SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

ELIA

Here We Are! Donne nel design dal 1900 a oggi
Al Vitra Design Museum una mostra dedicata interamente al mondo femminile
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
28/09/2021 - Il Vitra Design Museum ha inaugurato la mostra “Here We Are!  Women in Design 1900 – Today”, interamente dedicata al mondo femminile.
La mostra racconta le donne sia come creatrici di mobili, moda e prodotti industriali, che come architette d’interni o imprenditrici. Un racconto dei contributi decisivi femminili allo sviluppo del design moderno.
 
L’esposizione presenta il design femminile degli ultimi 120 anni e, sullo sfondo della lotta per la parita` dei diritti, racconta la storia del design con un approccio nuovo, un approccio a piu` voci. In mostra ci sono opere di ben 80 donne attive nel design, fra cui spiccano esponenti della modernita` come Eileen Gray, Charlotte Perriand, Lilly Reich o Clara Porset, e nell’imprenditoria, ad esempio Florence Knoll e Armi Ratia, ma anche opere di personalità meno note come la riformatrice sociale Jane Addams.
Le posizioni contemporanee sono rappresentate da artiste quali Matali Crasset, Patricia Urquiola, Julia Lohmann o il collettivo Matri- Archi(tecture) che conducono i visitatori nel presente e nel futuro.
 
La mostra si suddivide in quattro sezioni che accompagnano i visitatori in un viaggio attraverso gli ultimi 120 anni di storia del design.
 
La prima sezione e` dedicata allo sviluppo del design in Europa e negli Stati Uniti dove, intorno al 1900, nello stesso periodo in cui le donne lottavano pubblicamente per una maggior partecipazione politica, emerse la figura professionale del designer moderno.
Le rivendicazioni femminili di allora influenzarono anche il design, ad esempio il lavoro delle riformatrici sociali Jane Addams e Louise Brigham che oggi definiremmo come «design sociale». Nello stesso periodo, a New York, Elsie de Wolfe diede un’impronta decisiva alla neonata professione dell’interior designer.
In esame ci sono anche opere di esponenti del Bauhaus, delle scuole russe del Wchutemas e delle Deutsche Werksta¨tten Hellerau di Dresda. La sezione evidenzia come le donne, pur acquisendo una maggiore professionalita` grazie a migliori possibilita` formative, continuassero ad essere relegate in modelli di ruolo tradizionali.
 
La seconda sezione copre il periodo che va dagli anni Venti agli anni Cinquanta del XX secolo. E` in quest’epoca che le prime designer iniziarono a riscuotere successo internazionale, sebbene la società in cui vivevano continuasse ad essere di stampo patriarcale: si pensi a Charlotte Perriand, Eileen Gray o Clara Porset, ma anche alla creative director Jeanne Toussaint che per decenni ha plasmato le collezioni della prestigiosa casa di gioielli Cartier ed e` considerata una figura di spicco dell’industria del lusso parigina. Alcune delle artiste qui presentate lavorarono a stretto contatto con i loro compagni, ad esempio Ray Eames con il marito Charles o Aino Aalto con Alvar Aalto, e non di rado il loro lavoro venne oscurato delle personalita` maschili al loro fianco. L’esposizione dimostra, pero`, che in molti casi l’apporto femminile alla creazione di opere comuni e` stato piu` decisivo di quanto non sia emerso finora. L’esempio piu` noto e` Charlotte Perriand: il suo contributo alla creazione dei leggendari mobili progettati con il famoso collega Le Corbusier e` stato completamente rivalutato negli ultimi anni. Altre designer rappresentate nella mostra lavorarono tutta la vita in modo indipendente, ad esempio la ceramista Eva Zeisel alla quale il Museum of Modern Art di New York dedico` una mostra personale gia` nel 1946.
 
La terza sezione si concentra sui decenni dal 1950 alla fine degli anni Ottanta, un periodo in cui si sollevo` una seconda ondata di femminismo, formatasi soprattutto a partire dagli anni Sessanta e nata per contrastare la mentalita` conservatrice del secondo Dopoguerra. Esempi quali la Schweizerische Ausstellung fu¨r Frauenarbeit SAFFA (esposizione svizzera del lavoro femminile) del 1958 dimostrano che le donne, pur continuando ad essere associate alle attivita` domestiche anche in ambito di design e nonostante tali restrizioni, produssero opere straordinarie. L’ambivalenza e le rotture di questi turbolenti decenni si riflettono anche nell’appariscente design di Marimekko degli anni Settanta e negli spettacolari oggetti postmoderni di designer italiane quali Nanda Vigo, Gae Aulenti o Cini Boeri.
 
Nella quarta sezione la mostra raggiunge il presente. Le opere di artiste di fama internazionale come Matali Crasset, Patricia Urquiola o Hella Jongerius dimostrano quanto oggi sia scontato il fatto che le donne ottengano successo internazionale alla pari dei loro colleghi di sesso maschile. Alcune designer trascendono addirittura i tradizionali confini della loro disciplina e contribuiscono a ridefinire il design in modo sostanziale. Ne fanno parte Julia Lohmann, che studia le alghe marine come nuovo materiale sostenibile, cosi` come Christine Meindertsma, che mette in discussione i processi di produzione. La sezione presenta anche una selezione di iniziative attuali in cui si evidenzia come il discorso femminista nel design e nell’architettura riesca a mettere in discussione i modelli di autorialita`, istruzione e riconoscimento collegandoli a concetti contemporanei quali quelli di diversita` e intersezionalita`. Il collettivo Matri-Archi(tecture), nell’opera creata appositamente per la mostra «Weaving Constellations of Identity», affronta le esperienze personali di artiste africane e nere, mentre numerosi network e pubblicazioni mettono in discussione il canone tradizionale del design.
 
Presentando tutte queste posizioni, la mostra «Here We Are! Donne nel design dal 1900 a oggi» risulta tanto eterogenea quanto lo sono le discussioni sul femminismo nella societa` odierna. L’esposizione fornisce dunque un approccio nuovo e piu` attuale sia sulla storia del design moderno che sui dibattiti in corso e offre spunti per riflettere sul ruolo del design nel XXI secolo, su chi lo debba definire e su chi ne sia il destinatario.

  Scheda evento:
Mostra:
23/09-06/03 VITRA DESIGN MUSEUM, WEIL AM RHEIN, GERMANIA
Here We Are! Women in Design 1900 – Today



Charlotte Perriand on the Chaise longue basculante, 1929, Perriand and Jeanneret © VG Bild-Kunst. Bonn 2021, Le Corbusier : F.L.C./ VG Bild-Kunst


Charlotte Perriand, ca. 1929 © Archives Charlotte Perriand, Paris photo: Norman Rice


Ray Eames working on a model, 1950 © Eames Office LLC


Greta Magnusson Grossman in her office at Claircrest Drive, 1959. Photo by Julius Shulman, Estate of Greta Magnusson Grossman; J. Paul Getty Trust


Clara Porset with a model of a table for production, c. 1952, photo: Elizabeth Timberman


Berenice Abbott, portrait of Eileen Gray, 1927, © National Museum of Ireland


Loheland photo workshop: Jump (Montage), c. 1930. Photo: Loheland-Archiv, Künzell


Life at the Bauhaus: Group portrait of the weavers behind their loom in the weaving workshop, Bauhaus Dessau, 1928. ©Bauhaus-Archiv, Berlin


Hands of Jeanne Toussaint, Cartier’s Creative Director, 1937


GM’s »Damsels of Design«, photographed c. 1955. Courtesy General Motors Design Archive & Special Collections


Matali Crasset, photo: Julien Carreyn & Valentine Jouanjus, © VG Bild-Kunst, Bonn 2021

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU EVENTI
22.10.2021
World Press Photo: i vincitori della 64° edizione
22.10.2021
Inaugurata a Genova una grande mostra su Rubens
21.10.2021
Una giornata di Studi su Angelo Mangiarotti
� le altre news

Charlotte Perriand on the Chaise longue basculante, 1929, Perriand and Jeanneret © VG Bild-Kunst. Bonn 2021, Le Corbusier : F.L.C./ VG Bild-Kunst
Charlotte Perriand, ca. 1929 © Archives Charlotte Perriand, Paris photo: Norman Rice
Ray Eames working on a model, 1950 © Eames Office LLC
Greta Magnusson Grossman in her office at Claircrest Drive, 1959. Photo by Julius Shulman, Estate of Greta Magnusson Grossman; J. Paul Getty Trust
Clara Porset with a model of a table for production, c. 1952, photo: Elizabeth Timberman
Berenice Abbott, portrait of Eileen Gray, 1927, © National Museum of Ireland
Loheland photo workshop: Jump (Montage), c. 1930. Photo: Loheland-Archiv, Künzell
Life at the Bauhaus: Group portrait of the weavers behind their loom in the weaving workshop, Bauhaus Dessau, 1928. ©Bauhaus-Archiv, Berlin
Hands of Jeanne Toussaint, Cartier’s Creative Director, 1937
GM’s »Damsels of Design«, photographed c. 1955. Courtesy General Motors Design Archive & Special Collections
Matali Crasset, photo: Julien Carreyn & Valentine Jouanjus, © VG Bild-Kunst, Bonn 2021
Patricia Urquiola, © Ruy Teixeira
Faye Toogood, 2020, photo: Philip Sinden
Nanda Vigo 1985 with her designs Light Tree (1984) and Cronotopo (1964). Photo: Gabriele Basilico, courtesy by Archivio Nanda Vigo, Milano
Julia Lohmann in the Department of Seaweed Studio, Victoria and Albert Museum, London, 2013, photo: Petr Krejci
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
01. Installation view «Here We Are! Women in Design 1900 -Today». © Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel © VG Bild-Kunst, Bonn 2021.
Exterior View Vitra Design Museum, ©Vitra Design Museum, Photo: Christoph Sagel
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
  Scheda evento:
23/09-06/03 VITRA DESIGN MUSEUM, WEIL AM RHEIN, GERMANIA
Here We Are! Women in Design 1900 – Today

 NEWS CONCORSI
+21.10.2021
Progettare una guest house privata nel Sahara
+19.10.2021
Lavazza Smart Coffee Corner
+14.10.2021
A Rovigo 'Designer Hackathon Urban Dataviz'
+13.10.2021
Mediterranean Cultural Gate: il bando scade il 15 novembre
+12.10.2021
Hangar Ticinum: trasformare lo storico Idroscalo di Pavia
tutte le news concorsi +

CLASSE 300 EOS Smart
Design Center
ELIA
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2021 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata