RenoMatic

Color collection


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Terrazzo

Nuovo Centro Direzionale della Regione Sicilia: c’è il vincitore
Una cordata franco-italiana si aggiudica il concorso internazionale
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
18/03/2021 - Una cordata franco-italiana, guidata dallo studio di architettura e urbanistica Leclercq Associés, con Nicolas Laisné Architectes, Clément Blanchet Architecture, lo studio di ingegneria e architettura Tekné s.p.a. e Base Paysage per il paesaggio, vince il concorso internazionale per il Nuovo Centro Direzionale della Regione Sicilia.
 
Situato nel cuore della capitale siciliana, il progetto del Nuovo Centro Direzionale è guidato da un approccio urbano.
Spiega François Leclercq: «Un’architettura del territorio, tra città, mare e montagne, radicata al suolo pubblico della città e rivolta al paesaggio siciliano, attraverso un percorso panoramico di scoperta dei suoi orizzonti imperdibili. Un nuovo “brano” della città mediterranea, che, attraverso le sue piazze e il suo basamento vibrante, offre uno spazio urbano intenso, aperto ai cittadini e al servizio dei suoi abitanti. Il progetto splenderà e animerà il quartiere, la città e il territorio siciliano».

La cittadella amministrativa, polarità metropolitana di 120 000 m², punterà a definire nuovi modi di vivere il tempo del lavoro e lo spazio urbano, all’insegna delle nuove sfide ambientali. Gli edifici saranno organizzati intorno ad un corso centrale e a tre piazze, rivisitando il modello urbano mediterraneo. Il piano terra, aperto alla città, ospiterà una varietà di funzioni e servizi per tutti: un auditorium, negozi, caffè e ristoranti, un centro benessere, un centro fitness, una chiesa, un asilo nido, un complesso scolastico, una biblioteca ed uno spazio artistico.
 
«Una proposta volta alla creazione di un’architettura mediterranea contemporanea, in grado di rispondere alle nuove urgenze climatiche ed ambientali» Nicolas Laisné. Gli edifici presentano una struttura in legno e acciaio, e facciate in pietra, provenienti dalle diverse cave della regione. L’impianto e l’orientamento degli edifici sono stati pensati in funzione della direzione dei venti, fornendo un raffrescamento naturale. La sensibilità del progetto alla sostenibilità ambientale ha determinato il progetto di landscape e la scelta delle essenze vegetali, che contribuiscono a mitigare il fenomeno di isola di calore.
 
«Il progetto non si pone come un’architettura isolata o una cattedrale nel deserto, ma diventa dispositivo urbano, strettamente connesso al suolo. I volumi e i percorsi offrono un’esperienza tridimensionale del complesso, favorendo gli incontri e la vita collettiva. Una terrazza metropolitana offre una vista unica su Palermo» Clément Blanchet.
 
Al sesto piano del complesso, il «nuovo orizzonte» è un giardino pensile, dal quale si potrà godere di un panorama eccezionale sul mare e sui monti siciliani. Il Nuovo Centro Direzionale è progettato per essere un luogo tranquillo e accessibile, con spazi di lavoro flessibili e luoghi di incontro per i dipendenti della Regione, ampie terrazze, caffè e punti di ristoro, per accogliere tutti i cittadini.
 
Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia, commenta che il progetto «sarà la più grande opera pubblica degli ultimi cinquant’anni in Sicilia e non solo».

  Scheda progetto: New administrative centre for the Sicilian Region
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Davide
Guardate gli altri progetti.... E poi spiegate, se ci riuscite, perché ha vinto questo, e spiegate, perché altrove invece si fanno opere anche belle e accattivanti oltre che funzionali.
Toti
Dove dovrebbe essere realizzata?
Sara
Chissà quanti soldi sprecheranno!
Davide
Ma non dovevano essere grattacieli dalla forma iconica e moderna? Ah già quelli vanno bene solo a Milano, Napoli o Torino... Noi siamo per i soliti casermoni... Con i soldi a disposizione e l'esigenza di accogliere migliaia tra dipendenti ed utenti, mi aspettavo finalmente un passo avanti verso la modernità, magari un trio di grattacieli dalla forma accattivante e simbolica che si stagliano su una bella piazza avvolgente...sognavo

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
19.04.2021
Porta Romana: il vincitore del Masterplan di rigenerazione urbana
16.04.2021
Nel cuore di Roma aprirà il nuovo The Student Hotel
15.04.2021
Pisa: il nuovo ‘Polo della Memoria’ firmato Heliopolis 21
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
14/05/2021 - toolbox coworking, torino
Eyes On the Netherlands

22/05/2021 - venezia
Biennale Architettura 2020. 17. Mostra Internazionale di Architettura

26/05/2021 - maxxi roma
Casaballa. Dalla casa all’universo e ritorno

� gli altri eventi
  Scheda progetto:
Leclercq Associés

New administrative centre for the Sicilian Region

 NEWS CONCORSI
+19.04.2021
Forward Ideas: Accenture premia i giovani creativi italiani
+16.04.2021
In scadenza il concorso 'Genova città fragile'
+14.04.2021
Europan 16_Italia-Living City
+13.04.2021
BigMat International Architecture Award '21
+12.04.2021
II edizione del Premio Italiano di Architettura
tutte le news concorsi +

Monochrome collections
ADA 2021_Apply now
Recode
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2021 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata