Puraluce

Black Selection


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Villa Aurora, una residenza quasi ‘sospesa’
Luminosità e leggerezza alla base del progetto che si ispira alla Farnswoth House, la celebre “casa di vetro” di van der Rohe
Autore: rossana vinci
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
07/12/2021 - Leggerezza, luminosità e una vista sconfinata sulla natura circostante. Villa Aurora è stata concepita come una scatola in vetro immersa nella natura della costiera Romagnola. Il progetto, firmato da Nuovostudio in collaborazione con gli Architetti Pino Bova e Romina Carniato di ARP Studio, ha previsto il recupero e l’ampiamento di una palazzina di inizio secolo con una forte caratterizzazione di stile coloniale inserita all’interno di una pineta doveva diventare una villa che riflettesse lo stile e le esigenze della nuova committenza.

Ispirato alla celebre Farnswoth House, la “casa di vetro” di Mies van der Rohe, il progetto ha richiesto la realizzazione di vetrate di dimensioni particolarmente generose, con profili sottilissimi, che apportano agli ambienti una magnifica luminosità. La leggerezza di questa nuova struttura in metallo e vetro che, quasi “sospesa” da terra, sembra voler toccare il vicino mare, è il concept alla base dell’intervento. 

"Il fabbricato originale è stato restaurato conservando fedelmente l’aspetto esterno e concentrando le modifiche sulla distribuzione e partizione degli spazi nei locali interni; l’ampliamento, invece, è stato pensato come un’addizione autonoma rispetto al corpo centrale dell’abitazione. Una riqualificazione della proprietà che ha coinvolto anche il parco: tolti gli arbusti di scarso valore, sono stati preservati gli alberi più antichi e importanti, come i pini e le querce", spiegano i progettisti.

Il progetto ha previsto una netta distinzione delle destinazioni d’uso degli spazi interni: il corpo principale dell’abitazione ospita i locali di servizio e la zona notte al primo piano; il nuovo padiglione, adibito a zona giorno, include il living e la cucina, per consentire un contatto diretto con il giardino.

In prossimità dello stesso la piscina, in perfetta armonia e contiguità con l’interno, diventa quasi un prolungamento del soggiorno. Aprendo le ampie vetrate, il giardino e il padiglione si trasformano in un unico, grande “salotto” a cielo aperto in cui il confine indoor/outdoor si fa estremamente labile.

  Scheda progetto: Villa Aurora
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU CASE & INTERNI
24.01.2022
Un mini loft d'autore a Milano
24.01.2022
A Torino arrivano Camplus e Woody's
21.01.2022
Icaro Hotel: arte, design e architettura ai piedi delle Dolomiti
le altre news

  Scheda progetto:
ARP Studio

Villa Aurora

 NEWS CONCORSI
+24.01.2022
Taranto, in scadenza il bando per il recupero di Palazzo Frisini
+24.01.2022
Completamento del nuovo Ospedale “Giovanni Paolo II” di Ragusa
+21.01.2022
Il Comune di Tarquinia lancia due concorsi di idee
+19.01.2022
In chiusura il Premio Architettura Toscana, III Edizione
+18.01.2022
Scandicci: nuova scuola secondaria di 1° grado 'E.Fermi'
tutte le news concorsi +

ADA 2021_winners
ADA 2021_winners
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata