Tile of Spain Awards

BEAMS MONO-EL

VOG

Curve


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Casa Diva: la residenza a pochi passi dalla Cappella Sistina
Punto Zero Architetti ha completato la trasformazione di un b&b in un nuovo appartamento nel quartiere romano di Prati
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
22/09/2022 - Punto Zero Architetti ha completato Casa Diva, intervento di trasformazione di un b&b in un nuovo appartamento nel quartiere di Prati, a pochi passi dalla Cappella Sistina.

L’ambiente presentava una pianta piuttosto irregolare, con giaciture e tagli non ortogonali, un trapezio irregolare, con i lati lunghi cechi e privi di finestre, oltre che molto frazionato per la destinazione d’uso precedente. “Desideravamo, rispetto alla precedente casa del cliente, conferire un’atmosfera densa e urbana, un senso di buona pienezza” spiegano gli architetti.

Così per articolare lo spazio di partenza non lineare, Punto Zero ha immaginato un elemento parete, che dall’ingresso si snoda fino alla zona ospiti con le sue diverse giaciture. Un muro attrezzato “blu laguna” che diventa anche il modo per scoprire la casa: nasconde porte e passaggi invisibili verso gli ambienti più intimi; si estrude in elementi di falegnameria e accoglie i gessi e i libri, passione da collezione del proprietario.

Gli ambienti poi si articolano in una cucina concepita come fulcro della casa, una sorta di acquario vetrato su cui affacciarsi, definito nelle sue linee dalla falegnameria su misura e travi e pilastri in cemento armato, lasciato a nudo.

La distribuzione continua fluida verso il living, mentre le due zone notte sono autonome e separate, intermezzate da zone cieche adibite a spazi di servizio (secondo bagno, lavanderia, zona armadi).

L’uso di vari materiali è stato declinato per segnare il passaggio da un ambiente all’altro: la graniglia, in due diverse tonalità chiara e scura, diventa il pavimento semicontinuo della zona giorno; la resina diventa la soglia del “muro blu” ed entra nei bagni padronale e ospiti come pavimento e resina materica a parete.

La zona notte, più morbida e accogliente, è invece in parquet di rovere naturale. Pilastri e travi sono stati messi a nudo, nella loro sincerità del calcestruzzo faccia a vista, dialogando con vetrate artigianali dallo spirito urban di ferro nero e vetro trasparente della cucina.
 

  Scheda progetto: Casa Diva
Yara Bonanni
Vedi Scheda Progetto
Yara Bonanni
Vedi Scheda Progetto
Yara Bonanni
Vedi Scheda Progetto
Yara Bonanni
Vedi Scheda Progetto
Yara Bonanni
Vedi Scheda Progetto
Yara Bonanni
Vedi Scheda Progetto
Yara Bonanni
Vedi Scheda Progetto
Yara Bonanni
Vedi Scheda Progetto
Yara Bonanni
Vedi Scheda Progetto
Yara Bonanni
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU CASE & INTERNI
05.10.2022
Linearità e minimalismo: casa Miti
04.10.2022
In provincia di Udine lo showroom pop di una fattoria fuori dall'ordinario
29.09.2022
L'atelier di uno scultore tra le campagne emiliane
� le altre news

  Scheda progetto:
Punto Zero

Casa Diva

 NEWS CONCORSI
+05.10.2022
Wood Architecture Prize by Klimahouse: candidature fino al 6 gennaio 2023
+28.09.2022
Greening the Industrial City: un parco industriale lungo il corso d'acqua naturale di Houston
+28.09.2022
Al via Art Cathedral, il nuovo concorso di idee di YAC
+26.09.2022
Piazza Armerina: percorsi e accessibilità nel centro storico
+21.09.2022
Gaudí La Coma Artists' Residences
tutte le news concorsi +

Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata