TOOA SPA


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Marazzi riscopre l'opera fotografica di Luigi Ghirri
Un inedito volume raccoglie una serie di fotografie conservate per decenni negli archivi dell’azienda emiliana
Autore: antonella fraccalvieri
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
1. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche 1. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche
26/05/2021 - Marazzi riscopre l'opera fotografica di Luigi Ghirri: un nucleo quasi totalmente inedito di fotografie conservate per decenni negli archivi dell’azienda emiliana, è al centro di una serie di iniziative volte alla valorizzazione della storia del brand. Un libro, un focus ai Musei Civici di Reggio Emilia e un sito dedicato fanno luce su una inedita collaborazione fatta di ricerca, creatività e amore per il territorio.
 
Nelle fotografie realizzate per Marazzi, Ghirri guarda appunto alla piastrella in modo nuovo. A differenza dei fotografi commerciali, si interessa profondamente al soggetto e lo interpreta liberamente: la piastrella diventa sfondo per una rosa, superficie su cui posare due pastelli, palcoscenico in miniatura per un pianoforte.
 
La ceramica" – scrive Luigi Ghirri a proposito del suo lavoro – "ha una storia che si perde nella notte dei tempi. È sempre stata un ‘oggetto’ su cui si vengono a posare altri oggetti: i mobili, i gesti, le immagini, le ombre delle persone che abitano quegli spazi. Realizzando queste immagini, ho ripensato a tutto questo e ho cercato di ricostruire, con l’aiuto di superfici di diversi colori, nella sovrapposizione degli oggetti e delle immagini, uno spazio che, invece di essere lo spazio fisico e misurabile di una stanza, fosse l’idea dello spazio mentale di un momento, di una sovrapposizione che può prodursi o si produce, in una delle numerose stanze riscoperte grazie a queste superfici. Questo lavoro, al di là di altri significati, è la ricostruzione di alcune stanze della mia memoria”.
 
Luigi Ghirri (1943) è nato a Scandiano in provincia di Reggio Emilia ma a tre anni si trasferisce a pochi chilometri di distanza, negli spazi del Collegio San Carlo di Sassuolo, nella frazione di Braida, un grande edificio neoclassico adattato ad abitazione per gli sfollati. Dal Collegio, ogni mattina, la maggior parte delle donne e degli uomini prende la bici e va a lavorare nelle fabbriche di ceramica vicine. Una di queste era la Marazzi, fondata a Sassuolo nel 1935 da Filippo Marazzi.
 
In questo territorio tra Modena e Reggio Emilia, dove il fotografo fa sempre ritorno e che vede la nascita di tanti dei suoi progetti seminali, Luigi Ghirri incontra Marazzi per la prima volta.
 
È il 1975 quando Ghirri varca le soglie dell’azienda: è in una fase di crescita e sperimentazione che lo porterà nel 1979 alla prima grande mostra personale a Parma. Marazzi è un’azienda leader nel settore della ceramica grazie al brevetto della monocottura, ha aperto filiali in Francia e Spagna, fa disegnare le sue piastrelle da artisti e stilisti e di lì a poco inaugurerà un laboratorio di ricerca, il Crogiòlo, in cui artisti, designer, fotografi, architetti sono liberi di sperimentare.
 
In questo contesto la poetica sensibile del fotografo e l’attitudine sperimentale dell’azienda si incontrano e danno vita ai Portfolio Marazzi, un progetto di ricerca fotografica in cui Ghirri coinvolge i fotografi John Batho, Cuchi White, Charles Traub per interpretare i nuovi brevetti e collezioni di Marazzi, e in cui la ceramica è letta come superficie e spazio mentale, possibilità infinita di composizione, luce e colore.
 
Trasformare la materia attraverso la forma, la luce e il colore per renderla viva: questo per Marazzi è fare ceramica” così Filippo Marazzi presentava il lavoro di ricerca della Marazzi e di Ghirri – “Non sorprende che l’occhio attento di un grande fotografo come Luigi Ghirri abbia colto con esattezza l’espressione di questa realtà e l’abbia interpretata secondo la propria personale lettura”.
 
Le molte immagini create da Ghirri per Marazzi sono state conservate da allora nell’archivio dell’azienda: un corpus di opere quasi totalmente inedito di foto e stampe in edizione limitata per lo più mai esposte o pubblicate, se non per il nucleo scelto per Foto/Industria 2019, a cura di Francesco Zanot, la Biennale dedicata alla fotografia della Fondazione MAST. Un patrimonio consistente che oggi, grazie all’impegno di Marazzi e alla collaborazione con l’Archivio Eredi Luigi Ghirri, è al centro di un’importante operazione di valorizzazione: la condivisione di un’esperienza culturale unica che aggiunge un tassello importante alla conoscenza dell’opera e della ricerca di un maestro della fotografia italiana.
 
Primo elemento di questa operazione è Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975 – 1985, un volume non destinato alla vendita che raccoglie una selezione di 30 fotografie realizzate dall’artista nel corso dei dieci anni di sodalizio con l’azienda, accompagnate da testi dello scrittore Cosimo Bizzarri e del critico fotografico e curatore Francesco Zanot.
 
Questa stessa selezione è anche il primo nucleo di opere presentate all’interno del sito dedicato, creato per rendere accessibile a tutti gli estimatori di Ghirri e al pubblico questo patrimonio: il sito sarà progressivamente arricchito con apparati, testi e informazioni sulle iniziative che verranno organizzate nel tempo. Infine, le immagini saranno protagoniste di un progetto espositivo su scala europea che ha il suo simbolico inizio con il piccolo focus sull’opera simbolo di questa operazione, ospitata nelle sale dei Musei Civici di Reggio Emilia a partire dal 21 maggio fino al 4 luglio 2021 nell’ambito di Fotografia Europea.
 
Essere riusciti a creare un solido e appassionato sodalizio con un artista così sensibile, peculiare, attento alla materia come Luigi Ghirri è una ragione di orgoglio per tutta l’azienda – sottolinea l’AD di Marazzi Mauro Vandini. "Mi fa piacere che in qualche modo questo sodalizio continui e sia oggi portato alla conoscenza di tutti gli amanti della fotografia e della creatività. Ringrazio soprattutto l’Archivio e Adele Ghirri per il prezioso supporto ricevuto per questo progetto.”
 
Per decenni, le immagini scattate da Ghirri per Marazzi sono state conservate in azienda – spiega Cosimo Bizzarri. "Riemergono oggi, per la prima volta riunite in un volume e in un sito, a certificare il successo di quella collaborazione tra un’azienda lungimirante e un artista che ha saputo rivolgere il suo sguardo geometrico e geniale, ironico e struggente anche su un oggetto bidimensionale, sottinteso per natura.”
 
La collaborazione con Marazzi si colloca in mezzo a due momenti cardine della carriera del fotografo emiliano – tra la fase di totale sperimentazione degli anni Settanta e quella che nella seconda metà degli anni Ottanta lo porta all’apice della sua ricerca sulla rappresentazione dei luoghi che è "Viaggio in Italia" (1984) – e in un certo senso costituisce le premesse e la sintesi di questi filoni di ricerca e interesse.
 
Come sottolinea nel volume Francesco Zanot: “Lontanissima dai canoni della promozione pubblicitaria, questa committenza è al contrario un’importante occasione per sperimentare che dimostra l’urgenza assoluta del fotografo emiliano nel mettere alla prova e proseguire un’esplorazione che tocca alcuni punti cruciali del nostro rapporto con il mondo.”


MARAZZI su ARCHIPRODUCTS


2. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche


3. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche


4. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche


5. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche


6. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche


7. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche


8. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche


9. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche



Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
14/01/2022
Le nuove lastre in ceramica Marazzi nel formato 60x180
Concepite come ampie tele bianche, le superfici White Deco si animano di decori floreali multicolor, botanici e tropical

25/10/2021
Decorativo e contemporaneo: il grès concrete effect Marazzi
Il nuovo rivestimento Cementum riproduce l'effetto del cemento colato con una combinazione di grafiche, colori e formati

27/09/2021
La mostra "Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975 – 1985"
Al Palazzo Ducale di Sassuolo, un nucleo inedito di fotografie di Ghirri racconta l'incontro e la collaborazione con Marazzi

08/09/2021
L'allestimento Marazzi firmato Antonio Citterio + Patricia Viel per la MDW 2021
Uno spazio ibrido e conviviale "che celebra non la cucina ma il cucinare, non il soggiorno ma lo stare insieme"

11/08/2021
Il nuovo rivestimento Mystone Travertino by Marazzi
Dettagli e imperfezioni, morbidezza al tatto e profondità grafica: il gres reinterpreta il fascino del marmo

31/05/2021
Oltre, la collezione di doghe in gres porcellanato Marazzi
La naturalezza del rovere incontra l’innovazione tecnologica del brand per una nuova serie di rivestimenti indoor e outdoor

14/05/2021
Marazzi presenta il nuovo rivestimento in gres Rice
Una inedita interpretazione dei mattoncini maiolicati fatti a mano, densi di smalto, lucidissimi e imperfetti

31/03/2021
Il pavimento in legno secondo Marazzi
Oltre, la nuova collezione di doghe in gres porcellanato ispirata al fascino del rovere

17/02/2021
Grafiche morbide, animo industrial. Plaza by Marazzi
La nuova collezione ispirata al cemento realizzata con il 40% di materiale riciclato

17/12/2020
Alba by Marazzi. Ispirazione marmo
Sostenibile e antibatterico, il nuovo rivestimento realizzato con il 40% di materiale riciclato

22/10/2020
Puro Marazzi Antibacterial. Estetica e protezione
Una nuova tecnologia antimicrobica e antibatterica per le superfici ceramiche

02/07/2020
Il gres Marazzi ispirato alla matericitĂ  del rovere
Venature riprodotte con naturalezza grazie a nuove tecnologie produttive


Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news piďż˝ precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHIPRODUCTS NEWS
15.08.2022
15.08.2022
12.08.2022
I classici in legno curvato di Thonet per il restyling dello storico Caffè Bellaria a Vienna
ďż˝ le altre news

2. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche
3. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche
4. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche
5. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche
6. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche
7. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche
8. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche
9. Luigi Ghirri. The Marazzi Years 1975/1985 - Eredi Luigi Ghirri - Courtesy Marazzi Ceramiche
1
2
3
MARAZZI

1
2
3
4
5
6
 »
LUME
GRANDE MARBLE LOOK
VERO
THE TOP KITCHEN
THE TOP BATHROOM
THE TOP FURNISHING
ECLETTICA | Rivestimento
ECLETTICA | Piastrelle con superficie tridimensionale
GRANDE Stone Look
GRANDE Metal Look
1
2
3
4
5
6
 »

MARAZZI

 NEWS CONCORSI
+09.08.2022
Gaudi La Coma Artists' Residences
+05.08.2022
Borse di studio sul paesaggio 2022/2023
+01.08.2022
Km delle meraviglie: consegna entro il 10 agosto
+29.07.2022
Museo Egizio 2024: il concorso internazionale di progettazione
+28.07.2022
Al via le iscrizioni per Arte Laguna Prize 17
tutte le news concorsi +

ADA 2022_Apply now
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicitŕ |  Rss feed
© 2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata