Puraluce

nanoeX_office

Surface Finder

EMOTIONAL LIGHT

Serie H 1068 - Moon


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Quadrifoglio Group

Incendio Torre dei Moro: le prime ipotesi sulle cause
L’edificio residenziale in via Antonini, divorato dal fuoco, svettava nello skyline milanese con i suoi 16 piani di altezza
Autore: rossana vinci
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Foto: blog.urbanfile.org Foto: blog.urbanfile.org
31/08/2021 - Mentre rimane ancora "in fase di spegnimento", secondo i vigili del fuoco, l’incendio che domenica pomeriggio ha velocemente avvolto la Torre dei Moro, edificio residenziale di 16 piani in via Antonini a Milano, si fanno avanti le prime ipotesi sulle cause che hanno scatenato le fiamme.
Il grattacielo, costruito solo dieci anni fa e abitato da 60 famiglie è stato letteralmente divorato dal fuoco lasciando per fortuna illesi tutti gli inquilini del palazzo.  

I video girati durante il rogo mostrano le prime fiamme svilupparsi in un appartamento al 15° piano, fuoriuscire dal balcone ed estendersi in pochi minuti a tutto il fianco del palazzo. Ad azionare la scintilla potrebbe essere stato un cortocircuito che pare abbia intaccato soprattutto la struttura esterna di rivestimento costituita da lastre di polistirene e alluminio. 
Tramite “effetto camino”, creato tra i pannelli di rivestimento e l’ossatura principale del grattacielo – che ha consentito alle fiamme di travolgere l’intero edificio – l’aria contenuta in quello spazio così ridotto, ha contribuito a far correre le fiamme che hanno trasformato la torre in una torcia. 
Gli stessi pannelli di rivestimento, dunque, non hanno retto al fuoco e proprio il fatto che non fossero ignifughi sarà uno dei temi delle prossime indagini. 

Il professor Angelo Lucchini, docente di Architettura tecnica al Politecnico di Milano, nelle prime ore dopo l'incendio aveva dichiarato al Corriere della Sera: "posso fare solo delle ipotesi sulla base di quel che vedo e di quel che leggo: visto che il fuoco pare si sia propagato solo all'esterno, se qualcosa non ha funzionato riguarda esclusivamente l'involucro e in particolare il suo rivestimento. Significa cioè che il sistema di sicurezza interno ha funzionato". Secondo Lucchini l'esterno del palazzo si è incendiato "perché il rivestimento è stato realizzato con materiale combustibile, in grado di reagire rapidamente all'innesco". 
"Il rivestimento delle facciate – aveva aggiunto il professore - "è inappropriato e non si concilia con i requisiti di sicurezza rispetto al fuoco previsti dal ministero dell'Interno per gli edifici civili". Un obbligo non esiste, ha sottolineato Lucchini: "Le linee guida preparate dai vigili del fuoco per il ministero, fatte peraltro molto bene, hanno valore di raccomandazione. È però auspicabile che, anche alla luce di questo caso milanese, si acceleri il passaggio a un livello obbligatorio".

Nei prossimi passaggi dell’inchiesta si acquisirà tutta la documentazione relativa alle modalità di costruzione del grattacielo e ai materiali utilizzati. 

Anche il sindaco Beppe Sala ha chiesto risposte in tempi brevi: “La Torre dei Moro è stata costruita poco più di 10 anni fa e non è accettabile che un edificio così moderno si sia dimostrato del tutto vulnerabile”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
PAOLO BATTISTI
Sarebbe opportuno sulla base di quanto accaduto analizzare con attenzione l'uso dei cappotti termici che fanno ricorso al poliuretano espanso o altri materiali combustibili specialmente con la loro larga diffusione legata al supebonus 110. Esistono numerosi esempi di incendi di tale tipo in edifici a torre accaduti in Francia e quello ben noto di Londra in anni precedenti al 2021. L'effetto camino è solo un fenomeno che ha contribuito alla diffusione dell'incendio che si è esteso anche ai piani più bassi.
PAOLO BATTISTI
Sarebbe opportuno sulla base di quanto accaduto analizzare con attenzione l'uso dei cappotti termici che fanno ricorso al poliuretano espanso o altri materiali combustibili specialmente con la loro larga diffusione legata al supebonus 110. Esistono numerosi esempi di incendi di tale tipo in edifici a torre accaduti in Francia e quello ben noto di Londra in anni precedenti al 2021. L'effetto camino è solo un fenomeno che ha contribuito alla diffusione dell'incendio che si è esteso anche ai piani più bassi.
Ettore ING SILVERIO
Incendio simile a quello della torre di Londra di 4 anni fa dove ci furono diversi morti tra cui due giovani architetti italiani. Materiali esterni combustibili nei due casi. L'obbligo di prodotti ignifughi nell'edilizia dev'essere esteso a tutti i materiali impiegati. CON TUTTI I CAPPOTTI DEL SUPERBONUS IN FASE DI REALIZZAZIONE COME LA METTIAMO?
Ettore ING sILVERIO
Incendio simile a quello della torre di Londra di 4 anni fa dove ci furono diversi morti tra cui due giovani architetti italiani. Materiali esterni combustibili nei due casi. L'obbligo di prodotti ignifughi nell'edilizia dev'essere esteso a tutti i materiali impiegati. CON TUTTI I CAPPOTTI DEL SUPERBONUS IN FASE DI REALIZZAZIONE COME LA METTIAMO?
Michele Vignati
Chissà...anche il dentro non sembra sia stato risparmiato...ci diranno..
Michele Vignati
Chissà...anche il dentro non sembra sia stato risparmiato...ci diranno..
Michele Vignati
Chissà...anche il dentro non sembra sia stato risparmiato...ci diranno..
GiampaoloMarchi
Una facciata ventilata che ha innescato un effetto camino. Ma se l’incendio epartito dal 15° piano le fiamme sono state alimentate da un materiale di facciata estremamente [email protected]
Arch.alfredo De Pasquale.
L' effetto camino,ottima soluzione termotecnica per la ventilazione della facciata, si è posto come limite alla gestione della prima fiamma in caso d'incendio. In questo caso non c'è materiale con caratteristiche ignifughe che tenga. Bisogna, per il futuro trovare sistemi che pur assicurando ventilazione non alimentino fiamme.
Arch.alfredo De Pasquale.
L' effetto camino,ottima soluzione termotecnica per la ventilazione della facciata, si è posto come limite alla gestione della prima fiamma in caso d'incendio. In questo caso non c'è materiale con caratteristiche ignifughe che tenga. Bisogna, per il futuro trovare sistemi che pur assicurando ventilazione non alimentino fiamme.
Arch.alfredo De Pasquale.
L' effetto camino,ottima soluzione termotecnica per la ventilazione della facciata, si è posto come limite alla gestione della prima fiamma in caso d'incendio. In questo caso non c'è materiale con caratteristiche ignifughe che tenga. Bisogna, per il futuro trovare sistemi che pur assicurando ventilazione non alimentino fiamme.
Arch.alfredo De Pasquale.
L' effetto camino,ottima soluzione termotecnica per la ventilazione della facciata, si è posto come limite alla gestione della prima fiamma in caso d'incendio. In questo caso non c'è materiale con caratteristiche ignifughe che tenga. Bisogna, per il futuro trovare sistemi che pur assicurando ventilazione non alimentino fiamme.
Arch.alfredo De Pasquale.
L' effetto camino,ottima soluzione termotecnica per la ventilazione della facciata, si è posto come limite alla gestione della prima fiamma in caso d'incendio. In questo caso non c'è materiale con caratteristiche ignifughe che tenga. Bisogna, per il futuro trovare sistemi che pur assicurando ventilazione non alimentino fiamme.
Antonio Orrù
Sicuramente hanno interagito varie cause e tra queste, probabilmente, quella che si trattasse di una facciata ventilata, come mi è parso di capire (vedi l'EFFETTO CAMINO di cui si parla nell'articolo)
Antonio Orrù
Sicuramente hanno interagito varie cause e tra queste, probabilmente, quella che si trattasse di una facciata ventilata, come mi è parso di capire (vedi l'EFFETTO CAMINO di cui si parla nell'articolo)
Fava Valter
Nel paese Italia quando si deve costruire ti viene imposto burocrazia e rispetto delle norme al fine di raggiungere la conformità ed agibilità della costruzione, poi tutto sfuma è diviene nulla quando come in questo caso avviene un disastro si impara che le leggi nella realtà...sono raccomandazioni e/o precauzioni !! Meditate...siamo sempre un paese da terzo mondo sottosviluppato...altro che occidente evoluto !!
marco cannoni
Un edificio dovrebbe essere sempre costruito a regola d'arte, o no?
Ermanno Spina
Buongiorno, fino a quando non si stabilisra' con esattezza marca e modello, anno di costruzione ed Euroclasse di apparteneza del pannello sapremo tutti affermare che il pannello e' combustibile. La differenza l'avrebbe fatta chi - sulla base delle 4 informazioni sopra riportate - avesse saputo riconoscere che il pannello era combustibile PRIMA dell'incendio e soprattutto avesse agito di conseguenza. Penso ne sentiremo "delle belle" su questo incendio.
Ermanno Spina
Buongiorno, fino a quando non si stabilisra' con esattezza marca e modello, anno di costruzione ed Euroclasse di apparteneza del pannello sapremo tutti affermare che il pannello e' combustibile. La differenza l'avrebbe fatta chi - sulla base delle 3 informazioni sopra riportate - avesse saputo riconoscere che il pannello era combustibile PRIMA dell'incendio e soprattutto avesse agito di conseguenza. Penso ne sentiremo delle belle su questo incendio.
Ermanno Spina
Buongiorno, fino a quando non si stabilisra' con esattezza marca e modello ed anno di costruzione del pannello sapremo tutti affermare che il pannello e' combustibile. La differenza l'avrebbe fatta chi - sulla base delle 3 informazioni sopra riportate - avesse saputo riconoscere che il pannello era combustibile PRIMA dell'incendio e soprattutto avesse agito di conseguenza. Penso ne sentiremo delle belle su questo incendio.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
24.09.2021
Solitaria e monolitica: è la Chiesa di Santa Maria Goretti a Mormanno
23.09.2021
Il Padiglione Italia di Expo Dubai ai Construction Innovation Awards
22.09.2021
A Milano nasce Bosconavigli: un organismo vivo e sostenibile
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
01/10/2021 - bolognafiere
Lectio magistralis di Shigeru Ban
Lectio magistralis
01/10/2021 - triennale milano
10 viaggi nell’architettura italiana

02/10/2021 - roma
Open House Roma 2021

� gli altri eventi
 NEWS CONCORSI
+22.09.2021
Concorso di progettazione per la nuova scuola elementare a Valdaora di Sopra
+20.09.2021
'Desert Accommodation', progettare una guest house privata nel Sahara
+17.09.2021
Centralità Urbane 2021
+16.09.2021
Mediterranean Cultural Gate
+14.09.2021
Ex Carcere Santo Stefano-Ventotene: in scadenza il concorso per la riqualificazione
tutte le news concorsi +

Monochrome collections
Design Service
Olimpia
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2021 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata