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2019 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati