SecuSan

ReStart

Inarch Sponsor

Mikra

Miniforms Shop


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Papaveri

Container riconvertiti in terapie intensive. A Milano il primo prototipo
Carlo Ratti progetta il CuraPod, un modulo con due posti letto perfettamente attrezzati in risposta all'emergenza COVID-19
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
27/03/2020 - Mentre prosegue la pandemia di COVID-19, un gruppo internazionale di designer, ingegneri, medici ed esperti militari ha unito le proprie forze per lavorare a CURA: un progetto open-source per rendere più efficiente la costruzione di nuove unità di terapia intensiva
Il primo prototipo del sistema CURA (acronimo per “Connected Units for Respiratory Ailments”, ovvero “Unità connesse per le malattie respiratorie”) è in corso di sviluppo a Milano, grazie al sostegno di UniCredit.

Il progetto utilizza container riconvertiti per creare stanze di biocontenimento trasportabili in qualsiasi città del mondo, così da rispondere con prontezza alla propagazione della malattia e alla carenza di postazioni nelle terapie intensive degli ospedali.
CURA consiste in una unità compatta di terapia intensiva per pazienti con malattie respiratorie, alloggiata all’interno di un container intermodale a biocontenimento (grazie a un sistema a pressione negativa), della lunghezza di circa 6 metri. Ogni unità funziona in autonomia e può essere spedita ovunque. I container sono connessi da una struttura gonfiabile e possono generare configurazioni modulari multiple (da 4 a oltre 40 posti letto). Alcune unità potrebbero essere posizionate in prossimità di un ospedale (ad esempio in un parcheggio) per aumentare il numero di postazioni di terapia intensiva. Altre unità potrebbero essere utilizzate per creare infrastrutture autonome di dimensioni variabili.

Fino ad oggi, la risposta all'emergenza, sia in Cina che in Italia, ha seguito due strade. Da un lato, la creazione di strutture temporanee come tende ospedaliere. Dall’altro, la costruzione di unità prefabbricate di biocontenimento. Se quest'ultima opzione richiede un notevole dispiego di tempo e risorse, la prima opzione ha dimostrato di esporre il personale sanitario a rischi di contagio più elevati, oltre a mettere a dura prova le operazioni quotidiane, soprattutto sul lungo periodo. Traendo il meglio dalle due alternative, il sistema CURA punta a essere rapido da installare come una tenda ospedaliera, ma sicuro per le attività mediche come un reparto di isolamento di un ospedale, grazie a dispositivi di biocontenimento. Il progetto segue le linee guida rilasciate dalle autorità cinesi per la lotta al COVID-19 negli ospedali, al contempo rendendone più veloce l’esecuzione.

Ogni container  sarà dotato di tutte le strumentazioni mediche necessarie per accogliere due pazienti affetti da coronavirus in terapia intensiva, inclusi ventilatori polmonari e supporti per fluidi endovenosi. Tutti i container potranno essere collegati tra loro tramite un corridoio gonfiabile. La prima unità è attualmente in costruzione in Italia per essere testata in un ospedale a Milano.

Il sistema CURA è concepito come una soluzione pronta all'uso. Ogni container può essere trasportato in diversi modi - nave, ferrovia, su gomma - ed essere riutilizzato in ogni parte del mondo, rispondendo alle esigenze e alla capacità dell'infrastruttura sanitaria locale.
 







Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Lelio
Entriamo in una nuova era
Damianos Damianakos
Mi fanno ricordare la progettazione durante il servizio militare, soltanto che all'epoca gli si trasformava in ambulatori da campo. Una ottima risposta all'emergenza!
LORENZO BERNINI - BERGAMO
Ritengo la soluzione molto intelligente ed attuabile anche con costi contenuti. Ma l'aspetto vincente è che si riutilizza in svariate situazioni e luoghi.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
25.05.2020
Rivive l'anima del Castello di Doragno
21.05.2020
Residenze Carlo Erba: persistenze e ripetizioni dell’architettura
20.05.2020
Questa scuola è una “casa”
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
29/05/2020 - mambo museo di arte moderna di bologna – dipartimento educativo
S-pazi. Architettura in gioco

13/06/2020 - palazzo dalla rosa prati, parma
Van Gogh Multimedia & Friends
Mostra multimediale
16/06/2020 - palazzo litta | corso magenta 24, milano residenza vignale | via enrico toti 2, milano
Design Variations 2020

� gli altri eventi
 NEWS CONCORSI
+25.05.2020
Giovani e arte: il riscatto delle periferie
+21.05.2020
Restauro Conservativo del Ponte Musmeci
+20.05.2020
I vincitori del Kaira Looro 2020
+18.05.2020
REFOCUS. Il territorio italiano all’epoca del lockdown
+15.05.2020
Fase 2, ripensare gli spazi di Milano
tutte le news concorsi +

Capri collection
Skyline
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2020 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati