SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Fugabella Color

50 anni di un'icona: Le Bambole di Mario Bellini
B&B Italia celebra la storica collezione di divani e poltrone con una versione radicalmente rinnovata, più confortevole e sempre più sostenibile
Autore: antonella fraccalvieri
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Mario Bellini Mario Bellini
15/04/2022 - L'iconico divano Le Bambole disegnato da Mario Bellini nel 1972 compie 50 anni. E per festeggiare B&B Italia presenta una nuova versione, pensata all'insegna di comfort e sostenibilità.
 
Impossibile non ricordare la comunicazione irriverente e visionaria del fotografo Oliviero Toscani che, immortalando la modella Donna Jordan, una delle muse di Andy Warhol, a seno nudo sul divano, ha segnato l’immaginario collettivo degli anni '70. Ed è proprio questa l'immagine che ancora oggi associamo tutti all'iconico divano di Mario Bellini.
 
Nuove scelte progettuali rendono oggi la collezione di divani Le Bambole ancora più confortevoli e sempre più sostenibili.
 
“Sento di nuovo dentro di me - spiega Mario Bellini - il gusto di rideclinare questa famiglia, perché mi conferma che è tutt'altro che invecchiata, anzi, sta avendo una seconda vita rigogliosa e promettente, una rinascita fatta in grande, fatta con entusiasmo, con larghezza, con i decori e con gli originari gonfiori. Ne abbiamo recuperato il fascino, la sontuosa floridezza, la morbidezza”.
 

1972: il contesto sociale in cui nasce la collezione di divani Le Bambole

Gli anni ’60 e ’70 sono stati anni fondamentali per le donne italiane e non solo, decenni chiave per la loro emancipazione e per i loro diritti, con iniziative concrete per il diritto di famiglia, per gli asili nido e per i consultori, che sono culminate con il successo dei referendum dedicati a divorzio e aborto. In parallelo il cinema, la musica, l’arte, la moda e la comunicazione hanno iniziato a proporre un modello di donna sempre più emancipata, padrona del suo modo di apparire, che spesso usava il suo corpo in totale autonomia, come arma di seduzione o come rivendicazione della propria forza, come strumento di conquista o come dichiarazione di indipendenza.
È in questo contesto che nel 1972 nascono i divani Le Bambole e la loro spiazzante comunicazione, oggetti e immagini depositati nella storia del design.
 

B&B Italia lancia la collezione di divani Le Bambole

Nel 1972 l'azienda B&B Italia (allora conosciuta come C&B) presenta al mondo la collezione di divani e poltrone Le Bambole disegnati da Mario Bellini. Morbidezza accogliente, rotondità soffice, armonia dolce e informalità divertita sono le chiavi di lettura per poltrone, divani e letti che segneranno un punto di non ritorno grazie alla loro estetica, alla tecnica produttiva ma anche a una comunicazione senza precedenti.
 
Le Bambole appaiono come una serie di grandi cuscini accostati in maniera quasi casuale, in linea con le trasformazioni dell’abitare in corso all’inizio degli anni ’70. All’interno lo scheletro metallico garantiva solidità, mentre la generosa imbottitura in poliuretano - marchio di fabbrica dell’Azienda fin dalle origini - permetteva di godere dell’abbraccio di ogni Bambola. Anche il rivestimento era concepito in modo da fornire elasticità e supporto, in sintonia con la struttura.
 
La campagna pubblicitaria di lancio ha fatto la storia della comunicazione e del design. Le Bambole sono protagoniste di un servizio realizzato da Oliviero Toscani, che fotografa Donna Jordan, una modella conosciuta alla Factory di Andy Warhol. Donna Jordan balla e ride a seno nudo, disinvolta e felice, accanto o immersa ne Le Bambole.
Le immagini vengono svelate per la prima volta nei corridoi del Salone del Mobile del 1972 e immediatamente censurate. Da allora queste immagini sono comparse su riviste, ma anche in mostre e manuali di design.
 
Non solo comunicazione efficace, ma anche un prodotto memorabile che nel 1979 conquista il Compasso d’Oro, un premio che accompagna i primi anni di successi e apre a Le Bambole una lunga vita da protagoniste del design italiano e internazionale.
 

La serie di poltrone e divani Le Bambole nel 2022

Presenza costante nel catalogo B&B Italia da 50 anni, Le Bambole si evolvono e diventano ancora più contemporanee. La versione rinnovata recupera un look and feel più affine a quello originario, scegliendo forme generose, curvy, sempre più femminili.
 
La nuova gamma vede conferme e novità, per una collezione che riparte dagli elementi di base: la poltrona Bambola, il divano a due posti Bibambola, il letto matrimoniale Bamboletto. Si aggiunge il divano a tre posti aggiornato per andare incontro alle abitudini di oggi, dotato quindi di una seduta più profonda che gli fa meritare il nome Granbambola.
 

Un nuovo metodo costruttivo per un design circolare

Nella loro storia i divani Le Bambole hanno visto leggeri adattamenti nelle forme, dimostrando di essere in grado di rimanere sempre al passo con i tempi.
Oltre all’aspetto, il comfort è un elemento fondamentale del progetto. Anche oggi la morbidezza è garantita da una serie di acuti accorgimenti costruttivi nonostante la quantità di poliuretano utilizzato sia minima. Laddove la costruzione originaria si basava su una struttura metallica annegata nel poliuretano, ora i materiali utilizzati sono di ultima generazione. A partire dal polietilene di seconda vita che dà struttura, a cui si aggiungono elementi in poliuretano espanso ed elastomeri termoplastici che disegnano la geometria e definiscono comfort e traspirazione, il tutto inguainato da un sottorivestimento derivato da PET riciclato.
Le scelte di materiali e costruttive fanno sì che ogni articolo nella nuova collezione Le Bambole risulti completamente disassemblabile e perciò facilmente riciclabile.
 

I nuovi rivestimenti proposti da B&B Italia 50 anni dopo

Il rinnovamento della collezione porta con sé Sila, un nuovo tessuto sablé in otto varianti di colore. La sua natura piacevolmente irregolare e tridimensionale maschera l’effetto ortogonale di trama e ordito, amplificando l’effetto di morbidezza attraverso una studiata irregolarità che sembra ricordare superfici naturali e spontanee. Questa sensazione inizia con la vista e si completa al tatto. Infatti, come afferma Mario Bellini: “La variante di questa stoffa, quando in contatto con le mani, con le braccia, con il corpo, entra in empatia con la pelle ed è estremamente gradevole”.
 
Altra novità assoluta è il tessuto Manila, una stampa fiorata ironica e onirica caratterizzata da grandi rose dal sapore classico, un insolito contrasto capace di dare a ogni poltrona e divano Bambola di B&B Italia un abito totalmente inaspettato. Questo tessuto in edizione limitata è disponibile su base bianca o nera.
 
Le poltrone e divani Bambole si potranno rivestire anche in pregiata pelle Kasia, un pieno fiore morbidissimo e naturalmente segnato. Anche in questo caso tatto e vista saranno ugualmente appagati, per dare a ogni Bambola un aspetto ancora più elegante.

B&B Italia su ARCHIPRODUCTS


Le Bambole, 1972 - photo Oliviero Toscani


Mario Bellini, 1989


Le Bambole, 1972


Le Bambole, 1972 - photo Oliviero Toscani


Bambola armchair


Mario Bellini


Bibambola sofa


Bambola armchair with Manila textile


Bamboletto bed


Mario Bellini


Bibambola sofa - photo Tommaso Sartori

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
17/01/2022
B&B Italia arriva a Shanghai
Tra storia e presente, natura e artigianalità: la collezione 2021 ridefinisce le stanze di un'antica architettura cinese

07/12/2021
L'artista Shantell Martin celebra l’iconico divano Camaleonda
Un artwork in bianco e nero decora il sistema di sedute firmato Mario Bellini. Il progetto in mostra nel Flagstore B&B Italia a Miami

14/04/2021
Il sistema di imbottiti Noonu di Antonio Citterio per B&B Italia
Ispirata agli atolli delle Maldive, la nuova collezione crea un arcipelago di elementi con le precedenti proposte

01/12/2020
Piero Lissoni nuovo Direttore Artistico di B&B Italia
Dal 2021 l'architetto lavorerà ad una strategia per far evolvere l’immagine globale del brand

04/06/2020
B&B Italia riedita il divano Camaleonda di Mario Bellini
Un'icona degli anni '70 diventa contemporanea e sostenibile


Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
01.07.2022
Nasce il primo campus di design in Italia
01.07.2022
A Milano nasce il MIND Innovation Hub
29.06.2022
Ministudio Architetti per il Castello Turcke di Genova
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
22/09/2022 - palazzo strozzi
Olafur Eliasson
Mostra
26/09/2022 - bolognafiere
Cersaie 2022
Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno
27/09/2022 - verona fiere
MARMOMAC 2022

� gli altri eventi
Le Bambole, 1972 - photo Oliviero Toscani
Mario Bellini, 1989
Le Bambole, 1972
Le Bambole, 1972 - photo Oliviero Toscani
Bambola armchair
Mario Bellini
Bibambola sofa
Bambola armchair  with Manila textile
Bamboletto bed
Mario Bellini
Bibambola sofa - photo Tommaso Sartori
Bambola armchair - photo Tommaso Sartori
Bambola armchair  with Manila textile - photo Tommaso Sartori
Bamboletto bed - photo Tommaso Sartori
Granbambola sofa
1
2
3
4
5
B&B-ITALIA

LE BAMBOLE '07 | Poltrona
LE BAMBOLE '07 | Divano
LE BAMBOLE '07 | Divano a 2 posti

B&B-ITALIA

 NEWS CONCORSI
+01.07.2022
Un concorso per riqualificare la Cavallerizza Reale di Torino
+28.06.2022
Prossima stazione: Cesena. Il concorso
+23.06.2022
In chiusura il concorso La Casa del Giglio
+21.06.2022
XVIII Premio di Architettura Città di Oderzo
+20.06.2022
Roma Expo 2030. La Call for paper
tutte le news concorsi +

ADA 2022_Apply now
Fugabella Color
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata