interno_SHOP_Promo_Flos

interno_SHOP_Promo_Flos


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Romagno Marmi

Al via la ristrutturazione del Palazzo dei Congressi di Roma
EUR SpA e Alvisi Kirimoto per l’intervento di ristrutturazione e di rifunzionalizzazione dell’edificio di Adalberto Libera
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
AL VIA LA RISTRUTTURAZIONE DEL PALAZZO DEI CONGRESSI DI ROMA
29/04/2024 - EUR Spa, società controllata del Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha presentato, insieme allo Studio di architettura Alvisi Kirimoto, l’intervento di ristrutturazione e di rifunzionalizzazione del magnifico Palazzo dei Congressi di Roma.

L'edificio, progettato dal genio dell’architetto Adalberto Libera alla fine degli anni Trenta per l’Esposizione Universale di Roma del ‘42, costituisce oggi, insieme a La Nuvola di Fuksas, il più importante polo congressuale di Roma e tra i primi in Europa.
 
Il progetto di Alvisi Kirimoto, ora al vaglio della Soprintendenza Speciale di Roma Archeologia Belle Arti e Paesaggio, è il primo intervento di ristrutturazione e di rifunzionalizzazione, che investe l’intero complesso nella sua totalità, dall’apertura per la Fiera Internazionale dell’Agricoltura nel 1953, e mira non soltanto a ristrutturare l’edificio integralmente per garantirne innanzitutto la salvaguardia, ma anche una maggiore funzionalità e di conseguenza una migliore competitività in linea all’offerta delle principali capitali congressuali, con cui il Polo congressuale dell’EUR è in competizione nel mercato mondiale dei grandi eventi.


Il Palazzo dei Ricevimenti e dei Congressi di Roma, anche noto semplicemente come Palazzo dei Congressi. Vista frontale. Foto by Blackcat, CC-BY-SA-3.0
 
Il delicato compito di valorizzare un edificio di tale pregio e storia è stato affidato da EUR SpA allo studio Alvisi Kirimoto, affermato a livello internazionale e vincitore di numerosi premi (tra gli altri, l’AIT Award 2012, l’International Architecture Award 2021 del The Chicago Athenaeum, Best Residential Architecture al BigSEE Architecture Award 2021 e i Premi In/Architettura 2023) che firma l’intervento architettonico articolato in due macro-azioni:
- interventi di recupero e di restauro degli elementi architettonici esistenti
- interventi di adeguamento funzionale attraverso l’inserimento di nuovi elementi in grado di modificare i flussi e l’ampliamento delle dotazioni tecniche.
 
Tra gli interventi relativi alla gestione dei flussi dei visitatori al piano terra, l’atrio centrale verrà trasformato in un vestibolo dinamico in grado di dividere a metà il Palazzo e garantire una distribuzione verticale adattabile alle diverse necessità di configurazione degli spazi. A supporto della gestione dei percorsi, dispositivi quali pareti mobili opache e pareti vetrate garantiranno il corretto orientamento dei visitatori verso i diversi eventi ed assicureranno, inoltre, un ottimo isolamento acustico. Per entrambe le tipologie di partizioni il loro posizionamento seguirà la logica compositiva dell’edificio e per la maggior parte, i nuovi elementi, si attesteranno sulle originali posizioni delle porte vetrate pensate dall’architetto Libera.
 
"L'intervento sul Palazzo dei Congressi è stato una sfida unica” racconta l’architetto Massimo Alvisi, co-fondatore dello Studio Alvisi Kirimoto. “Fin dall'analisi e dallo studio preliminare dell'edificio è risultato chiaro che Libera avesse già ipotizzato la possibilità di una futura evoluzione del progetto. Quello che abbiamo fatto, infatti, è stato ampliare e migliorare gli elementi già presenti sfruttando le nuove tecnologie disponibili. L'obiettivo dell'intervento è stato costruire un percorso filologico tramite: l’inserimento negli spazi di una serie di dispositivi mobili in grado di gestire i flussi in modo autonomo, separando acusticamente i diversi ambienti e l’installazione di infrastrutture tecniche innovative come le nuove tende oscuranti e il nuovo Ring scenotecnico.”
 
Oltre alla gestione dei flussi dei visitatori, sono state pensate delle integrazioni anche per quanto riguarda la flessibilità dei percorsi di carico e scarico, rendendo possibile, in occasione di eventi distinti, gestire il carico e lo scarico in maniera totalmente autonoma e indipendente.
 
Le scale esistenti all’interno delle chiostrine, invece, assolveranno il ruolo di connettori in grado di gestire i flussi verticali, di distribuire gli utenti tra piano seminterrato e piano primo e garantiranno l’accesso alla terrazza e al Teatro pensile in maniera autonoma. Queste, oltre ad avere un ruolo distributivo, saranno caratterizzate dalla nuova copertura e dal nuovo involucro pensato come una pelle leggera in rete stirata, con la funzione di lasciare penetrare la luce durante gli eventi notturni ed eludere la vista delle zone tecniche. La flessibilità dello spazio sarà esaltata anche dalla possibilità di fornire un vasto assortimento di layout e soluzioni sceniche per differenti eventi, tra cui nuovi sistemi di appensione e di oscuramento, che sostituiranno gli attuali sistemi manuali con il Ring, un traliccio sospeso a circa 15 m con la funzione di agganciare elementi illuminotecnici e scenici, e con i pannelli oscuranti verticali motorizzati. Soluzioni che attrezzeranno il Palazzo aumentandone la versatilità, senza alternarne la qualità architettonica.
 
Anche il primo piano sarà oggetto di interventi che riguarderanno l’inserimento di nuove pareti mobili per poter configurare, per entrambe le ali in maniera speculare, dodici sale autonome, con una corretta divisione acustica. Tra i nuovi interventi è stato previsto, al piano terra, l’installazione di un nuovo bar e l’ampliamento dei servizi igienici.
 
Tutti gli interventi saranno mirati all’obiettivo di permettere di ospitare nel “rinnovato” Palazzo dei Congressi più eventi contemporaneamente, offrendo soluzioni e servizi in grado di migliorare attrattività e funzionalità e quindi di ampliare la platea potenziale, senza però alterare l’aspetto, la materia e le caratteristiche architettoniche.
 
Gli interventi di recupero e restauro, ragionati con l’obiettivo di mantenere le consistenze e le colorazioni più simili ai materiali presenti, ma allo stesso tempo di distinguerli e identificarli come “nuovo intervento”, riguarderanno invece: la pulitura, la pittura delle facciate e il restauro dei fusi reticolari; l’integrazione di paramenti e pavimenti; il ripristino della continuità visiva delle travi nel Foyer.
 
Un elemento distintivo del progetto, espressamente richiesto da EUR Spa, è stato quello di valorizzare i capolavori artistici che custodisce il Palazzo dei Congressi al suo interno: in primis il Fregio decorativo con le pitture opera di Gino Severini con un intervento illuminotecnico dedicato, per essere visibile anche dall’esterno grazie ad un’illuminazione scenica nuova. Saranno anche ripristinate le fontane decorative sul Piazzale Kennedy.
 
“Terminata la fase di valutazione da parte della Soprintendenza, partirà l’esecuzione dei lavori che dovranno permettere la compatibilità con gli eventi già in calendario, tenuto conto che il Palazzo non chiuderà, continuando ad ospitare eventi e anzi preparandosi ad accogliere sempre più persone” - dichiara l’Amministratore delegato di EUR Spa, Angela Maria Cossellu.

  Scheda progetto: Palazzo dei Congressi
Alvisi Kirimoto
Vedi Scheda Progetto
Alvisi Kirimoto
Vedi Scheda Progetto
Alvisi Kirimoto
Vedi Scheda Progetto
Alvisi Kirimoto
Vedi Scheda Progetto
Alvisi Kirimoto
Vedi Scheda Progetto
Alvisi Kirimoto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
29.05.2024
Peninsula House: una 'reliquia scultorea' sulla costa australiana
28.05.2024
La Chiesa fortificata di Curciu: inserirsi nel contesto, distinguersi per contrasto
28.05.2024
Al Gallaratese di Milano la prima opera italiana dello street artist Obey
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
06/06/2024 - fiera di bergamo
interzum forum italy

23/09/2024 - bologna fiera
Cersaie 2024

24/09/2024 - veronafiere
Marmomac 2024

gli altri eventi
  Scheda progetto:
Alvisi Kirimoto

Palazzo dei Congressi

 NEWS CONCORSI
+29.05.2024
Young Photographers from Italian Academies #4: 'Prendersi una pausa'
+28.05.2024
Al via l’open call di fotografia Sempre Moderno
+27.05.2024
Al via la seconda edizione di #SCALADIGRIGI
+22.05.2024
Nuova scadenza del CREATable Resources Contest – NEXT40 edition
+14.05.2024
Napoli realizza il Nodo Intermodale Complesso di Garibaldi-Porta Est
tutte le news concorsi +

interno_SHOP_Promo_Flos
Romagno Marmi
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Contatti/Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit� |  Rss feed
� 2001-2024 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n�iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 � Riproduzione riservata