Porifera

Finestre per tetti piani

Starlight


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Color Collection

Il recupero del complesso rurale 'Torre Cappa'
Corretta relazione spaziale e funzionale con le preesistenze
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  

08/09/2020 - Gli architetti pugliesi Hilde Grazia Teresita Romanazzi e Luigi Dragone hanno curato il progetto di recupero, riqualificazione energetica e ampliamento del complesso rurale "Torre Cappa" a Putignano (BA).

“L’edificio contemporaneo si pone a compimento della valorizzazione del sito collinare caratterizzato dalla presenza di un’abitazione rurale, su due livelli, ascrivibile alla tipologia delle piccole “torri” costruite come presidio territoriale, così come da un ricco insieme di segni antropici tipici (muri a secco, un gruppo di tre trulli di antica fattura, una corposa piantagione di ulivi, vari elementi della vita agricola)”.

I progettisti hanno voluto “istituire una corretta relazione spaziale e funzionale con le preesistenze e perseguire la compatibilità urbanistica conciliando il nuovo intervento e le esigenze abitative contemporanee con la riduzione dei consumi e dei carichi inquinanti anche attraverso il ritorno all’uso di materiali tradizionali locali con tecniche costruttive e tecnologie nuove.
Le preesistenze sono state preservate dal punti di vista spaziale e della natura materica originaria minimizzando le opere.

I nuovi volumi puri concatenati, generati da spessi muri portanti in tufo, secondo l’idea dello spazio recintato tipico della tradizione, occupano una posizione orografica sottoposta rispetto alla parte “acropolica” su cui si erge la casa-torre esistente.

I nuovi prospetti sono matericamente semplici con sistemi di aperture strombate nello spessore murario.

Lo schema tipologico tradizionale dell’aggregazione di volumi semplici contenenti al loro interno lo spazio recintato trova memoria nel patio scoperto.
La parte più estesa del nuovo edificio si discosta dalla torre storica, garantendone piena visibilità.

L’edificio è costruito secondo i dettami dell’edilizia sostenibile con particolare attenzione al recupero delle tecniche costruttive e dei materiali tipici della tradizione locale nonché alla qualità energetica.

Gli spazi a giardino, sistemati con piante aromatiche, officinali e vegetazione tipica della macchia mediterranea, sono integrazione delle alberature preesistenti senza alterare l’immagine di naturalità originaria.


  Scheda progetto: TORRE CAPPA | Charming Countryside Complex
Luigi Dragone
Vedi Scheda Progetto
Luigi Dragone
Vedi Scheda Progetto
Luigi Dragone
Vedi Scheda Progetto
Luigi Bruno
Vedi Scheda Progetto
Luigi Bruno
Vedi Scheda Progetto
Luigi Bruno
Vedi Scheda Progetto
Luigi Dragone
Vedi Scheda Progetto
Luigi Dragone
Vedi Scheda Progetto
Luigi Bruno
Vedi Scheda Progetto
Luigi Bruno
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici

ULTIME NEWS SU CASE & INTERNI
17.05.2024
Dodds Estudio trasforma un ex magazzino industriale in uno spazio ibrido
15.05.2024
Dorothea Hotel, Budapest: interazione tra patrimonio culturale e contemporaneità
14.05.2024
Lo scenografico Contraste di Debonademeo Studio a Milano
le altre news

  Scheda progetto:
Hilde Grazia Teresita Romanazzi

TORRE CAPPA | Charming Countryside Complex

 NEWS CONCORSI
+22.05.2024
Nuova scadenza del CREATable Resources Contest – NEXT40 edition
+14.05.2024
Napoli realizza il Nodo Intermodale Complesso di Garibaldi-Porta Est
+03.05.2024
Un Centro di Maternità in un’area rurale dell’Africa sub sahariana
+02.05.2024
I Premi Architetto/a Italiano/a e Giovane Talento dell'Architettura italiana 2024
+30.04.2024
Open call per il curatore del Padiglione Italia 2025
tutte le news concorsi +

Color Collection
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Contatti/Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit� |  Rss feed
� 2001-2024 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n�iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 � Riproduzione riservata