Qquadro

Casalgrande Padana

SEVES SMART SOLUTIONS

G&D Cucine

Porte Comfort


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE CERSAIE
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Wazebo

Il nuovo waterfront di Salerno disegnato da Ricardo Bofill
Una ‘mezzaluna’ per Piazza della Libertà ed una ‘vela’ per Piazza della Concordia
Autore: roberta dragone
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
30/03/2010 – Due chilometri di lungomare, da Piazza della Libertà fino a Piazza della Concordia, sono oggetto dell’ambizioso intervento di riqualificazione già in parte avviata dall’amministrazione comunale di Salerno. Oltre alla realizzazione della Stazione marittima su progetto di Zaha Hadid e del nuovo porto turistico di Marina di Arechi che vede coinvolto Santiago Calatrava, la trasformazione prevede anche il rifacimento delle due piazze che delimitano i due chilometri di waterfront da valorizzare: Piazza della Libertà e Piazza della Concordia. Entrambe ridisegnate dalla matita di Ricardo Bofill, le due piazze ospiteranno rispettivamente una “mezzaluna” ed una “vela”. Quest’ultima sul modello del Vela Hotel già realizzato dall’architetto catalano a Barcellona.
 
A dicembre scorso il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca presentava ufficialmente il plastico del fronte mare nel Salone dei Marmi del Palazzo di Città: una riproduzione di circa 12 metri per raccontare il complessivo intervento di trasformazione urbanistica.
Il progetto di Bofill per Piazza della Libertà – grande spazio fronte mare compreso tra l’arenile di Santa Teresa ed il Molo Manfredi – prevede la realizzazione di un imponente edificio a forma di mezzaluna, noto come il Crescent. Si tratta di un complesso di edifici e porticato ad arco per un totale di 49.500 metri quadrati. Il porticato, edificato su due livelli fuori terra, è interamente destinato ad attività commerciali. Ulteriori cinque piani ospiteranno spazi direzionali e residenziali.
Sono inoltre previsti 90mila metri quadrati di parcheggi sotterranei, una piazza monumentale ad anfiteatro di circa 30mila metri quadrati, l’Archivio dell’Architettura Contemporanea, un’area coperta per eventi e manifestazioni, una passeggiata lungo la spiaggia e la riva del mare, con negozi, bar, ristoranti, punti di ristoro per il tempo libero.
Con un’altezza di circa 24 metri ed un diametro di 155 metri, il Crescent ha suscitato non poche polemiche, dividendo cittadini, tecnici e imprenditori. Particolarmente entusiasta del progetto è invece il sindaco De Luca che giudica positivamente l’imponenza dell’opera “non solo per la sua qualità urbanistica ed economica, ma anche perché muterà il destino di Salerno diventando un grande attrattore turistico, culturale e per il tempo libero”.
Poco distante dal Crescent sorgerà la stazione marittima firmata da Zaha Hadid, ormai in fase di ultimazione. I lavori per Piazza della Libertà sono stati avviati nel settembre scorso.
 
Ma il progetto più avveniristico sarà realizzato in Piazza della Concordia: una “vela” protesa verso il mare, alta circa 120 metri, che insieme al complesso a mezzaluna di Piazza della Libertà rivoluzionerà il lungomare della città.
Il disegno rimanda senza troppi dubbi all’hotel vela che Bofill ha progettato per Barcellona. Anche la struttura studiata per Salerno ospiterà un hotel, su una superficie di circa 19mila metri quadrati. All’interno troveranno spazio anche uffici, esercizi commerciali e servizi per il turismo. Un parcheggio interrato potrà ospitare fino a 1000 posti auto. Non sono previste residenze private. Il progetto prevede inoltre l’interramento di via Lungomare, nel tratto compreso tra piazza della Concordia e Piazza Mazzini.
 
La vasta opera di riqualificazione comporterà una spesa di circa 220 milioni di euro, di cui 70 solo per la vela. Per gran parte dell’investimento è previsto il project financing, mentre finanziamenti pubblici dovrebbero essere utilizzati solo per alcuni interventi strutturali, come l’interramento del lungomare. L’amministrazione comunale conta di poter concludere entro un anno l’iter amministrativo, in vista di una ambiziosa conclusione dei lavori per fine 2012.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook
Altri commenti per questa notizia
renzo marrucci
Di vago sapore colonialista come pure il palazzone circolare sopraelevato su una piattaforma tecnologica direttamente sul mare come a sedersi di spalle alla città. Volume terribile che non si sa se definire anni trenta o venti oppure prima... fate voi silenzio a sinistra.... nessuno alza la voce e neanche bisbiglia...

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
24.05.2016
Un grattacielo green nel cuore di Rio de Janeiro
23.05.2016
The Stairs by MVRDV: 180 gradini per una nuova topografia urbana
20.05.2016
La ristrutturazione di una vecchia azienda vinicola
» le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
27/05/2016 - teatro dell’arte, triennale di milano
DESIGN IN VALIGIA
Scoprire e ricordare Albini, Castiglioni, Magistretti e il Triennale Design Museum
27/05/2016 - palazzo franchetti, venezia
Zaha Hadid exhibition at the Palazzo Franchetti

28/05/2016 - torre massimiliana via de le motte 104 (isola di sant'erasmo), venezia
LACUNA/AE. Identità e Architettura Moderna a Venezia

» gli altri eventi
 NEWS CONCORSI
+24.05.2016
Persiceto Marmi promuove il concorso The B-Side 2.0
+23.05.2016
Young Architects Competitions lancia il contest Green Academy
+20.05.2016
Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017: il bando per il logo
+19.05.2016
La call POST_ARCH sul tema 'Cos'è l'architettura?'
+18.05.2016
Mura Creative: il concorso sul tema del 'giardino murato'
tutte le news concorsi +

Archiproducts Shop - The go-to shop for Architects and Design Enthusiasts
markilux
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2016 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati