SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Lamm arreda il complesso Origine alle porte di Parigi
Nel distretto La Défense un'architettura bioclimatica all'insegna del benessere. Per l'auditorium scelte le poltrone L213 del brand italiano
Autore: antonella fraccalvieri
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
LAMM ARREDA IL COMPLESSO ORIGINE ALLE PORTE DI PARIGI
07/10/2022 - Le poltrone L213 di LAMM arredano il complesso di uffici Origine alle porte di Parigi. Architettura bioclimatica, struttura portante in legno, ad esclusione del nucleo centrale in calcestruzzo armato. Ricerca del benessere applicata ai luoghi di lavoro e attenzione alla qualità dello spazio urbano. Sono questi – in estrema sintesi – i tratti distintivi del neonato complesso per uffici sorto nel distretto «Arche Ouest» del noto quartiere d’affari La Défense. 

Alle porte di Parigi, il business district si espande, complice un nuovo isolato che ricade nella città di Nanterre, di cui fanno parte due edifici: due monoliti che per la loro forma rimandano a bianche scogliere. «Origine» è il nome del progetto ideato dagli studi Maud Caubet Architects e Quadri Fiore Architecture, realizzato accanto allo stadio Paris La Défense Arena, firmato da Christian de Portzamparc.
 
Circa 70mila mq di uffici ospitano oltre 500 aziende, di queste, 15 si posizionano nella top 50 delle maggiori società a livello globale. La natura entra in «Origine» e contribuisce al benessere degli utenti: i due blocchi del complesso terziario si dispongono infatti intorno ad un giardino centrale permeabile. In tutto sono 6.500 i mq di spazi all’aperto, che estremamente variegati, comprendono anche logge, terrazze e patii. La generosità degli spazi comuni trova la sua massima espressione nell’ingresso: una hall a tutta altezza che percorre in verticale gli otto piani dell’edificio. Nello spazio vuoto, che un po’ strizza l’occhio al Guggenheim di New York, si affacciano terrazze lignee curvilinee esaltate dalla luce zenitale proveniente dal grande lucernaio sul tetto. 

Il comfort passa anche dai servizi. Il complesso ingloba infatti ristoranti e una palestra. E, non per ultimo, l’auditorium. Ed è qui che entra in gioco LAMM con le sue poltrone L213. Nelle L213, il design, razionale ed elegante, e la cura del dettaglio si conciliano perfettamente con le più elevate prestazioni in termini di comfort, ergonomia e versatilità. Scelte nella versione con fiancate inclinate, le sedute sono disposte su file diritte su gradoni. Tre i colori scelti: grigio, blu chiaro e blu. Il sedile e lo schienale, entrambi imbottiti come le fiancate, hanno un’inclinazione coordinata e studiata per massimizzare il comfort anche in situazioni di permanenza prolungata nella posizione seduta. 
 
Oltre alla particolarità di poter beneficiare di un sistema a scomparsa (non utilizzato in questo caso), che permette di nascondere la seduta in posizione orizzontale sotto il pavimento, come tutte le poltrone della linea «Conference», la L213 può godere di un’ampia gamma di accessori. Per il progetto parigino, le fiancate sono state dotate di prese elettriche e di una tavoletta di scrittura ribaltabile a scomparsa. Il fissaggio a pavimento è reso estremamente facile dalla presenza di un piede di ancoraggio coperto da un carter metallico verniciato. Le linee dinamiche delle fiancate e dello schienale esaltano l’eleganza delle poltrone, qualsiasi sia il punto di vista da cui le si guarda. Una condizione che, insieme alla versatilità, le rende adatte a qualsiasi ambiente.

Lamm su ARCHIPRODUCTS


' '


' '


' '


' '


' '


' '

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
01/10/2022
Il design made in Italy di LAMM sbarca a Dubai
Le poltrone C100 arredano l’auditorium del Museum of the Future, visionario museo firmato dallo studio Killa Design

30/09/2022
Lamm veste l’auditorium del nuovo centro direzionale della Banca Credito Cooperativo Centro Calabria a Catanzaro
Le poltrone F50, dal deciso bordeaux, contribuiscono alla creazione di un’atmosfera calda e accogliente, rispondendo con versatilità alle specifiche esigenze del progetto

26/09/2022
LAMM arreda l’Audrey Irmas Pavilion firmato OMA
Un'architettura scultorea concepita per la più antica congregazione ebraica di Los Angeles, con spazi collettivi per la comunità religiosa e i cittadini

05/05/2022
Sedute e tavoli LAMM per la sede della Facoltà teologica dell’Italia meridionale a Napoli
Un progetto contemporaneo in un’architettura dei primi del Novecento adagiata sulla collina di Posillipo. Il brand partecipa al restyling degli interni con arredi versatili, adattabili e confortevoli

22/04/2022
Le poltrone custom LAMM per la Nouvelle Comédie di Ginevra
Quattro volumi trasparenti dialogano con lo spazio circostante. Per il teatro firmato FRES Architectes LAMM ha allestito la Grande Salle con circa 500 sedute realizzate su misura

15/04/2022
Le sedie da conferenza LAMM per la nuova sede Thélem assurances
Le ampie possibilità di personalizzazione delle poltrone F50 e la velocità di allestimento consentita dalle sedute On Time si rivelano essenziali per la configurazione e la versatilità degli spazi della grande sala



ULTIME NEWS SU ARCHIPRODUCTS NEWS
07.02.2023
Pattern geometrici e sagome minimaliste: beStyle by beWall
07.02.2023
07.02.2023
� le altre news

' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
1
2
LAMM

L213

LAMM

 NEWS CONCORSI
+07.02.2023
100 anni di Architettura: la call per gli architetti under 40
+06.02.2023
La Rocca del Leone di Castiglione del Lago sarà un’Arena per pubblici spettacoli
+06.02.2023
Tactical Urbanism NOW! 2023
+03.02.2023
Verso la chiusura il bando 'Biennale College Architettura 2023'
+01.02.2023
Un logo per la metropolitana di Napoli
tutte le news concorsi +

San Valentino 2023
ADA 2022_discover the winners
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2023 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata