Summer Magnolia

GIACOMO

Soluzioni bagno

D-Neo


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

NEA

Ad Appiano la 'casa per tre generazioni' di monovolume architecture+design
La facciata è filtrata da un intreccio che si ispira ai vigneti della zona
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
03/05/2021 - Ad Appiano (BZ), tra i verdi filari delle viti, è situata Casa P2 di monovolume
Un nucleo abitativo residenziale, in cui tre generazioni convivono sotto lo stesso tetto. Visto dall’alto una “T” disegna il paesaggio: due volumi paralleli su cui è appoggiato un volume trasversale.

“Dopo la prima fase di demolizione fino al piano terra, abbiamo voluto rispettare la premessa del proprietario, ossia la volontà di rimanere vincolati alle condizioni statiche preesistenti” dichiarano Patrik Pedò e Juri Pobitzer, a capo di monovolume architecture+design. “Nella nuova abitazione il gioco dello specchio si lega alla duplicazione degli elementi a partire delle due unità residenziali, con due ingressi autonomi nascosti, due spazi esterni nascosti, due giardini con i corrispettivi spazi per gli animali e la trama della facciata a scorrimento che si alterna tra un modulo e l’altro. Al centro un elemento naturale, il cipresso attraversa il piano terra salendo fino alla loggia e guarda verso il cielo”.
 
Il piano interrato è adibito a cantina e spazio per gli attrezzi agricoli, mentre i piani superiori, legati al tema dell’abitare, ospitano al piano terra la zona giorno e al piano superiore la zona notti che appare sospesa rispetto al piano sottostante.
 
“La nostra sfida è stata quella di riproporre il paesaggio circostante anche in facciata. Al primo piano, la facciata, in metallo bronzeo, gioca su un’alternanza tra pieni-vuoti, luci-ombre, materia-luce, il tutto filtrato da una trama intrecciata che rimanda ai vigneti che circondano l’area”.
 
La terrazza del piano superiore, con gli infissi a scorrimento, lascia la possibilità di mantenere anche la propria autonomia e, quando aperta, di intravedere le montagne all’orizzonte.
 
“Al colore abbiamo voluto dare una nota di sol e giocare con i colori della terra, utilizzando il ‘porfido di Monticolo’ in facciata e nel muretto di recinzione, e con il bianco dell’intonaco nella parte superiore che s’innalza verso il blu del cielo”.

  Scheda progetto: House P2
Giovanni De Sandre
Vedi Scheda Progetto
Giovanni De Sandre
Vedi Scheda Progetto
Giovanni De Sandre
Vedi Scheda Progetto
Giovanni De Sandre
Vedi Scheda Progetto
Giovanni De Sandre
Vedi Scheda Progetto
Giovanni De Sandre
Vedi Scheda Progetto
Giovanni De Sandre
Vedi Scheda Progetto
Giovanni De Sandre
Vedi Scheda Progetto
Giovanni De Sandre
Vedi Scheda Progetto
Giovanni De Sandre
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU CASE & INTERNI
06.05.2021
A Tel Aviv un duplex che sfrutta il potere del vetrocemento
03.05.2021
Ad Appiano la 'casa per tre generazioni' di monovolume architecture+design
30.04.2021
Bun Milano, l’hamburgeria firmata Masquespacio è un espolosione di colori pastello
� le altre news

  Scheda progetto:
monovolume architecture + design

House P2

 NEWS CONCORSI
+13.05.2021
Un nuovo logo per La Nuvola
+10.05.2021
Il Mediterraneo, ovunque
+07.05.2021
Premio Europeo di Architettura Sacra 2021
+06.05.2021
Countdown per 'Images Gibellina'
+05.05.2021
Ristrutturazione urbanistica polo scolastico a Falconara Marittima
tutte le news concorsi +

ADA 2021_Apply now
ADA 2021_Apply now
Monochrome collections
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2021 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata