Subway 2.0

Oak Design

Bigmat

Gate Shade


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE CERSAIE
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Edonè

Venezia: OMA firma il restauro del Fondaco dei Tedeschi
Svelato il progetto che trasformerà lo storico edificio sul Canal Grande
Autore: roberta dragone
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Image courtesy OMA
08/09/2010 – OMA firma il restauro del Fondaco dei Tedeschi, lo storico edificio che sorge a Venezia nei pressi del ponte di Rialto, sul Canal Grande. Il progetto, commissionato allo studio olandese dalla famiglia Benetton oggi proprietaria dell’immobile, è stato ufficialmente svelato nei giorni scorsi.
 
Costruito dai veneziani nel 1228, l’edificio divenne successivamente il fondaco dei Tedeschi e poi dogana nel 1806, sotto Napoleone. Completamente ricostruito per ben due volte, l’edificio ha subito trasformazioni radicali sin dal 1506. L’adattamento alle nuove destinazioni ha di volta in volta implicato la rimozione delle torri, la copertura in vetro della corte, la ricostruzione di alcune strutture, il restauro della facciata, l’aggiunta di nuove finestre, e diversi altri interventi. "La conservazione - commentano dallo studio OMA - per questo edificio è piuttosto storia del cambiamento".
 
Il progetto dello studio OMA prevede cambiamenti architettonici finalizzati allo sviluppo di un programma culturale che possa dar nuova vita all’edificio come spazio pubblico.
Due lati della copertura esistente saranno rimossi per poter realizzare una terrazza che offrirà una privilegiata panoramica sul Canal Grande. Il profilo dell’edificio resterà tuttavia intatto. Sia la terrazza che la corte al livello sottostante diventeranno spazi aperti al pubblico per mostre e proiezioni cinematografiche.
 
Sono previsti due nuovi ingressi, rispettivamente da Campo San Bartolomeo e da Rialto, per incoraggiare veneziani e turisti a visitare lo storico edificio. Saranno installati ascensori; alcune stanze saranno consolidate per una maggiore sicurezza della struttura, mentre resteranno intatti alcuni elementi storici dell’edificio come le stanze angolari. Saranno infine recuperati gli aspetti storici attraverso l’utilizzo delle pareti delle gallerie come superficie per nuovi affreschi, in una rinnovata veste contemporanea.


Image courtesy OMA


Image courtesy OMA

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook
Altri commenti per questa notizia
Renzo Marrucci
Si fa e basta... seguendo le norme con rispetto e intelligenza...

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
24.02.2017
Il Serpentine Pavilion secondo Francis Kéré
23.02.2017
Annunciati i 5 progetti finalisti del Premio Mies van der Rohe 2017
22.02.2017
La Misericordia di Venezia riportata all'antico splendore
» le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
03/03/2017 - fondazione adolfo pini corso garibaldi 2, milano
Storie Milanesi un unico racconto
Un progetto speciale a cura di Rosanna Pavoni
05/03/2017 - düsseldorf
Euroshop

08/03/2017 - fiera milano rho
MADE expo 2017
Fiera Internazionale dell’Architettura e delle Costruzioni
» gli altri eventi
Image courtesy OMA
Image courtesy OMA
 NEWS CONCORSI
+24.02.2017
That's a Mole! La 4a edizione del bando di illustrazione
+23.02.2017
Concorso Internazionale Kaira Looro 'Architettura Sacra'
+22.02.2017
I edizione del Premio di Architettura della Toscana (PAT)
+21.02.2017
Europan14 Italia: Cuneo, città nuova e nuove identità produttive
+17.02.2017
Verso la conclusione Carbon Fiber Design Contest 2017
tutte le news concorsi +

Live, Work, Design 4-9 Aprile 2017
Bertolotto finiture ad olio
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2017 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati