Antrax

Portoni Frost

FLOORTEC

Cordivari

Urmet


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Caccaro

Roma: posata la prima pietra della Nuvola di Fuksas
Veltroni: "Non si è allontanata trasportata dal vento della burocrazia"
Autore: roberta dragone
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
13/12/2007 - “La Nuvola non si è allontanata trasportata dal vento della burocrazia”. Queste le parole del sindaco di Roma Walter Veltroni in occasione della cerimonia della posa della prima pietra del nuovo Centro Congressi dell’Eur, oramai noto come la “Nuvola”. Il progetto è nato dalla matita dell’architetto romano Massimiliano Fuksas, vincitore nel 2001 del concorso internazionale indetto nel 1998 da Eur e Comune di Roma per la realizzazione di un nuovo Centro congressuale da realizzare nell’area compresa tra Viale Cristoforo Colombo, viale Asia, Viale Shakespeare e viale Europa.

La cerimonia si è svolta martedì 11 dicembre alla presenza dell’autore del progetto Fuksas, il sindaco di Roma Walter Veltroni, gli assessori ai Lavori Pubblici Giancarlo D’Alessandro, all’Urbanistica Roberto Morassut e alla Mobilità Mauro Calamante, il presidente di Eur Spa Paolo Cuccia, l’amministratore delegato di Eur Spa Mauro Miccio, e Paolo Bruno, presidente della società Condotte d’acqua Spa, aggiudicataria della gara d’appalto.

“Per molti di noi - ha commentato il sindaco Veltroni - quello di oggi è un momento particolare perché quest’opera ha rischiato molto e non poterla realizzare sarebbe stato un terribile peccato. Sarà una delle opere più spettacolari di architettura contemporanea, simbolo della buona architettura in tutto il mondo”.

L’edificio si presenta come un grande contenitore traslucido alto 39 metri, orientato longitudinalmente. Sui lati trasversali, due piazze aperte al quartiere e alla città: una prima dialoga direttamente con il quartiere e si potrà percorrere da viale Europa a viale Shakespeare; la seconda, spazio modulabile a piacere con strutture mobili, accoglierà e veicolerà i convegnisti nelle varie sale del centro. Linee semplici e squadrate rendono omaggio all’architettura razionalista degli anni Trenta che segna il volto dell'EUR e al Centro Congressi di Adalberto Libera.

All’interno di questo involucro, una nuvola di acciaio e di una membrana in fibra di vetro di 3500 mq è sospesa su una superficie di 10.000 mq ed accoglierà un auditorium di 1850 mq e sale riunioni. In più il centro avrà due sale conferenze ed ampi spazi per i foyers, i caffè e il ristorante per uno spazio complessivo polifunzionale di 15.000 metri quadrati. La nuvola, retta da un reticolo ortogonale di travi reticolari piene d'acciaio e sospesa tra il pavimento e il soffitto della grande hall dei convegni, illuminata farà vibrare da lontano l'edificio che, da ogni lato, offrirà una visuale sempre diversa.

La costrizione della nuvola nello spazio “scatolare” della teca – commenta Fuksas - mette in risalto il confronto tra un articolazione spaziale libera, senza regole e senza forma, e una forma geometricamente definita. Lo spazio vuoto in bilico tra due geometrie estreme, la scatola della “teca” e la non-forma della “nuvola”, conferisce identità e carattere al progetto.

La “Nuvola” sarà realizzata con un innovativo materiale tecnologico e galleggerà in una “Teca” di acciaio e vetro alta 32 metri, larga 75 e lunga 198, destinata sia a copertura del “Forum” di collegamento orizzontale dei vari spazi congressuali, sia a collegamento verticale con l’auditorium interno alla “Nuvola”.

Avrà una capienza di circa 9.000 posti suddivisi tra:
• l’auditorium, “sospeso” tra i 15 e i 18 metri d’altezza e capace di accogliere 1.850 persone in complessivi 1700 mq;
• le due grandi sale congressuali;
• il foyer della sala principale, in aggiunta ad alcune sale meeting minori.

Il Nuovo Centro Congressi sarà inoltre ben integrato nel quadrante anche grazie al piano per la realizzazione di parcheggi pertinenziali e pubblici per 2200 posti auto (600 posti auto interni alla struttura e 1600 esterni a P.le Marconi) che eviteranno al quadrante eventuali congestioni alla viabilità. I parcheggi dovranno essere ultimati prima della conclusione dei lavori della “Nuvola”.

  Scheda progetto: Roma Convention Center La Nuvola
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
24/04/2014
Nuvola di Fuksas, Authority: ‘carenze del progetto esecutivo’
Tempi raddoppiati, sproporzionata la parcella per le spese tecniche e per la direzione artistica

18/05/2010
Roma: giù le Torri dell’Eur e nuovi passi per la Nuvola
Mentre giunge l’ok per le ‘case di vetro’ di Piano, prende forma la copertura della teca di Fuksas


Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook
  Scheda progetto:
Massimiliano Fuksas Architects

Roma Convention Center La Nuvola

 NEWS CONCORSI
+16.11.2018
Bologna, nuovo complesso scolastico Carracci
+15.11.2018
Verso la chiusura il Premio Arte Laguna Prize
+14.11.2018
Next Landmark Pollution 2019
+13.11.2018
Romeo and Juliet Wine Label
+12.11.2018
Premio Architettura Toscana
tutte le news concorsi +

Caccaro
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2018 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati