Tile of Spain Awards

VOG

BEAMS MONO-EL

Curve


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


L''Aula del Futuro' secondo Stefano Boeri Interiors
Multifunzionalità degli spazi, tecnologia, e sicurezza: i principi chiave per una nuova idea per la cellula base dello spazio scolastico
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
14/09/2022 - È stato presentato ieri, presso la scuola Primaria Collodi dell’Istituto Barozzi Beltrami di Rozzano (MI), il primo prototipo di “Aula del Futuro” progettata da Stefano Boeri Interiors - studio internazionale fondato dagli architetti Stefano Boeri e Giorgio Donà - nell’ambito del progetto “Igiene Insieme” di Napisan e grazie al contributo del Comune di Rozzano. 

Un nuovo concetto di spazio scolastico, che nasce con l’obiettivo di creare un ambiente innovativo, multifunzionale e aperto a più utilizzi, in orari diversi; uno spazio che garantirà vita anche nelle ore extrascolastiche agli spazi di apprendimento, ponendo al centro standard di igiene rigorosi e rispettosi della salute collettiva, metodi di insegnamento innovativi e un utilizzo degli spazi sempre più versatile.

«Quando abbiamo iniziato, ormai 3 anni fa, il viaggio di “Igiene Insieme” lo abbiamo fatto con un profondo senso di responsabilità, che ci ha portati ad intervenire con il nostro brand Napisan al fianco del mondo della scuola, in forte difficoltà a causa della pandemia» ha dichiarato Ferran Rousaud, AD Reckitt Hygiene Italia. «Quest’aula è un dono, oltre che un auspicio. Per i bambini che la potranno usare, ma anche per il futuro della scuola in generale. Speriamo che il nostro percorso di soggetto privato al servizio della comunità possa essere d’ispirazione per tanti e speriamo che questo progetto possa contribuire a rendere sempre più moderno e innovativo il luogo dove le future generazioni crescono e si formano» ha concluso Rousaud.

La sfida di Stefano Boeri Interiors consiste nel ragionare su modelli di ambienti educativi che permettano la sperimentazione di uno spettro variegato di formati didattici e l’apertura della scuola ad attività diverse anche nelle ore extra scolastiche. La luce, i colori, la tecnologia e gli arredi sono tra i protagonisti di questo nuovo modo di pensare i confini dell’apprendimento: spazi flessibili che cambiano e si adattano ad ogni esigenza, diventando all’occorrenza anche sale per la musica, laboratori artigianali e scuole di danza, modificandosi nel corso della giornata. Una scuola libera ed aperta ad ogni forma di apprendimento, al servizio della socialità e della comunità intera. 

“Siamo felici di presentare questo prototipo di aula, che dimostra come la cellula-base della nostra scuola possa agilmente trasformarsi in uno spazio flessibile, aperto non solo a diversi formati di didattica (non solo frontale), ma anche a usi diversi nel corso della stessa giornata.  Abbiamo progettato un’aula cangiante negli arredi e nella loro composizione; uno spazio che può essere progettato e modificato in tempo reale dai suoi utenti (a cominciare dagli studenti e dai docenti). Un’aula multifunzionale che rappresenta la condizione per aprire realmente le scuole italiane alla vita delle loro comunità urbane e trasformarle in centri di socialità e creatività. Il prototipo realizzato a Rozzano dimostra come le linee guida del Governo Draghi sulle nuove scuole da realizzare con i fondi Pnrr possano diventare soluzioni tecniche e progettuali immediate. Ed è bellissimo che questa scommessa nasca grazie alla generosità di un gruppo di aziende italiane di eccellenza. Il futuro della scuola è adesso” dichiara Stefano Boeri, Architetto e Co-founder di Stefano Boeri Interiors.
 
Un progetto, quello dell’Aula del Futuro, che prevede aule flessibili e modulari, con pareti mobili che garantiscano la variazione dello spazio sulla base delle diverse necessità e nel segno della multifunzionalità, spazi aperti orientati alla coprogettazione e integrati con il resto della scuola, arredi studiati per coinvolgere gli studenti e stimolarne tutti i sensi. Una nuova linfa per il panorama delle strutture scolastiche in Italia che pone al primo posto la Tecnologia, la Sicurezza e la Salubrità.

Ogni superficie concorre alla definizione di funzionalità e flessibilità: il pavimento facilita studenti e insegnanti nella configurazione dello spazio necessario, ricreando ogni volta il layout adatto allo specifico momento della giornata: lavoro a piccoli gruppi, lezione frontale, didattica informale, ecc. Un approccio progettuale utile anche per stimolare dei processi metacognitivi, dove lo studente è stimolato ad una riflessione autonoma sui propri processi di apprendimento.

“L’Aula del Futuro è un dispositivo per apprendere, condividere, progettare e costruire. Un luogo da abitare e trasformare a seconda di esigenze ed obiettivi molteplici: uno spazio scalabile e multifunzionale, capace di adattarsi ai tempi e agli usi della didattica e della comunità intera” dichiara l’architetto Giorgio Donà – Co-Founder and Director di Stefano Boeri Interiors.

L’aula è inoltre dotata di sistemi tecnologici avanzati e studiati per migliorare la qualità della didattica a distanza, nonché la qualità dell’ambiente stesso, elemento fondante che concorre al miglioramento dei processi di apprendimento e di appartenenza. Educazione all’igiene, adattabilità a possibili richieste di “distanziamento”, dispositivi di pulizia dell’aria, attività di pulizia ordinarie e ricerca di materiali lavabili e antibatterici, sono temi cardine per una ripartenza consapevole e per ripensare il concetto di igiene e inquinamento indoor.


 











Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Sonia C.
Salve, non commentando la sterilità dell`aula, almeno così come appare dalle immagini, mi chiedo, quanto durerà il bianco puro di sedie e tavoli? sarà poi facile pulirli (giornalmente?)? Dove appoggeranno/riporranno i bambini libri e altrii materiali, che temporaneamente non usano, ma che devono essere sempre a portata di mano, visto che i banchi non hanno un ripiano sotto al tavolo? Come faranno bambini di altezza medio bassa, vista l`età, a poter interagire direttamente con la lavagna? Potranno i bambini nelle ultime file veder bene ciò che appare sulla lavagna., viste le limitate dimensioni?
Sonia C.
Salve, non commentando la sterilità dell`aula, almeno così come appare dalle immagini, mi chiedo, quanto durerà il bianco puro di sedie e tavoli? sarà poi facile pulirli (giornalmente?)? Dove appoggeranno/riporranno i bambini libri e altrii materiali, che temporaneamente non usano, ma che devono essere sempre a portata di mano, visto che i banchi non hanno un ripiano sotto al tavolo? Come faranno bambini di altezza medio bassa, vista l`età, a poter interagire direttamente con la lavagna? Potranno i bambini nelle ultime file veder bene ciò che appare sulla lavagna., viste le limitate dimensioni?
Sonia C.
Salve, non commentando la sterilità dell`aula, almeno così come appare dalle immagini, mi chiedo, quanto durerà il bianco puro di sedie e tavoli? sarà poi facile pulirli (giornalmente?)? Dove appoggeranno/riporranno i bambini libri e altrii materiali, che temporaneamente non usano, ma che devono essere sempre a portata di mano, visto che i banchi non hanno un ripiano sotto al tavolo? Come faranno bambini di altezza medio bassa, vista l`età, a poter interagire direttamente con la lavagna? Potranno i bambini nelle ultime file veder bene ciò che appare sulla lavagna., viste le limitate dimensioni?
Sonia C.
Salve, non commentando la sterilità dell`aula, almeno così come appare dalle immagini, mi chiedo, quanto durerà il bianco puro di sedie e tavoli? sarà poi facile pulirli (giornalmente?)? Dove appoggeranno/riporranno i bambini libri e altrii materiali, che temporaneamente non usano, ma che devono essere sempre a portata di mano, visto che i banchi non hanno un ripiano sotto al tavolo? Come faranno bambini di altezza medio bassa, vista l`età, a poter interagire direttamente con la lavagna? Potranno i bambini nelle ultime file veder bene ciò che appare sulla lavagna., viste le limitate dimensioni?
Sonia C.
Salve, non commentando la sterilità dell`aula, almeno così come appare dalle immagini, mi chiedo, quanto durerà il bianco puro di sedie e tavoli? sarà poi facile pulirli (giornalmente?)? Dove appoggeranno/riporranno i bambini libri e altrii materiali, che temporaneamente non usano, ma che devono essere sempre a portata di mano, visto che i banchi non hanno un ripiano sotto al tavolo? Come faranno bambini di altezza medio bassa, vista l`età, a poter interagire direttamente con la lavagna? Potranno i bambini nelle ultime file veder bene ciò che appare sulla lavagna., viste le limitate dimensioni?
Sonia C.
Salve, non commentando la sterilità dell`aula, almeno così come appare dalle immagini, mi chiedo, quanto durerà il bianco puro di sedie e tavoli? sarà poi facile pulirli (giornalmente?)? Dove appoggeranno/riporranno i bambini libri e altrii materiali, che temporaneamente non usano, ma che devono essere sempre a portata di mano, visto che i banchi non hanno un ripiano sotto al tavolo? Come faranno bambini di altezza medio bassa, vista l`età, a poter interagire direttamente con la lavagna? Potranno i bambini nelle ultime file veder bene ciò che appare sulla lavagna., viste le limitate dimensioni?
Sonia C.
Salve, non commentando la sterilità dell`aula, almeno così come appare dalle immagini, mi chiedo, quanto durerà il bianco puro di sedie e tavoli? sarà poi facile pulirli (giornalmente?)? Dove appoggeranno/riporranno i bambini libri e altrii materiali, che temporaneamente non usano, ma che devono essere sempre a portata di mano, visto che i banchi non hanno un ripiano sotto al tavolo? Come faranno bambini di altezza medio bassa, vista l`età, a poter interagire direttamente con la lavagna? Potranno i bambini nelle ultime file veder bene ciò che appare sulla lavagna., viste le limitate dimensioni?

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
05.10.2022
Nazioni Unite: architetti, ingegneri e urbanisti uniti sotto il segno della sostenibilità
04.10.2022
Milano: la storica fabbrica tessile di via Sassetti diventa workhub
30.09.2022
Si concludono i lavori di The Valley, “il miglior grattacielo del mondo”
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
07/10/2022 - complesso di san domenico maggiore vico san domenico maggiore 18, napoli (italia)
Edit Napoli 2022
Fiera del design editoriale e d’autore
07/10/2022 - studio trisorio, via carlo poerio 116, napoli
Colore di base

11/10/2022 - camera – centro italiano per la fotografia, torino
Robert Doisneau

gli altri eventi
1
2
 NEWS CONCORSI
+05.10.2022
Wood Architecture Prize by Klimahouse: candidature fino al 6 gennaio 2023
+28.09.2022
Greening the Industrial City: un parco industriale lungo il corso d'acqua naturale di Houston
+28.09.2022
Al via Art Cathedral, il nuovo concorso di idee di YAC
+26.09.2022
Piazza Armerina: percorsi e accessibilità nel centro storico
+21.09.2022
Gaudí La Coma Artists' Residences
tutte le news concorsi +

Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata