Glamora

Mobilspazio

Made Expo

Caccaro


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Milano&Wall

Inaugurato a Tel Aviv il Centro per la Pace di Fuksas
L'architetto romano anche per l’Istituto italiano di cultura di San Paolo
Autore: roberta dragone
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  

18/11/2008 - Commissionata dieci anni fa dal premio Nobel per la Pace Shimon Peres, è stata ufficialmente inaugurata alla fine del mese scorso la Peres Peace House, il Centro per la Pace che sorge maestoso sul litorale di Jaffa, a Tel Aviv. Il progetto porta la firma dell’architetto romano Massimiliano Fuksas.

Definita dall’autore del progetto una ”scatola magica”, la Peres Peace House è un parallelepipedo ottenuto dalla stratificazione di piani irregolari di cemento cui si alternano strati in vetro translucido.

Il volume poggia su un basamento monolitico. Ad un’estremità di questo c’è l’ingresso al parcheggio delle auto, dall’altra l’ingresso pedonale. In questo punto il basamento diventa una grande piazza, un piano pulito tagliato longitudinalmente da due sole rampe simmetriche che introducono all’interno della piastra. Da questo ambiente buio si arriva ad uno spazio aperto e illuminato per tutta l’altezza dell’edificio, dove è collocata la reception. Da qui è visibile l’alternanza di layers di luce e d’oscurità.

“Ho pensato ad una stratificazione – spiega Fuksas – ad una costruzione che rappresentasse il TEMPO e la PAZIENZA. Stratificazione di “materia” alternata dei luoghi che più hanno sofferto. Il cemento composto con differenti sabbie ed inerti, alternati e sovrapposti. Un basamento in pietra che tenga l’edificio sollevato rispetto al luogo d’incontro, dal quale si entra attraverso due lunghe scale in un luogo di riposo, in cui le dimensioni e l’altezza, con la luce che filtra dall’alto, ci porti a dimenticare gli affanni del mondo, e ci dia un’attitudine positiva, necessaria all’incontro con altri uomini e altre donne”.
 
Il nome dell’architetto romano è legato in questi giorni ad un altro progetto di indiscutibile rilevanza. Si tratta dell’Istituto Italiano di Cultura di San Paolo, in Brasile, di cui è stato presentato nei giorni scorsi il progetto di ampliamento. L’intervento prevede l’annessione di una nuova ala all’edificio esistente.
 
Sul fronte principale in Avenida Higienópolis, l’edificio in stile neoclassico costruito negli anni 20 resterà intatto, e continuerà ad ospitare gli uffici amministrativi. Alle spalle, contenuta nella sagoma dell’esistente, nascerà separata l’espansione: una struttura in legno stratificato lamellato che troverà spazio in un’area arricchita da specchi d’acqua e piante tropicali.
“Come un organismo naturale, un’ossatura lignea immersa in un regno vegetale di acqua e di essenze”.
 
 “Un basamento, completamente libero e interamente vetrato, sostiene due volumi con struttura e tamponamento lignei. Gli specchi d’acqua e la vegetazione, riflettendosi sulle vetrate, avranno l’effetto di dissimulazione della base. La continuità del verde, all’interno nei patii al piano terra, accentuerà la trasparenza in un continuum interno esterno, ed ospiterà la sala polifunzionale per le iniziative dell’Istituto italiano di cultura”.
 
I due volumi soprastanti, collegati tra di loro e al vecchio edificio mediante passerelle, accoglieranno le sale lettura della biblioteca e il piccolo auditorium per 100 posti a sedere.
Al fine di mantenere la memoria di una scala di edifici ormai quasi scomparsi a San Paolo, l’architetto romano ha inoltre optato per il riuso delle casupole all’estremità dell’area. Qui troveranno spazio gli archivi a libera consultazione della biblioteca per 30mila volumi, la caffetteria e un giardino d’inverno.
 
Per la realizzazione dell’opera è stato stimato un costo di circa 700mila euro, che saranno finanziati da esponenti della comunità italiana a San Paolo. Non sono stati ancora resi noti i tempi di realizzazione.

  Scheda progetto: Peres Peace Center
Yohan Zerdoun
Vedi Scheda Progetto
Yohan Zerdoun
Vedi Scheda Progetto
Yohan Zerdoun
Vedi Scheda Progetto
Yohan Zerdoun
Vedi Scheda Progetto
Yohan Zerdoun
Vedi Scheda Progetto
Yohan Zerdoun
Vedi Scheda Progetto
Yohan Zerdoun
Vedi Scheda Progetto
Yohan Zerdoun
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Istituto Italiano di Cultura di San Paolo
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
08/10/2009
A Fuksas il premio 'Architetture del dialogo' per la Peres Peace House
La cerimonia ufficiale il prossimo 15 ottobre a La Spezia


Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
22.01.2019
Vicenda Palazzo dei Diamanti a Ferrara
21.01.2019
Premio Mies van der Rohe 2019: due italiani selezionati
18.01.2019
Mecanoo completa la Biblioteca del LocHal
» le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
24/01/2019 - ordine degli architetti p.p.c. della provincia di milano via solferino 17-19, milano
Architetture per la cultura in Finlandia. I nuovi progetti Amos Rex e Oodi
Talk con JKMM Architects e ALA Architects
24/01/2019 - treviso, chiesa di san teonisto
Ri-abitare le chiese chiuse. Patrimoni, nuovi usi, paesaggi
Seminario pubblico
13/02/2019 - fiera di bologna
ForumPiscine
11th Pool & Spa Expo and International Congress
» gli altri eventi
  Scheda progetto:
Massimiliano Fuksas Architects

Peres Peace Center
  Scheda progetto:
Massimiliano Fuksas Architects

Istituto Italiano di Cultura di San Paolo

 NEWS CONCORSI
+22.01.2019
'Common ruins’: in scadenza il concorso lanciato da YAC
+21.01.2019
#GenoaCall. University Housing for the ancient city
+18.01.2019
Roma, un concorso per riqualificare Piazzale del Verano e Viale della XVII Olimpiade 
+17.01.2019
Archistart invita ad "hackerare" un'architettura
+16.01.2019
Fasano: un concorso di idee per la rigenerazione ARU 10
tutte le news concorsi +

ADA 2018
ADA 2018
Milano&Wall
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2019 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati