Terre

Wallpaper

Torii

Monochrome collections


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

PRATIC F.lli ORIOLI

Un nuovo polo creativo nella ex fabbrica di sigari di Firenze
Al via i lavori della Factory di Manifattura Tabacchi
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
08/04/2021 – A settembre 2022 riapriranno a Firenze gli ex spazi produttivi di Manifattura Tabacchi - ex fabbrica di sigari fiorentina - tra i principali progetti di rigenerazione urbana in atto in Italia. La Factory sarà un nuovo centro cittadino dedicato ai maker contemporanei, con atelier, uffici, co-working, ristoranti e spazi espositivi.
Il progetto architettonico, firmato dallo studio fiorentino Q-bic, affiancati dal paesaggista Antonio Perazzi, trasformerà il complesso in un polo creativo e produttivo all’avanguardia, aperto a tutti e connesso con il mondo; sarà una destinazione per professionisti e creativi che vogliono lavorare e vivere a Firenze, tra cultura, moda, arte e artigianato.
 
Lo sviluppo della Factory prevede un investimento di 30 milioni di euro e interessa una superficie totale di oltre 21.000 mq, e in particolare gli edifici 4, 5 e 11 di Manifattura Tabacchi, originariamente adibiti alla produzione di sigari e sigarette. 
 
"L’edificio 4 e lo speculare edificio 5 ospiteranno, al primo piano, i nuovi spazi direzionali e di co-working; il piano terra sarà invece dedicato ad attività commerciali con negozi, atelier e ristoranti, configurandosi come un nuovo centro d’incontro e di scambio ispirato alle botteghe che un tempo fiorivano intorno alle piazze centrali della città. Sarà questa la nuova casa dei maker di Manifattura Tabacchi, una comunità stabile di creativi che valorizzano l’arte del fare - dalla sartoria alla ceramica, dai cappelli ai restauri - e innovano la tradizione. 
 
Nel cuore della Factory, l’edificio 11 ospiterà NAM-Not a Museum, luogo dedicato alla produzione, ricerca e sperimentazione per le arti contemporanee. 
Sul tetto dell’edificio nascerà quello che è il vero e proprio landmark dell’intero Masterplan: l’Officina Botanica, un giardino pensile aperto al pubblico, progettato dal paesaggista Antonio Perazzi, con oltre 100 alberi e 1300 tra arbusti, piante perenni ed erbe. Il progetto verde celebra la capacità delle piante di migliorare l’ambiente e propone un incontro scientifico e culturale di reciproca conoscenza tra le piante e l’uomo, contribuendo simbolicamente a ridurre le emissioni di CO2 e migliorare la qualità dell’aria, per uno sviluppo sostenibile, flessibile e a basso impatto energetico in linea con il principio di rigenerazione, non solo dal punto di vista culturale e architettonico, ma anche ambientale.
 
La Factory sarà costeggiata da due strade pedonali: Maker Street, su cui affacceranno laboratori e officine esponendo i propri manufatti; il Boulevard, il nuovo passaggio ciclopedonale che attraverserà Manifattura da nord a sud, collegando il quartiere universitario di Novoli col Parco delle Cascine in corrispondenza della fermata della nuova tramvia T4.
 
Il recupero della Factory si inserisce nel più ampio Masterplan di Manifattura Tabacchi, che prevede un articolato mix funzionale tra edifici originali recuperati e nuova costruzione. L’ambizioso piano è stato sviluppato da progettisti di fama mondiale: con un approccio originale e sensibile Sanaa (premio Pritzker 2010) in collaborazione con Studio Mumbai ha elaborato il meticoloso programma funzionale inizialmente proposto da Concrete Architectural Associates. Lo sviluppo del Masterplan è stato poi affidato allo studio Q-bic, a Studio Antonio Perazzi e ai pluripremiati Piuarch per la nuova costruzione. L’avanzamento del cantiere e la messa in funzione degli spazi temporanei hanno segnato l’inizio di un dialogo costante con la Soprintendenza dei Beni Culturali di Firenze e con esperti internazionali di restauro e conservazione, progettazione del verde e sostenibilità ambientale.
 
Lo sviluppo futuro della factory
Il progetto di sviluppo proseguirà con la riqualificazione dell’edificio 10, localizzato nell’area del nuovo accesso sud: l’ex centrale termica della Manifattura Tabacchi diventerà un birrificio, pensato come luogo di produzione e degustazione di birra artigianale.
L’edificio 12, a nord del nucleo centrale della Factory, proporrà invece il primo prodotto residenziale di Manifattura: il progetto di Q-bic prevede laboratori per artisti e designer al piano terra e loft d’ispirazione industriale al piano primo che reinterpretano con gusto contemporaneo il tradizionale concetto di “uscio e bottega”.
Nella Manifattura Tabacchi di domani altro punto di riferimento per la collettività sarà la piazza dell’Orologio, uno spazio pubblico per eventi e installazioni contemporanee, dove si affacciano l’edificio 6 di Polimoda, l’edificio 7, che sarà riconvertito in loft residenziali progettati da Patricia Urquiola e l’edificio 8, che ospiterà uffici e residenze progettate da Quincoces-Dragò & Partners".

  Scheda progetto: The Factory
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
arch. Alessandro Bellini - firenze 338 1461468
sono ormai un vecchio architetto ma notizie come questa mi riconciliano con la civiltà contemporanea. Non tutto è perduto, quindi. Spero proprio che il recupero della "Manifattura" si verifichi davvero. Anni or sono feci parte attiva di un comitato che si battè per far si che quel complesso non divenisse, come prevedeva il Comune, un orribile contenitore di ben 700 appartamenti, con due torri e vari centri commerciali. Finita e vinta quella bataglia ho seguito dall'esterno lo sviluppo di uno o più progetti appropriati, degni di innestarsi su un'opera insigne (come tante altre) di Pierluigi Nervi. Vedere le immagini contenute in questo articolo, pandemia permettendo, rigenera il mio entusiasmo e mi riconcilia con il mondo. Complimenti e infiniti auguri.
MICHAEL PLAYFORD
DO NOT FORGET PARKING
Michael Playford
PLEASE KEEP ME INFORMED OF PROGRESS MICJHAEL
Giovanni
Finito con la lezione di lingue straniere ?
Claudio
A Firenze, notoria patria delle nostra lingua, non potevano mancare una Factory, una Maker Street, un Boulevard e chissà cos'altro.....

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
09.04.2021
ADA 2021: i volti della giuria
09.04.2021
Terminati i lavori de La Poste du Louvre di Dominique Perrault
08.04.2021
Un nuovo polo creativo nella ex fabbrica di sigari di Firenze
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
14/05/2021 - toolbox coworking, torino
Eyes On the Netherlands

22/05/2021 - venezia
Biennale Architettura 2020. 17. Mostra Internazionale di Architettura

26/05/2021 - maxxi roma
Casaballa. Dalla casa all’universo e ritorno

� gli altri eventi
  Scheda progetto:
studio q-bic

The Factory

 NEWS CONCORSI
+14.04.2021
Europan 16_Italia-Living City
+13.04.2021
BigMat International Architecture Award '21
+12.04.2021
II edizione del Premio Italiano di Architettura
+08.04.2021
Il concorso per il logo della piattaforma Concorsiarchibo
+06.04.2021
Una notte al Museo
tutte le news concorsi +

PRATIC F.lli ORIOLI
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2021 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata