Revigres

Formani

Lafuma

Fr-one

Pupil


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Roche Bobois

OMA firma i nuovi spazi del New Museum
Sarà il primo progetto dello studio di Rem Koolhaas per un edificio pubblico a New York
Autore: rossana vinci
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Ph. © OMA/Bloomimages.de Ph. © OMA/Bloomimages.de
05/07/2019 - Entro il 2022 l’ampliamento del New Museum - l'unico museo dedicato all'arte contemporanea di Manhattan - dovrebbe essere ultimato. A darne notizia ufficiale è proprio lo studio OMA di Rem Koolhaas, che firmerà il nuovo edificio pronto ad affiancare quello già esistente, progettato da SANAA nel 2007.

Progettato da OMA / Shohei Shigematsu e Rem Koolhaas in collaborazione con Cooper, Robertson & Partners, i lavori per l'espansione del New Museum inizieranno nel 2020 per concludersi in soli due anni.
La nuova struttura integrerà e rispetterà l'annesso edificio pur affermando la propria identità distinta. Sette piani di cui tre di sole gallerie, una superficie di più di 5000 metri quadrati pronta a raddoppiare lo spazio espositivo del museo, oltre a spazi aggiuntivi per i numerosi programmi comunitari e di formazione del Museo, una sede permanente per NEW INC, nonché maggiori servizi pubblici.

L'edificio sostituirà l'attuale edificio al 231 di Bowery, acquisito circa dodici anni fa per fornire ulteriore spazio ai programmi ampliati del museo. Durante questo periodo, il New Museum ha costantemente utilizzato l'edificio per una serie di attività, tra cui lo spazio aggiuntivo della galleria, l'incubatore culturale del museo NEW INC, gli ufficii per Rhizome e IdeasCity, lo spazio per gli artisti, e diversi ambienti per lo stoccaggio e l’archiviazione.

Il nuovo edificio migliorerà inoltre la circolazione verticale con l'aggiunta di una scala panoramica nell’atrio, che offrirà una vista sul quartiere circostante. La scala e la nuova entrata si allineano al capolinea di Prince Street, aprendo il museo alla città. L'edificio fornirà anche tre nuovi ascensori (due dei quali sono dedicati alle gallerie) e spazi pubblici e servizi aggiuntivi, tra cui una lobby ampliata e una libreria, un forum di livello superiore che si collega alla Skyroom esistente e un nuovo ristorante da 80 posti. 

La facciata sarà un altro elemento distintivo del progetto. Tramite delle lastre in vetro stratificato con rete metallica, la facciata fornirà un esterno semplice che si integrerà e richiamerà il vicino edificio progettato da SANAA consentendo un grado più elevato di trasparenza. 

  Scheda progetto: New Museum’s Expansion
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
16.07.2019
Il MAXXI sperimenta il bracciale a conduzione ossea
15.07.2019
MÉCA: Bordeaux ha il suo nuovo polo culturale
12.07.2019
La prima Zecca d'Italia sarà il nuovo polo culturale romano
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
25/07/2019 - cantine toscane
In Wine the Truth
Cinema, architettura e vino
01/08/2019 - mazara del vallo
Il Museo Aperto. Periferica Festival 2019

19/09/2019 - catanzaro
MATERIA 2019

� gli altri eventi
  Scheda progetto:
OMA - Office for Metropolitan Architecture

New Museum’s Expansion

 NEWS CONCORSI
+16.07.2019
Call For Projects/Young
+15.07.2019
In chiusura Luce Arte Colore 2019
+12.07.2019
INSIGNA open call
+11.07.2019
In chiusura "La fabbrica trasparente"
+10.07.2019
IAHsummer 2019
tutte le news concorsi +

ADA 2019
Design Talks 2019
Roche Bobois
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2019 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati