Terre

Shadow

SkySafe


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Tadao Ando Guest Editor di Domus 2021
Dopo Chipperfield e Maas, l'architetto giapponese è il quarto protagonista del progetto 10x10x10
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
03/12/2021 - Tadao Ando è il nuovo Guest Editor di Domus che curera` e firmera` dieci numeri della rivista nel 2021.

Quarto protagonista del progetto editoriale che vede avvicendarsi al timone di Domus 10 architetti di fama internazionale, per 10 numeri ciascuno e un totale di 10 anni, traghettando il magazine al centesimo anno di vita, Tadao Ando riceve il testimone da David Chipperfield, che prima di lui lo aveva ricevuto da Winy Maas a sua volta succeduto a Michele De Lucchi, con cui nel 2018 il “viaggio” ebbe inizio.

“Siamo onorati di avere Tadao Ando nella nostra squadra – ha commentato Maria Giovanna Mazzocchi, presidente di Editoriale Domus – Con Domus 10x10x10 vogliamo ogni anno presentare una visione del futuro che invita a non seguire gli eventi ma ad anticiparli. Sono certa che la nitida idea del mondo a cui lui lavora da sempre sarà una grande opportunità di conoscenza per i lettori di Domus e per la società civile che si raccoglie attorno alla nostra rivista. Come Ando, anche noi siamo convinti che l’architettura sia in grado di cambiare la società. Per questo motivo gli apriamo le porte della nostra comunità e salutiamo il suo arrivo con l’emozione e l’entusiasmo di una nuova avventura che inizia”.

Tra i più noti esponenti dell’architettura mondiale, Tadao Ando (Osaka, classe 1941) si distingue per la sua innata capacità di evocare il mondo interiore, elemento tipicamente giapponese, facendolo dialogare con le tecnologie occidentali (come il cemento armato a vista e le grandi pareti in vetro) e una costante, forte, componente geometrica.

La sua non è tanto una ricerca di soluzioni abitative ma una forma mentale, uno stato dello spirito che dipende largamente dall’intuizione della persona. Le sue architetture riportano al nostro “io”, all’eterno “qui e ora” che rappresenta la realtà. Il suo codice e` essenziale, un inno alla bellezza interiore e all’eternità.

Un concetto, quello dell’eternità, che è al centro del manifesto d’intenti da lui realizzato per Domus 2021: “Ogni cosa è destinata a sfiorire e sbriciolarsi. La storia dell'architettura è una traiettoria fatta di sfide che affrontano questa verità. Vorrei fare dell’Eternità, un'idea che l'uomo insegue da tempo immemorabile, il tema di Domus 2021. Con eternità qui non si intende la persistenza o la perpetuazione della materia o della forma fisica. È piuttosto l'Eternità legata all'intangibile, alle emozioni e ai ricordi che vivono nel cuore e nella mente di noi tutti. La natura universale dell’eternità non è innata, ma dipende dall’umanità”.

A coordinare il nuovo guest editor sarà come sempre Walter Mariotti, direttore editoriale dell’intero sistema Domus e responsabile della continuità del progetto 10x10x10.
 
Come sempre, a coordinare l’opera del nuovo guest editor sarà Walter Mariotti, direttore editoriale dell’intero sistema Domus e responsabile della continuità del progetto 10x10x10: “Domus non si ferma, il suo viaggio continua a evolvere, a sorprendere, stimolando una riflessione senza pari nel panorama editoriale internazionale. L’arrivo di Tadao Ando conferma quanto siamo globali e al pari, quanto l’architettura e il design siano centrali nel dibattito contemporaneo. Il 2020 ci ha ulteriormente ricordato quanto sia necessario, e urgente, ripensare i modi e le forme della vita associata, dalla gestione dello spazio pubblico al modo di lavorare e spostarsi. Poter contare sulla visione di Tadao Ando, che oltre ad essere un architetto di immenso successo è un intellettuale di tutto tondo, è per Domus un grande onore. Quando per la prima volta gli chiesi il suo programma mi rispose: “Attraverso l’architettura e il design, vorrei offrire l’opportunità di pensare all’essenza della cultura umana, agli elementi che dovrebbero rimanere costanti mentre il mondo che ci circonda si evolve”. Un’opportunità che Domus sarà felice di cogliere e condividere con tutti i suoi lettori”.

La monografia a lui dedicata esce allegata a Domus dicembre (in edicola da sabato 5), un numero speciale - curato da Fulvio Irace e omaggio al “fare italiano” - quest’anno intitolato “Recovering Italy”.

Il primo numero di Domus a firma di Tadao Ando sarà disponibile a inizio gennaio 2021


Cover Domus Gennaio 2021


Cover Domus Dicembre 2020


Maria Giovanna Mazzocchi


Walter Mariotti

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
20.01.2021
Essenzialità, privacy e natura. È questo il manifesto del nuovo turismo 'di lusso'?
19.01.2021
Floris: un parco senza confini
19.01.2021
La Commissione UE lancia il ‘Nuovo Bauhaus europeo’
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
22/01/2021 - bologna fiere, bologna
ARTE FIERA

25/01/2021 - online, piattaforma zoom
L’Arte è Vita - Seconda parte
Webinar online
26/01/2021 - online
Onda Z @Klimahouse
Webinar online
� gli altri eventi
Cover Domus Gennaio 2021
Cover Domus Dicembre 2020
Maria Giovanna Mazzocchi
Walter Mariotti
1
2
 NEWS CONCORSI
+20.01.2021
Al via BigMat International Architecture Award '21
+18.01.2021
FITT Future Headquarters
+15.01.2021
#HamburgCall. Cultural Housing for port city
+13.01.2021
San Vittore, spazio alla bellezza
+13.01.2021
Dai Bordi al cuore della città
tutte le news concorsi +

Casa connessa
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2021 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati