SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Formafantasma si ispira ai Découpages di Henri Matisse
Fold, un’edizione limitata di sei lampade disegnate per il brand francese Maison Matisse
Autore: antonella fraccalvieri
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
FORMAFANTASMA SI ISPIRA AI DÉCOUPAGES DI HENRI MATISSE
27/07/2022 - Si ispirano ai celebri Découpages di Henri Matisse le nuove lampade di Formafantasma per Maison Matisse. Fold è una Limited Edition di 6 pezzi che reinterpreta l'opera e il colore puro dell'artista attraverso un linguaggio concettuale.

Matisse ha plasmato l’arte moderna con la sua gioia, il suo desiderio di sperimentare, la sua ricerca di equilibrio tra colore e forma. Con Maison Matisse il suo universo continua a vivere e trova nuova espressione  grazie a designer capaci di rileggere la ricerca dell’artista.

La collezione di lampade di Formafantasma per Maison Matisse celebra il tema della rinascita che accompagna la fase più matura della vita di Henri Matisse. Il 1941 segnò per l'artista un punto di svolta fondamentale, una rinascita che lo coinvolse sul piano artistico e su quello personale, permettendogli di mettere da parte la pittura per sperimentare liberamente e cimentarsi in una tecnica innovativa: il Découpage.
Nel momento in cui la malattia cominciò a limitare la sua capacità creativa, Henri Matisse iniziò a creare le sue forme di carte dipinte a gouache e ritagliate a forbice e, in questo modo, aprì le porte a quel periodo che lui stesso chiamò la sua “seconda vita”, un tempo di vibrante creatività e ricca produttività.
I découpages racchiudono in un’unica tecnica tutte le altre: dal disegno alla pittura, fino alla scultura, in un equilibrio perfetto di forma e colore.
 
Adottando questo procedimento metodico e intuitivo, ma trasformandolo in un processo creativo proprio, Formafantasma ha creato una serie di modelli astratti, ritagliando e piegando la carta.
Lavorando con la carta, proprio come Matisse, i designer hanno utilizzato un semplice righello e un taglierino per ritagliare e ripiegare lampadari, lampade da tavolo e lampade a sospensione in metallo con paralume in carta. Oggetti ispirati dal processo piuttosto che dal linguaggio estetico. 
 
Partendo da una lamiera di acciaio, sono necessari diversi passaggi per arrivare alla realizzazione delle lampade di Formafantasma per Maison Matisse. Il materiale viene inizialmente tagliato al laser e successivamente piegato con macchinari usati nell’industria pesante. Viene quindi levigato e pulito per eliminare qualsiasi imperfezione prima di essere oliato, protetto e verniciato. Uno per volta, vengono applicati il primo strato di colore, dalla pigmentazione intensa, e i successivi dieci strati di vernice. Infine, viene applicato l’ultimo strato per raggiungere la perfetta brillantezza. Questa tecnica permette di ottenere un colore che riflette la luce in modo sottile: una resa unica dall’effetto profondo e dalla brillantezza spettacolare, tipica dell’industria automobilistica.
Alla fine la lampada viene accuratamente assemblata con la fonte luminosa e il foglio di carta.
 
Maison Matisse deve il suo nome e la sua creazione a Henri Matisse. Fondata dalla quarta generazione della famiglia, Maison Matisse celebra l’universo dell’artista attraverso oggetti creati da designer affermati o emergenti.
Forme, colori, composizioni: ogni pezzo trae ispirazione dal linguaggio estetico senza tempo dell’artista. Uno sguardo poetico e unico che Maison Matisse desidera mantenere vivo, interpretando la sua opera e sostenendo il design contemporaneo. "Vogliamo dare continuità allo spirito che ha portato alla luce il suo mondo, per condividere nel migliore dei modi le emozioni e il genio di un pittore che non ha mai rinunciato all’audacia della gioia. Le emozioni positive che sprigionano le opere di Henri Matisse sono un dono che oggi vogliamo riproporre attraverso le nostre collezioni. Il nostro intento è mettere gioia e spirito di condivisione nel cuore di tutte le nostre creazioni".

 
Maison Matisse su ARCHIPRODUCTS


 


' '


' '


' '


' '


' '


' '


' '


' '


' '


' '


' '

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
25/03/2022
La prima boutique Maison Matisse a Parigi
Uno spazio pensato come appartamento, un luogo intimo che rende tributo all'essenza di Henri Matisse. Come in un quadro, le collezioni permanenti dialogano con elementi decorativi


Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
30.09.2022
Si concludono i lavori di The Valley, “il miglior grattacielo del mondo”
29.09.2022
Completato il “grattacielo biofilico” di Singapore
28.09.2022
StudioAlami vince il concorso per il miglior giardino agrivoltaico
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
07/10/2022 - complesso di san domenico maggiore vico san domenico maggiore 18, napoli (italia)
Edit Napoli 2022
Fiera del design editoriale e d’autore
07/10/2022 - studio trisorio, via carlo poerio 116, napoli
Colore di base

11/10/2022 - camera – centro italiano per la fotografia, torino
Robert Doisneau

gli altri eventi
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
' ',
1
2
3
4
5
 NEWS CONCORSI
+28.09.2022
Greening the Industrial City: un parco industriale lungo il corso d'acqua naturale di Houston
+28.09.2022
Al via Art Cathedral, il nuovo concorso di idee di YAC
+26.09.2022
Piazza Armerina: percorsi e accessibilità nel centro storico
+21.09.2022
Gaudí La Coma Artists' Residences
+19.09.2022
Wood Architecture Prize by Klimahouse: la call per innovatori del settore costruzioni
tutte le news concorsi +

Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata