Tile of Spain Awards

JULIUS


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


A Milano nasce il MIND Innovation Hub
OBR Open Building Research crea il ‘manifesto’ di una rinnovata sensibilità sociale e ambientale carbon zero
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
01/07/2022 - È stato presentato alla stampa il progetto di sviluppo della nuova area ovest di MINDMilano Innovation District
Paolo Brescia, Co-founder di OBR Open Building Research, ha presentato l’Innovation HUB, l’opera ad uso pubblico più prominente di MIND, cuore pulsante del distretto dell’innovazione e manifesto di una rinnovata sensibilità sociale e ambientale carbon zero. Uno spazio pubblico, accessibile e aperto, sempre vivo e vissuto all’insegna della sperimentazione e dell’inclusione.
 
Come un Giano bifronte, l’Innovation Hub si affaccia verso ovest sulla Gateway Square e verso est sulla Central Piazza, contribuendo alla sequenza di spazi pubblici interconnessi a partire dalla stazione della Metropolitana e della Ferrovia.
 
Riunendo attività educative, creative, culturali e di ricerca, l’Innovation Hub è stato pensato come il manifesto di una rinnovata sensibilità sociale e ambientale carbon zero.
 
L’architettura dell’Hub è un cubo di 36 metri di lato, caratterizzato da due colonnati a tutta altezza che, come due pronai contrapposti, si affacciano verso le piazze pubbliche a ovest e a est. I colonnati sono collegati a due androni speculari che conducono a loro volta verso la corte centrale, la quale estende la valenza pubblica del Common Ground fino alla terrazza panoramica sulla sommità.
 
La terrazza panoramica ad uso pubblico è protetta dalla grande copertura, il “flying carpet energetico”, che con i suoi 1.000 mq di pannelli fotovoltaici disegna il “quinto prospetto”: un dispositivo passivo e attivo che offre riparo e genera al contempo energia (200 megawatt ora/anno) contribuendo al fabbisogno dell’edificio. Si accende di notte e si ricarica di giorno.
 
La struttura interamente in legno è stata progettata secondo il metodo DFMA Design for Manifacturing and Assembly, e disegnata per liberare gli spazi interni da qualsiasi vincolo strutturale e impiantistico, a vantaggio di ambienti sempre più aperti, permeabili e flessibili.
 
Al suo interno ci saranno spazi per retail al piano terra e uffici e co-working nei cinque piani superiori, per un totale di 10.000 mq di superficie costruita che ospiteranno fino a 1.300 persone.
 
L’Innovation Hub è un progetto corale che vede fin dalle fasi iniziali il coinvolgimento attivo di Lendlease, con cui gli architetti hanno maturato la convinzione che l’HUB dovesse promuovere un rinnovato senso di urbanità: “Non è un edificio, ma un condensatore di relazioni. Non organizza, ma crea opportunità. Non serve, ma consente. Non è un risultato, ma un processo. Non ha a che fare con l’immagine, ma con il contenuto”, Paolo Brescia, socio fondatore di OBR.
 
Alla base dell’Innovation HUB vi è un’idea di innovazione che non è puramente tecnologica, ma “connettiva e relazionale”: connette le persone, creando relazioni nuove tra saperi differenti, cercando di risolvere quel “paradosso sociale” per il quale siamo tutti digitalmente connessi, ma senza una vera relazione. Continuiamo a inventare nuove tecnologie per connetterci gli uni agli altri, ma più media introduciamo, più desideriamo spazi di relazione attraverso l’architettura. Tuttavia, fisico e digitale non si escludono a vicenda, sono sempre più ibridati, verso ambienti sempre più agili, per definizione non prevedibili, serendipitici.
 
Più che un edificio isolato, l’Innovation Hub è pensato come un “sistema aperto”, caratterizzato da una architettura dialogica che, partendo dall’ascolto di chi la abiterà, lavora sul tempo, prima ancora che sullo spazio, accettando i futuri cambiamenti e rispondendo ai mutevoli desideri dei suoi abitanti.

  Scheda progetto: MIND West Gate Innovation Hub
OBR Open Building Research
Vedi Scheda Progetto
OBR Open Building Research
Vedi Scheda Progetto
OBR Open Building Research
Vedi Scheda Progetto
OBR Open Building Research
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
GiLa
Buoni propositi anche se mi associo ai commenti precedenti. Io valutavo un aspetto semplicemente estetico. Perché un cubo? Non abbiamo altre forme per esprimere un concetto innovativo? Perché cadere sempre nella solita dislocazione degli spazi tipo centro commerciale?
GiLa
Buoni propositi anche se mi associo ai commenti precedenti. Io valutavo un aspetto semplicemente estetico. Perché un cubo? Non abbiamo altre forme per esprimere un concetto innovativo? Perché cadere sempre nella solita dislocazione degli spazi tipo centro commerciale?
BFa
Edificio molto bello. Ma i lettori vi pregano di correggere in effetti l'articolo, per non cadere nell'ormai tristemente onnipresente green washing. Gli architetti saranno responsabili delle loro menzogne, voi lo siete di quello che scrivete. Un edificio 100% vetrato (compresa copertura!!!!), con SECONDA struttura metallica, senza oscuranti esterni, interamente vetrata a Nord, pure con un vuoto centrale che raddoppia le dispersioni superficiali, è assolutamente l'antitesi di un edificio "manifesto" carbon zero. Oltre al peso di CO2 della costruzione, riempire di pannelli solari (che non si vedono nelle immagini) una copertura per compensare i sovraconsumi non è proprio un "manifesto" del costruire intelligente. Cominciamo a dar peso alle parole. Cominciamo a sentirci responsabili di quello che diciamo e che soprattutto facciamo credere alla popolazione? La comunicazione è fondamentale per ben sensibilizzare le persone: per favore, non credete a tutto quello che vi viene inviato da pubblicare..
BFa
I lettori vi pregano di correggere in effetti l'articolo, per non cadere nell'ormai tristemente onnipresente green washing. Gli architetti saranno responsabili delle loro menzogne, voi lo siete di quello che scrivete. Un edificio 100% vetrato (compresa copertura!!!!), con SECONDA struttura metallica, senza oscuranti esterni, interamente vetrata a Nord, pure con un vuoto centrale che raddoppia le dispersioni superficiali, è assolutamente l'antitesi di un edificio "manifesto" carbon zero. Oltre al peso di CO2 della costruzione, riempire di pannelli solari (che non si vedono nelle immagini) una copertura per compensare i sovraconsumi non è proprio un "manifesto" del costruire intelligente. Cominciamo a dar peso alle parole. Cominciamo a sentirci responsabili di quello che diciamo e che soprattutto facciamo credere alla popolazione? La comunicazione è fondamentale per ben sensibilizzare le persone: per favore, non credete a tutto quello che vi viene inviato da pubblicare..
Salvatore Cozzolino
Ma com'è che quando entro in edifici del genere chi ci lavora si lamenta della totale mancanza di pryvacy e si muore di caldo o di freddo (a meno di potenti sistemi di condizionamento) e questo, invece, é il "manifesto di una rinnovata sensibilità sociale e ambientale carbon zero"?
Salvatore Cozzolino
Ma com'è che quando entro in edifici del genere chi ci lavora si lamenta della totale mancanza di pryvacy e si muore di caldo o di freddo (a meno di potenti sistemi di condizionamento) e questo, invece, é il "manifesto di una rinnovata sensibilità sociale e ambientale carbon zero"?

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
29.09.2022
Completato il “grattacielo biofilico” di Singapore
28.09.2022
StudioAlami vince il concorso per il miglior giardino agrivoltaico
26.09.2022
Borgo del Forte Campus: i 4 studi italiani in gara
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
30/09/2022 - palazzina reale piazza della stazione 50, firenze
Talk con JKMM Architects
Talk
07/10/2022 - complesso di san domenico maggiore vico san domenico maggiore 18, napoli (italia)
Edit Napoli 2022
Fiera del design editoriale e d’autore
07/10/2022 - studio trisorio, via carlo poerio 116, napoli
Colore di base

gli altri eventi
  Scheda progetto:
OBR Open Building Research

MIND West Gate Innovation Hub

 NEWS CONCORSI
+29.09.2022
Greening the Industrial City: un parco industriale lungo il corso d'acqua naturale di Houston
+28.09.2022
Al via Art Cathedral, il nuovo concorso di idee di YAC
+26.09.2022
Piazza Armerina: percorsi e accessibilità nel centro storico
+21.09.2022
Gaudí La Coma Artists' Residences
+19.09.2022
Wood Architecture Prize by Klimahouse: la call per innovatori del settore costruzioni
tutte le news concorsi +

Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata