SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Olimpia

Apre oggi ad Hong Kong il museo M+ di Herzog & de Meuron
Il primo spazio permanente dedicato alla cultura visiva contemporanea in Asia è l'ultima aggiunta allo skyline del Victoria Harbour
Autore: rossana vinci
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
12/11/2021 - L' M+, il museo a forma di T di Herzog & de Meuron inaugura oggi ad Hong Kong. Il centro culturale dedicato alla cultura visiva, è l'ultima aggiunta allo skyline del Victoria Harbour, sulla quale stanno sorgendo diversi musei, teatri, spazi espositivi oltre ad un parco pubblico di 14 ettari.

L’apertura al pubblico del nuovo e ambizioso museo delle arti visive, unico nel suo genere e progettato dallo studio Herzog & de Meuron insieme con TFP Farrells, fu inizialmente prevista per il 2018, in seguito posticipata per questioni burocratiche.
Il museo, che occupa una superficie espositiva di 65.000 metri quadrati suddivisa in 33 gallerie, nasce con l’intento di celebrare tutte le forme d’arte contemporanee del ventesimo e ventunesimo secolo: oltre a pittura, scultura, architettura e design, l’esposizione riguarderà anche le 'nuove' tecniche artistiche tra cui fotografia e video, con una particolare attenzione agli artisti asiatici.

L'imponente forma architettonica del museo consiste in monumentali volumi orizzontali e verticali – un ampio podio e una torre sorprendentemente snella – che rievoca le tipologie del paesaggio architettonico di Hong Kong e la loro sensibilità alle condizioni urbane locali. 
Sotto il sito in cui sorge l’M+ si trovano la MTR Airport Express e la Tung Chung Line. Se da una parte questa condizione preesistente ha rappresentato una sfida per la progettazione e la costruzione del museo, dall’altra è anche diventata un punto di partenza per l'edificio: lo scavo intorno ai tunnel ferroviari è stato reso dai progettisti uno spazio utile per ospitare installazioni dinamiche e rotanti.

L'edificio include anche tre cinema, una mediateca, un learning hub, un centro di ricerca, negozi, ristoranti, un bar, una members lounge e alcuni spazi per uffici, con un roof garden che offre una vista spettacolare su Victoria Harbour. 
La maggior parte delle gallerie sono disposte su un ampio podio al secondo piano che offre ai visitatori un'esperienza fluida e interconnessa attraverso le varie esposizioni. 
La torre definisce un dialogo visivo con il paesaggio urbano di Hong Kong. Il podio e la torre sono uniti come strutture di cemento rivestite di piastrelle di ceramica che riflettono le mutevoli condizioni di luce e tempo, distinguendosi dai vicini grattacieli in vetro e acciaio. La facciata della torre presenta inoltre un sistema a LED per la visualizzazione di contenuti multimediali relativi al museo.

“M+ ha certamente il potenziale per diventare il principale museo di cultura visiva in Asia – ha affermato invece Jacques Herzog, socio fondatore di Herzog & de Meuron – esso esprime al meglio la direzione da seguire per celebrare una cultura mondiale, senza confini, dove la diversità, l'uguaglianza e l'accesso ad ogni forma d'arte sono stati concetti che hanno direzionato la progettazione fin dall'inizio. Questo tipo di diversità è parte del DNA del M+. Questo lo rende un museo attento alla cultura locale, ma allo stesso tempo universale e aperto; è e sarà un punto di incontro per i visitatori di tutto il mondo".

  Scheda progetto: M+
Kevin Mak - Courtesy of M+, Hong Kong
Vedi Scheda Progetto
Kevin Mak - Courtesy of M+, Hong Kong
Vedi Scheda Progetto
Kevin Mak - Courtesy of M+, Hong Kong
Vedi Scheda Progetto
Kevin Mak - Courtesy of M+, Hong Kong
Vedi Scheda Progetto
Kevin Mak - Courtesy of M+, Hong Kong
Vedi Scheda Progetto
Kevin Mak - Courtesy of M+, Hong Kong
Vedi Scheda Progetto
Kevin Mak - Courtesy of M+, Hong Kong
Vedi Scheda Progetto
Kevin Mak - Courtesy of M+, Hong Kong
Vedi Scheda Progetto
Kevin Mak - Courtesy of M+, Hong Kong
Vedi Scheda Progetto
Kevin Mak - Courtesy of M+, Hong Kong
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Zaira Dato
Herzog et De Meuron sono sempre raffinati e sobri. Sul fronte dell'architettura urbana e del tipo figurale In questo caso rimandano in parte al modello cartesiano di Le Corbusier ideato per New York, oltre che alla soluzione del palazzo, cartesiano anch'esso, ma su piastra, di Skidmore, Owings e Merrill in U.S.A. intorno agli anni '60.
Zaira Dato
Herzog et De Meuron sono sempre raffinati e sobri. Sul fronte dell'architettura urbana e del tipo figurale In questo caso rimandano in parte al modello cartesiano di Le Corbusier ideato per New York, oltre che alla soluzione del palazzo, cartesiano anch'esso, ma su piastra, di Skidmore, Owings e Merrill in U.S.A. intorno agli anni '60.
Zaira Dato
Herzog et De Meuron sono sempre raffinati e sobri. Sul fronte dell'architettura urbana e del tipo figurale In questo caso rimandano in parte al modello cartesiano di Le Corbusier ideato per New York, oltre che alla soluzione del palazzo, cartesiano anch'esso, ma su piastra, di Skidmore, Owings e Merrill in U.S.A. intorno agli anni '60.
Zaira Dato
Herzog et De Meuron sono sempre raffinati e sobri. Sul fronte dell'architettura urbana e del tipo figurale In questo caso rimandano in parte al modello cartesiano di Le Corbusier ideato per New York, oltre che alla soluzione del palazzo, cartesiano anch'esso, ma su piastra, di Skidmore, Owings e Merrill in U.S.A. intorno agli anni '60.
Zaira Dato
Herzog et De Meuron sono sempre raffinati e sobri. Sul fronte dell'architettura urbana e del tipo figurale In questo caso rimandano in parte al modello cartesiano di Le Corbusier ideato per New York, oltre che alla soluzione del palazzo, cartesiano anch'esso, ma su piastra, di Skidmore, Owings e Merrill in U.S.A. intorno agli anni '60.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
26.11.2021
La Pista500: il nuovo giardino pensile sulla pista del Lingotto
26.11.2021
Nuova veste per gli uffici di QBE Europe a Milano
25.11.2021
Il volto dei nuovi uffici KPMG a Roma
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
01/12/2021 - centro saint-bénin, aosta
Architetture contemporanee sulle Alpi occidentali italiane

06/12/2021 - online
Conservare il vuoto

19/12/2021 - online
#dieciXdieci
Documentario
� gli altri eventi
  Scheda progetto:
Herzog & de Meuron

M+

 NEWS CONCORSI
+26.11.2021
Cosentino presenta la 16a edizione della Cosentino Design Challenge
+26.11.2021
In scadenza il concorso 'Hangar Ticinum'
+25.11.2021
Esperimenti Architettonici lancia Abitare Circolare
+24.11.2021
'Milan Navigli Canal Challenge'
+23.11.2021
Livorno: concorso per il restauro urbano di via Grande
tutte le news concorsi +

Black Week promo
Design Center
Barrisol Clim
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2021 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata