SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Arco compie 60 anni
Flos celebra l'iconica lampada disegnata da Achille e Pier Giacomo Castiglioni con una Limited Edition di 2022 pezzi realizzata con base in cristallo
Autore: giulia capozza
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Arco K limited edition - Photo by Mattia Balsamini Arco K limited edition - Photo by Mattia Balsamini
09/12/2022 - Flos celebra i sessant’anni della lampada Arco, l'icona di Achille e Pier Giacomo Castiglioni disegnata nel 1962, con una Limited Edition di 2022 pezzi realizzata con base in cristallo.

Frutto di una delle intuizioni più felici della storia del design, Arco è considerata universalmente un’ambasciatrice del made in Italy nel mondo. L’anniversario diventa l’occasione per rivisitare la lampada ed esaltare il gesto progettuale dei fratelli Castiglioni: l’arco, vera essenza del progetto, come sottolineato anche dal nome.

Il cuore di Arco è nell’arco

Una lampada da terra che illumina come un lampadario un tavolo da pranzo, Arco è un crossover tra tipologie tradizionali. È un oggetto simbolo di libertà espressiva negli interior, in linea con la rivoluzione sociale e culturale che stava avvenendo negli anni in cui è stata progettata.

Come spesso accade nel lavoro dei Castiglioni, l’ispirazione per il progetto è venuta per caso.

Osservando dei lampioni stradali, Achille e Pier Giacomo hanno iniziato a considerare come la forma dell’arco permettesse di trasportare la luce dall’alto sugli oggetti. E quindi a immaginare una lampada in grado di assolvere questo compito svincolandosi dal punto luce fisso a soffitto”, spiegano i design curator di Flos, Calvi e Brambilla. “Inventare questo gesto nello spazio che cade sulle cose con gentilezza e prende origine da un blocco liberamente trasportabile nella stanza: è stata questa la grande rivoluzione apportata da Arco alla storia del design”.

Tecnologia e alta manifattura, così rivive un capolavoro

Partendo dal principio (filologico) che festeggiare Arco vuol dire celebrarne il principio di design, per la limited edition è stato deciso di mettere a nudo la base, trasportando idealmente lo sguardo dall’arco alla sua origine e alla struttura che lo sostiene.

Alla decisione di lavorare sul marmo si è giunti anche considerando un’altra questione. Con il passare degli anni, infatti, il marmo della base della lampada è stato associato a un'idea di preziosità e lusso lontanissima dal sentire originario dei designer: i Castiglioni, infatti, avevano selezionato questo materiale per la base di Arco per le sue qualità di pesantezza e robustezza nel sostenere il peso dell’arco. All'epoca era il materiale più facile da trovare e più logico da usare.
 

Per Arco K è invece stato scelto un materiale che 60 anni fa non si sarebbe mai potuto utilizzare e la cui lavorazione ha richiesto lo sviluppo di un procedimento ad hoc: un cristallo senza piombo, che, grazie alla sua trasparenza, svela la meccanica della lampada e ne spiega il funzionamento e il principio.

 

Perché il cristallo ha sostituito il marmo

Il cuore dell'idea di Arco K è l'utilizzo di un materiale riciclabile, pesante, raffinato e tecnico allo stesso tempo: un cristallo senza piombo, comunemente usato per prismi ottici in laboratorio, generatori laser e piccoli gadget che richiedono incisione laser 3D interne.

 

La sfida era, ovviamente, passare dalla scala micro a quella macro e mantenere la stessa alta precisione nel risultato. Per affrontarla sono stati realizzati macchinari appositi che hanno permesso di ottenere un pezzo perfetto in ogni sua parte. Un blocco trasparente e bellissimo che eleva il già alto valore percepito e iconico della lampada Arco.

 

L'elevata precisione della forma ottenuta, che richiede un lungo e complesso processo di lavorazione, è anche un disincentivo al plagio.

Solo una molla a spirale è stata aggiunta attorno al perno di fissaggio per garantire che il vetro interno sia protetto da graffi accidentali. Infine, la parte inferiore del blocco poggia su un materassino nero, invisibile a occhio nudo grazie al gioco di riflessi creato nel blocco di cristallo.
 

Dalla scopa al mattarello

Il disegno originale di Arco prevede un foro passante in cui si può infilare un manico di scopa per spostare il blocco di marmo e la lampada da una stanza o da un punto a un altro. Un gesto frutto di una straordinaria miscela di praticità e di ironia tipica dei progetti dei Castiglioni.

Nella speciale scatola di legno con cui Arco K viene spedita è invece fornito un apposito supporto di legno più corto e più pratico del manico di scopa, che ricorda un mattarello, con la parte centrale ricoperta da uno strato antigraffio per evitare il rischio di danneggiare il cristallo negli spostamenti.

Per il resto, il progetto di Arco K è inalterato rispetto alla versione originale: lo stelo è un profilo metallico con sezione a U, regolabile in tre posizioni. La fonte luminosa è una lampadina con la calotta semi argentata, benché a LED. La calotta è composta da una parte piena e da una forata, pensata dai Castiglioni per far fuoriuscire il calore sviluppato dalla fonte luminosa e creare un caratteristico decoro a soffitto.

 

Arco K sarà disponibile in soli 2022 pezzi numerati, e dovrà essere opzionata online attraverso un pre-booking: la complessità dell’opera, infatti, richiede lunghi tempi di lavorazione che si traducono in un’accuratezza unica di ogni singolo prodotto.

Data la preziosità dell’acquisto, Flos ha messo a punto un particolare sistema di tracciabilità NFC crittografato, che garantisce ai collezionisti l’originalità ed unicità di ogni pezzo numerato.

Flos su Archiproducts



Arco K dettaglio base in cristallo - Photo by Mattia Balsamini


Fabbricazione della base in cristallo di Arco K - Photo by


Base in cristallo della lampada Arco K - Photo by Mattia Balsamini


Arco K limited edition - Photo by Mattia Balsamini


Dettaglio lampada Arco K - Photo by Mattia Balsamini


Giovanna Castiglioni con Arco K - Photo by Sara Fileti


Fabbricazione della base in cristallo di Arco K - Photo by


Arco K limited edition - Photo by Sara Fileti

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
24/01/2023
Skynest, un nido di luce leggero e scenico
La nuova lampada Flos firmata Marcel Wanders studio è composta da tubi tessili integrati con luci a LED intrecciati come fili lungo la struttura della lampada

18/12/2022
Gustave by Vincent Van Duysen: omaggio al mondo di Grand Budapest Hotel
Si ispira al celebre film di Wes Anderson la nuova lampada portatile Flos disegnata per gli spazi horeca e hotellerie

18/11/2022
Le intuizioni dei fratelli Castiglioni rivivono nella nuova lampada Flos di Guglielmo Poletti
Concepita come un ready-made, la collezione To-Tie nasce mettendo in relazione tre semplici elementi: cavo, barra e cilindro in tensione tra loro

10/06/2022
See the Stars Again, l'installazione Flos al Fuorisalone 2022
Gli spazi industriali di Fabbrica Orobia ospitano l'allestimento firmato Calvi Brambilla, un progetto speciale per celebrare i 60 anni di attività e scoprire la 'Flos del futuro'

29/04/2022
Almendra, un ramo di luce firmato Patricia Urquiola
Ispirata al guscio di una mandorla, la nuova lampada a sospensione disegnata per Flos è un sistema modulare, tecnologico e sostenibile

28/03/2022
La luce soltanto dove serve: Van Duysen per Flos
Spine è la nuova collezione di proiettori orientabili da esterno. La possibilità di rotazione a 270 gradi del corpo illuminante permette di orientare la luce nel modo più preciso possibile

18/02/2022
Le Strings Lights di Flos si tingono di blu polvere e bianco
Nuove finiture per le famiglie di lampade, iconiche e senza tempo, firmate da Michael Anastassiades

14/01/2022
Riflessi metallici per la lampada Flos firmata Anastassiades
La nuova finitura Argent delle sospensioni Coordinates: forme pure ispirate al minimalismo del sistema cartesiano



ULTIME NEWS SU EVENTI
07.02.2023
Bill Viola, il genio della videoarte, in mostra a Milano
03.02.2023
Naturalis Historia: Lake Como Design Festival annuncia la sua quinta edizione
01.02.2023
Daniel Libeskind a Palazzo del Bo di Padova
� le altre news

Arco K dettaglio base in cristallo - Photo by Mattia Balsamini
Fabbricazione della base in cristallo di Arco K - Photo by
Base in cristallo della lampada Arco K - Photo by Mattia Balsamini
Arco K limited edition - Photo by Mattia Balsamini
Dettaglio lampada Arco K - Photo by Mattia Balsamini
Giovanna Castiglioni con Arco K - Photo by Sara Fileti
Fabbricazione della base in cristallo di Arco K - Photo by
Arco K limited edition - Photo by Sara Fileti
1
2
3
FLOS

1
2
3
4
5
6
 »
LAMPADINA
ZERO TRACK 2M BLACK
BIAGIO | Lampada da tavolo
GATTO
GLO-BALL T
GOLDMAN
BEDSIDE GUN
KELVIN LED
MAYDAY
AIM
1
2
3
4
5
6
 »

FLOS

 NEWS CONCORSI
+07.02.2023
100 anni di Architettura: la call per gli architetti under 40
+06.02.2023
La Rocca del Leone di Castiglione del Lago sarà un’Arena per pubblici spettacoli
+06.02.2023
Tactical Urbanism NOW! 2023
+03.02.2023
Verso la chiusura il bando 'Biennale College Architettura 2023'
+01.02.2023
Un logo per la metropolitana di Napoli
tutte le news concorsi +

San Valentino 2023
ADA 2022_discover the winners
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2023 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata