Smart Home

Air cleaning system

Dolmix

I nuovi spazi dell'energia
Advertisement&t=24102020193831707113624958
Minicucina


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

I nuovi spazi dell'energia
Advertisement&t=241020201938317071132624957

Architecture&Beyond: il rapporto tra architettura e arti visive
L’architettura come chiave di lettura originale in un gioco di sconfinamenti creativi
Autore: blink
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  

26/02/2014 - Spunti di riflessione sulla disciplina e il dibattito architettonico possono inaspettatamente arrivare da territori altri, seppure affini – come il fumetto, l’illustrazione, il cinema – così come, in un gioco di sconfinamenti creativi, l’architettura può diventare per queste arti una chiave di lettura originale.

Asterios Polyp è il titolo del pluripremiato graphic novel dell’autore newyorkese David Mazzucchelli. Il fumetto narra la storia di Asterios, un architetto cinquantenne in piena crisi dopo l’abbandono della moglie, costretto da un evento catastrofico e apparentemente casuale a lasciare la sua casa e intraprendere un percorso di ‘rinascita’.

A partire dalla professione del protagonista e dalle sue ‘geometriche’ fattezze, l’architettura ha un ruolo portante e funzionale allo svolgimento della storia. Asterios è l’ampolloso titolare di una cattedra di progettazione, autore di saggi quali ‘Il Modernismo dal volto umano’ e deve la sua fama a progetti mai realizzati. Quando Asterios si parla addosso assume le fattezze di un manichino che sembra uscito dai disegni del Bauhaus e le sue elucubrazioni teoriche diventano la metafora della sua incapacità di misurarsi con la vita reale.

Il lettering, il tratteggio, le continue citazioni architettoniche – dal classicismo a Le Corbusier – l’impaginazione, le forme acute della sovra copertina sono tutti elementi perfettamente integrati al racconto che fanno di Asterios Polyp un complesso ecosistema grafico e un mirabolante esempio di ‘design narrativo’.

Un architetto e un film-maker sono gli ideatori di Interiors Journal, un magazine online che analizza il ruolo dell’architettura nel cinema. Ogni mese il numero della rivista rilegge un film (da 2001 Odissea nello Spazio a Drive) dal punto di vista dello spazio architettonico, rielaborandone planimetricamente le scene principali.

Questo espediente visivo permette di evidenziare come lo spazio fisico e l’architettura influenzano la narrazione e i gesti dei protagonisti. Le piante, infatti - restituite in bianco e nero e dallo stile pulito e minimalista - includono anche un elemento temporale rappresentato dalla traccia dei movimenti degli attori a sottolineare l’importanza di particolari angoli o zone nello svolgimento dell’azione.

Archicine è il nome del progetto dell’architetto/illustratore Federico Babina. Una serie di illustrazioni che raffigurano le architetture-set di alcuni capolavori del cinema a cui l’autore dà dignità di protagoniste riportandole su un’immaginaria locandina.

Dall’edificio ‘ricostruito’ di Una finestra sul cortile alla Lovell House di Richard Neutra (nel film LA Confidential), dalla casa ‘disegnata’ de Gli Incredibili alla Villa Malaparte di Adalberto Libera (nel film Il disprezzo), l’architettura - che sia immaginata o reale - non è meramente uno sfondo ma un’interprete a tutti gli effetti.

Fonte: Blink - www.blinkproject.it


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
23.10.2020
In vendita la Kaufmann Desert House di Richard Neutra
23.10.2020
Il nuovo Ospedale Michele e Pietro Ferrero
22.10.2020
Completata la Torre PwC di Libeskind a Citylife
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
30/10/2020 - bari
BiArch Bari International Archifestival. Margini, confini, frontiere

30/10/2020 - italia
Open Studi Aperti

06/11/2020 - libreria corraini 121+, via savona 17/5 milano
Scarabicchi
Segni e disegni di Bruno Munari
� gli altri eventi
blink
 NEWS CONCORSI
+23.10.2020
Microhome 2020, tempo fino al 4 novembre per iscriversi al concorso
+22.10.2020
Nuovo Parco Pubblico della Bassona - Cervia Milano Marittima
+21.10.2020
«Incipit Vita Nova», al via il concorso di fotografia per under 35 +
+20.10.2020
Valorizzazione e restauro del Castello di Locarno
+16.10.2020
XV Edizione di Arte Laguna Prize
tutte le news concorsi +

shop pronta consegna_ready to love
I nuovi spazi dell'energia
Advertisement&t=241020201938317071145624957
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2020 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati