SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

FORUMPISCINE

Tabià Santo Stefano: la nuova vita di un vecchio fienile
Mantenere il fragile equilibrio e la coerenza tra tradizione vernacolare e carattere contemporaneo
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
20/01/2023 - SBSA, lo studio di Barbara Sandri e Andrea Smaniotto, ha progettato il recupero di un Tabià (l’antico fienile/stalla delle Dolomiti) a Santo Stefano di Cadore per trasformarlo in una casa di vacanza per una famiglia appassionata della montagna.
 
La ristrutturazione di questo edificio diventa un’opportunità per reinventare, in modo contemporaneo, un edificio fortemente legato alla tradizione agricola locale. Inserito in un terreno in pendenza, in seconda linea rispetto al bordo stradale e alle palazzine che vi si affacciano, l’edificio si sviluppa su 3 livelli: uno parzialmente interrato con struttura mista in pietra e cemento, uno intermedio con struttura a travi e pilastri in legno, dove si trova anche l’ingresso, e un sottotetto che sporge a sbalzo su tutti i lati.
 
Con l’obiettivo di rispettare il carattere dell’edificio, è stato adottato un approccio pulito e contemporaneo alla ristrutturazione: in linea con il desiderio di mantenere il fragile equilibrio e la coerenza tra la tradizione vernacolare e il carattere contemporaneo, sono stati rielaborati dettagli che conferiscono un carattere astratto e neutrale all’edificio.

L’edificio è stato smontato, riconfigurato e ampliato sul lato est, proponendo una rilettura distributiva e funzionale del tabià. È stato ripreso lo schema distributivo tipico di questa zona montana: lo spazio interno è stato suddiviso in tre parti dove la scala occupa la porzione centrale. Nei piani bassi, che sono a stretto contatto con gli edifici esistenti dell’intorno, sono state poste camere e zone di servizio, mentre la zona giorno è stata collocata nel sottotetto, dove è possibile usufruire del bel paesaggio sulle dolomiti. L’accogliente e spazioso spazio di cucina/soggiorno si trova nel cuore della casa e beneficia di ampie vetrate a tutta altezza che si affacciano sulle montagne verso sud e sul bosco verso nord. La reinterpretazione degli elementi tradizionali ha permesso di trovare un nuovo linguaggio, una nuova estetica coerente legata alla tradizione locale. Un progetto in grado di interagire e dialogare con l’ambiente e la tradizione.
 
 

  Scheda progetto: Tabià Santo Stefano
SBSA
Vedi Scheda Progetto
SBSA
Vedi Scheda Progetto
SBSA
Vedi Scheda Progetto
SBSA
Vedi Scheda Progetto
SBSA
Vedi Scheda Progetto
SBSA
Vedi Scheda Progetto
SBSA
Vedi Scheda Progetto
SBSA
Vedi Scheda Progetto
SBSA
Vedi Scheda Progetto
SBSA
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici

ULTIME NEWS SU CASE & INTERNI
24.01.2023
Il divario temporale come concept di una casa ad Ofena
20.01.2023
Tabià Santo Stefano: la nuova vita di un vecchio fienile
19.01.2023
MC2 di Offstage: contrappunti, dissonanze e riferimenti montani
le altre news

  Scheda progetto:
SBSA

Tabià Santo Stefano

 NEWS CONCORSI
+27.01.2023
Al via la call internazionale SMACH 2023
+27.01.2023
Un “Giardino della Memoria” a Nardò, località di Santa Maria al Bagno
+26.01.2023
Progetto di verde verticale integrato alla torre piezometrica di Faenza
+25.01.2023
Un nuovo Stadio del Nuoto per Taranto
+25.01.2023
Ro Plastic Prize: nuova deadline 15 febbraio
tutte le news concorsi +

ADA 2022_discover the winners
ADA 2022_discover the winners
FORUMPISCINE
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2023 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata