Puraluce

Black Selection


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Il pied-à-terre milanese firmato AIM studio
Il restyling di un piccolo appartamento dove la protagonista è un'isola scultorea in marmo al centro dell'area cucina
Autore: rossana vinci
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
10/01/2022 - Lo studio di di architettura e design AIM fondato nel 2012 da Claudio Tognacca ha curato i nuovi interni di un piccolo appartamento situato in una zona residenziale nel centro di Milano. Protagonista del progetto la grande isola posta al centro dell’area cucina: un blocco di marmo nero marquina attraversato da una lunga piattaforma di travertino, quasi a sfidare la gravità.

“L’intersezione di un volume e di una superficie, un pieno e un vuoto, il nero e il beige, la solidità e la leggerezza, fanno di questo elemento una scultura vivente e il centro della nostra pratica creativa. La forza del blocco di marmo nero, la texture granulosa del legno sulle pareti, le lunghe venature del travertino avvolgono l’intero appartamento. A partire dall’ingresso si è immediatamente immersi in un’esperienza totale che prosegue nel percorrere lo spazio e si amplifica con il viverlo” spiegano dallo studio AIM.

E continuano: “Questo progetto è nato dall’idea di voler includere comfort, flessibilità dello spazio, flusso della luce e design strutturato, in una superficie molto piccola. La luce naturale proveniente solo da un lato e la richiesta del cliente di aggiungere una stanza per gli ospiti rappresentavano un ulteriore vincolo. Attraverso un layout chiaro e un linguaggio architettonico incisivo abbiamo fatto fronte a queste esigenze. Lo spazio abitativo è diviso in zona notte e zona giorno. La zona giorno è ben definita da due setti che dal pavimento arrivano al soffitto. In uno di essi è stato incorporato l’angolo cottura e la dispensa, l’altro, a sua volta, raddrizza lo spazio ed incorpora un letto a ribalta e un armadio. Entrambi realizzati in legno scuro, questi setti corrono su due lati del perimetro, permettendo uno spazio aperto e fluido. Il terzo lato è composto da un sistema regolare di boiserie che cela le porte a bilico della camera da letto e del bagno. Quest’ultimo è concepito come uno scavo ricavato da un blocco intero di travertino”.

  Scheda progetto: A pied-à-terre in Milan
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto
Simone Bossi
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Stefano
TAAAAC
giovanin
l'altare sarcificale del pollo..
giovanin
l'altare sarcificale del pollo..

ULTIME NEWS SU CASE & INTERNI
24.01.2022
Un mini loft d'autore a Milano
24.01.2022
A Torino arrivano Camplus e Woody's
21.01.2022
Icaro Hotel: arte, design e architettura ai piedi delle Dolomiti
le altre news

  Scheda progetto:
AIM

A pied-à-terre in Milan

 NEWS CONCORSI
+24.01.2022
Taranto, in scadenza il bando per il recupero di Palazzo Frisini
+24.01.2022
Completamento del nuovo Ospedale “Giovanni Paolo II” di Ragusa
+21.01.2022
Il Comune di Tarquinia lancia due concorsi di idee
+19.01.2022
In chiusura il Premio Architettura Toscana, III Edizione
+18.01.2022
Scandicci: nuova scuola secondaria di 1° grado 'E.Fermi'
tutte le news concorsi +

ADA 2021_winners
ADA 2021_winners
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata