Waffle


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Kerakoll_Color Collection

Back to Working (from Home)
Le icone Cassina per la work station domestica
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
PA’ 1947 + Leggera_Design Ico Parisi e Gio Ponti_Collezione Cassina I Contemporanei_Ph. De Pasquale + Maffini PA’ 1947 + Leggera_Design Ico Parisi e Gio Ponti_Collezione Cassina I Contemporanei_Ph. De Pasquale + Maffini
18/01/2021 - Cassina immagina nuovi scenari per l'home office con una selezione di arredi disegnati dai grandi maestri del design. Le opere di Franco Albini, con il tavolo/scrivania Cavalletto e la sedia Luisa, la riedizione PA’ 1947 di Ico Parisi, la sedia Leggera con braccioli di Gio Ponti, il tavolo Antella e la sedia Gaja di Kazuhide Takahama e la scrivania Sled di Rodolfo Dordoni creano postazioni di lavoro in armonia con la zona living.

Cavalletto è un tavolo dalle forme minimali e dall’aspetto leggero, che mette in luce la ricerca rigorosa compiuta Albini e la sapienza avanzata di Cassina nella lavorazione del legno. La struttura basata sulle tensioni contrapposte rivela un effetto di apparente provvisorietà ottenuto mediante la riduzione del volume e del peso degli elementi. Il pezzo è assemblato con due tiranti tenditori in ottone brunito che fungono anche da controventature. Il delicato processo di montaggio è realizzato a regola d’arte dai falegnami di Cassina. Una visione di eleganza in cui la cura dei dettagli è ulteriormente definita dalla minuteria metallica e dalla bordatura perimetrale del tavolo. 
 
La poltroncina Luisa nasce da un percorso di ricerca durato quindici anni, incentrato sulla creazione di un archetipo che potesse identificare gli elementi essenziali della sedia e i suoi possibili utilizzi all’interno della casa. Un modello ideale, in cui Franco Albini esprime la poetica di “sostanza nella forma” aumentando lo spessore dei singoli elementi in legno nei punti di giunzione tra le parti. Dopo svariati interventi di perfezionamento, l’ultima versione definitiva, presentata nel 1955, valse all’autore il premio Compasso D’Oro ADI. La struttura rappresenta una sintesi formale in cui seduta e schienale sono costituiti da due piani geometrici sospesi su una sottile struttura in legno con fianchi a cavalletto. Luisa è un oggetto senza tempo, fatto di tecnica e materia pura, rieditato da Cassina in esclusiva mondiale grazie alla straordinaria capacità nella lavorazione del legno. 

L’idea della consolle disegnata da Ico Parisi nel 1947 per una committenza privata, nasce da poche linee tracciate di getto su un foglio: una retta orizzontale e due oblique a definire una struttura dalle proporzioni pressoché perfette e dall’aspetto organico. Cassina ha saputo rispettare e valorizzare il cuore di questo progetto unendo la tecnologia all’artigianalità, tipiche della falegnameria dell’azienda; il risultato è una consolle in legno massello impreziosita da dettagli metallici che si adatta a tutti gli ambienti di casa. Il piano rettangolare presenta sui due lati maggiori, in prossimità degli estremi, quattro scassi a intaglio retto, entro i quali, come vere e proprie articolazioni, sono avvitati i puntali dei bracci superiori delle gambe dalla caratteristica forma a “Y” divergente, disponibili in Frassino o Noce Canaletto e vincolate a due a due mediante una traversa sagomata. L’equilibrio e la solidità sono garantiti da due elementi obliqui in legno massello tornito, uniti in diagonale alla traversina e incastrati nel sottopiano.
 
Una forma chiara, colta, versatile, in grado di soddisfare un’ampia gamma di esigenze e scenari. La sedia in legno Leggera segna uno dei momenti fondamentali della collaborazione progettuale ed esecutiva nata agli inizi degli anni '50 tra  Gio Ponti, Cesare Cassina e gli artigiani dell’azienda. Dall’esperienza e dalla capacità della falegnameria Cassina nasce una sfida scandita dai progressivi alleggerimenti della struttura - che sfoceranno nella più esile e inimitabile Superleggera -, tesi a valorizzare la semplicità delle linee rispettandone al tempo stesso le caratteristiche di resistenza e stabilità. Le molteplici combinazioni e gli originali contrasti cromatici tra la struttura in frassino e il rivestimento della seduta rendono il modello sempre attuale e facilmente inseribile nei diversi contesti.

Kazuhide Takahama crea Antella con una duplice progettualità che all’occorrenza permette di trasformare la consolle in un tavolo dalla forma ellittica. La struttura verniciata in poliestere, con finitura lucida specchiante o opaca, evoca l’antichissima tradizione della laccatura già utilizzata su altri prodotti della SimonCollezione. I due semi-piani ellittici e gli elementi incernierati, bloccati tra loro mediante un magnete, consentono di piegare o estendere la struttura secondo la disponibilità di ingombro. Il pezzo può essere utilizzato a parete oppure completamente aperto per ottenere una più ampia base di appoggio.
 
Leggera, aerea, impilabile. Gaja è un oggetto contemporaneo che rimanda alla classicità pura del razionalismo. La struttura aperta, realizzata in tondino di acciaio elettrosaldato e cromato, nasce per un piccolo ristorante e viene in seguito inserita nella SimonCollezione per il suo carattere agile e pratico. Il modello è disponibile con schienale imbottito o nella versione a sgabello, entrambi ideali per l’arredo in ambito soft contract. 
Questa sedia oggi è stata completamente re-industrializzata e ulteriormente perfezionata rinforzando la seduta con un sedile termoformato e lo schienale con cinghie elastiche, inserendo inoltre foderina in ovatta e zip che consentono di sfoderare il rivestimento.
 
Anche i pezzi contemporanei entrano nell'home office. Lo scrittoio Sled disegnato da Rodolfo Dordoni, ha una personalità versatile, che lo rende adatto sia alla camera da letto sia alla zona living della casa. La struttura è in rovere tinto nero con piano sagomato sinistro o destro e cassettiera a due cassetti, dotati di vassoio interno, laccata nero opaco con top in rovere tinto nero, posizionabile a sinistra o a destra.
 
Cassina su ARCHIPRODUCTS


Cavalletto + Luisa_Design Franco Albini_Collezione Cassina I Maestri_Ph. De Pasquale + Maffini


PA’ 1947 + Leggera_Design Ico Parisi e Gio Ponti_Collezione Cassina I Contemporanei_Ph. De Pasquale + Maffini


Antella + Gaja_Design Kazuhide Takahama_Cassina SimonCollezione_Ph. De Pasquale + Maffini


Sled_Design Rodolfo Dordoni_Collezione Cassina I Contemporanei_Ph. De Pasquale + Maffini


Leggera_Design Gio Ponti_Collezione Cassina I Contemporanei_Ph. De Pasquale + Maffini

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
18/05/2021
La zona dining Cassina è firmata Patricia Urquiola
Il tavolo Sengu d'ispirazione giapponese e la poltroncina Dudet dalle forme anni '70

28/04/2021
La collezione Cassina Pro per spazi Workplace & Hospitality
Una selezione di prodotti contemporanei e icone che risponde ai parametri di sicurezza, qualità, durabilità e performance

16/04/2021
Il ritorno di un’icona: Cassina riedita il progetto di Tobia Scarpa del 1969
Divano e poltrona Soriana sono riproposti in nuove combinazioni di colori e materiali ecosostenibili

16/03/2021
Ico Parisi nella collezione Cassina I Maestri
Tre iconiche riedizioni per riscoprire la cultura dell’abitare degli anni ‘50

05/03/2021
Forme giocose ispirate al trampolino. Patricia Urquiola per Cassina
Il love bed Trampoline si declina in una serie completa di sedute per l'outdoor

24/02/2021
Cassina: Hommage à Pierre Jeanneret
Legno e paglia di Vienna. Gli arredi progettati per la città indiana Chandigarh

01/12/2020
Cab di Mario Bellini. Storia di un'icona del design
La seduta totalmente rivestita in cuoio disegnata nel 1977 per Cassina

06/10/2020
Patricia Urquiola e Bethan Laura Wood per Cassina
La collezione outdoor Trampoline e i nuovi accessori in vetro Colourdisc

03/08/2020
Riposare, riflettere, rigenerarsi. La zona notte firmata Cassina
I nuovi progetti di Patricia Urquiola, Rodolfo Dordoni e Neri&Hu

28/07/2020
Le icone Cassina diventano outdoor
Un'inedita versione degli arredi firmati Le Corbusier, Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand

11/07/2020
Philippe Starck per Cassina
Forme organiche ed elementi materici. La nuova collezione outdoor in armonia con la natura


Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHIPRODUCTS NEWS
18.06.2021
Flessibile e giocoso, il bagno secondo Diego Grandi e Azzurra Ceramica
18.06.2021
Benessere e relax: le nuove vasche Jacuzzi®
18.06.2021
I paraventi Shade of Venice di Saba in mostra a Venezia
� le altre news

Cavalletto + Luisa_Design Franco Albini_Collezione Cassina I Maestri_Ph. De Pasquale + Maffini
PA’ 1947 + Leggera_Design Ico Parisi e Gio Ponti_Collezione Cassina I Contemporanei_Ph. De Pasquale + Maffini
Antella + Gaja_Design Kazuhide Takahama_Cassina SimonCollezione_Ph. De Pasquale + Maffini
Sled_Design Rodolfo Dordoni_Collezione Cassina I Contemporanei_Ph. De Pasquale + Maffini
Leggera_Design Gio Ponti_Collezione Cassina I Contemporanei_Ph. De Pasquale + Maffini
1
2
CASSINA

832 LUISA
816 PA’ 1947

CASSINA

 NEWS CONCORSI
+18.06.2021
Agorà Design Contest 2021
+16.06.2021
In chiusura All Around Work
+15.06.2021
BambooRush Design 2021
+14.06.2021
La piattaforma Bee Breeders lancia il concorso di idee 'Colombarium'
+10.06.2021
Borse di studio sul paesaggio 2021/2022
tutte le news concorsi +

Monochrome collections
ADA 2021_Apply now
Kerakoll_Color Collection
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2021 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata