Bathroom Experience

Deodara


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

MONOLITH

Le ‘Quattro Volte’ del Parco archeologico di Ostia antica
Stefano Boeri Architetti crea quattro strutture modulari all’interno dei fornici esterni del Teatro Romano
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Foto Lorenzo Masotto Foto Lorenzo Masotto
31/05/2022 - È firmato Stefano Boeri Architetti il nuovo progetto espositivo Quattro Volte, realizzato in occasione della mostra “Chi è di scena! Cento anni di spettacoli a Ostia antica (1922-2022)" che ripercorre la storia delle manifestazioni ospitate nel teatro romano. 
Il percorso offre al visitatore una nuova esperienza di fruizione degli spazi di uno dei due siti archeologici, insieme a Pompei, più grandi del pianeta con un’area di 170 ettari.
 
Dopo la passerella pedonale di accesso alla Sala Ottagona della Domus Aurea, inaugurata lo scorso anno, e la recente aggiudicazione del concorso relativo agli scavi archeologici dell'anfiteatro romano, del foro bizantino e delle terme romane di Durazzo, con il progetto di Ostia antica lo Studio Stefano Boeri Architetti torna a misurarsi con il patrimonio archeologico.
 
Con l’obiettivo di creare spazi che abbiano un linguaggio estetico contemporaneo, realizzati con strutture smontabili e riutilizzabili in futuro secondo le esigenze del parco archeologico, il progetto di allestimento denominato “Quattro Volte, consiste nella realizzazione di quattro strutture modulari all’interno dei fornici esterni del Teatro Romano. Un Teatro costruito, secondo diverse fonti, sotto l’imperatore Augusto e ristrutturato nel 1926 dall’archeologo Guido Calza. 
 
Ogni struttura, semi-aperta ai suoi lati, ospita al suo interno un abaco di soluzioni pensate per appoggiare, appendere o esporre all’interno delle teche gli oggetti della mostra, ispirandosi così  all’aspetto originario del teatro romano, in particolare alla forma archetipica dell’arco a tutto sesto (pur senza alcuna intenzione di proporre una ricostruzione filologica degli elementi mancanti della struttura antica). 
 
L’allestimento di ogni modulo varia in base alle esigenze curatoriali e mira a creare un percorso espositivo che accompagna il visitatore attraverso i cento anni di rappresentazioni teatrali classiche, a partire da quelle più antiche fino agli spettacoli più recenti, che ancora oggi vengono messi in scena nella suggestiva cornice del Teatro Antico -capace di accogliere fino a 2.800 spettatori. 
 
I dispositivi progettati per l’allestimento si ispirano ad alcune forme e principi del teatro antico: l’anfiteatro in rapporto con lo spettatore a 360°, il proscenio inteso come podio, le gradinate che consentono una maggiore visibilità in uno spazio ridotto, o la forma della volta di copertura, che vuole sottolineare il carattere prezioso degli oggetti custoditi al suo interno. Tra questi, hanno particolare valore museografico i bozzetti e modellini in scala realizzati da Mario Sironi e Duilio Cambellotti così come una serie di documenti d’epoca, quali libri, giornali e fotografie, provenienti dagli archivi della Biblioteca Museo Teatrale SIAE, dell’INDA, di Cinecittà Luce e degli artisti, tra cui l'Archivio dell'Opera di Duilio Cambellotti, oltre che da numerose collezioni private come la Collezione Andrea Sironi-Strauβwald.
 
Un’attenzione particolare è dedicata alla scelta dei materiali utilizzati, dettata dai criteri di sostenibilità e rapporto con il contesto, uniti ad aspetti di sicurezza e resistenza agli eventi atmosferici. La struttura del modulo espositivo è composta da tubolari in acciaio che costituiscono il telaio al quale si agganciano gli elementi di rivestimento verniciati in grigio. Un sistema di tende oscuranti all’ingresso di ogni portale impedisce, invece, il contatto diretto dei materiali esposti con i raggi solari rispondendo così alle esigenze di conservazione dei documenti cartacei e dei costumi di scena storici e, in particolare, ai fini di garantire il controllo dell’illuminazione all’interno del modulo.
 
L’illuminazione delle vetrine, realizzata con LED inseriti a incasso nell’allestimento, tiene conto dei valori di conservazione delle opere esposte. Anche temperatura e umidità vengono controllate con un sistema passivo tramite l’inserimento di un materiale di assorbimento specifico, a seconda della morfologia delle teche stesse, oltre a igrotermometri.
 
La mostra sarà aperta al pubblico fino al 23 ottobre 2022.

  Scheda progetto: Quattro Volte
Lorenzo Masotto
Vedi Scheda Progetto
Lorenzo Masotto
Vedi Scheda Progetto
Lorenzo Masotto
Vedi Scheda Progetto
Lorenzo Masotto
Vedi Scheda Progetto
Lorenzo Masotto
Vedi Scheda Progetto
Lorenzo Masotto
Vedi Scheda Progetto
Lorenzo Masotto
Vedi Scheda Progetto
Lorenzo Masotto
Vedi Scheda Progetto
Lorenzo Masotto
Vedi Scheda Progetto
Lorenzo Masotto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Antonio
" Con l’obiettivo di creare spazi che abbiano un linguaggio estetico contemporaneo, realizzati con strutture smontabili e riutilizzabili in futuro secondo le esigenze del parco archeologico " ..... magari collegandoli alla rete di smaltimento acque nere ed assurgere al ruolo di Vespasiani
Alberto
Che tristezza.
Carlo Giorgetti
Vorrei consigliare la notizia d un amico ma non c’è un link per farlo direttamente e la pigrizia di farlo da me ne blocca l’operazione.
rob.miniero
bah! a prima vista sembrano le cabine elettorali....

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
05.07.2022
Architetture umanitarie: il nuovo progetto Iuav per un campo profughi in Grecia
04.07.2022
Il Memoriale Brion di Carlo Scarpa è ora del FAI
04.07.2022
Presentato il masterplan del MIND - Milano Innovation District
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
08/07/2022 - chiesa di san francesco, udine
Banksy & Friends

22/09/2022 - palazzo strozzi
Olafur Eliasson
Mostra
26/09/2022 - bolognafiere
Cersaie 2022
Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno
gli altri eventi
  Scheda progetto:
Stefano Boeri Architetti

Quattro Volte

 NEWS CONCORSI
+05.07.2022
La Regione Toscana lancia il concorso 'Terza Torre'
+04.07.2022
Un concorso per riqualificare la Cavallerizza Reale di Torino
+28.06.2022
Prossima stazione: Cesena. Il concorso
+23.06.2022
In chiusura il concorso La Casa del Giglio
+21.06.2022
XVIII Premio di Architettura Città di Oderzo
tutte le news concorsi +

9010 novantadieci
ADA 2022_Apply now
Fugabella Color
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata