Monochrome collections

Elkron


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Proline

Una nuova vita per le Serre del Parco Querini a Vicenza
L'intervento di MAP Studio definisce un'elegante contrapposizione nel dialogo tra nuovo e antico
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
13/05/2021 - Il progetto di MAP studio si propone di dar nuova vita ai ruderi delle Serre del Parco Querini a Vicenza così da permettere ai cittadini vicentini di riappropriarsi del loro rapporto con questi spazi.
 
Il restauro delle Serre mira a preservare ogni elemento storico sopravvissuto, utilizzando per i nuovi interventi un linguaggio contemporaneo. L'obiettivo del progetto è stato quello di adattare le nuove funzioni agli edifici storici, definendo un'elegante contrapposizione nel dialogo tra nuovo e antico.
 
Sono tre le principali aree di intervento per consentire il riutilizzo del complesso delle Serre del Parco Querini.
 
Il primo e più importante è il riutilizzo dei volumi originari della serra calda e fredda, attraverso la realizzazione di una nuova copertura costituita da una struttura metallica dal ritmo strutturale asimmetrico.
 
La seconda area è il restauro del volume dell'antica torre: attraverso la rimozione delle macerie si realizza un nuovo livello e una nuova copertura permette la creazione di un'area didattica.
 
Il progetto prevede anche un nuovo percorso realizzato con una struttura metallica che permette un più stretto rapporto visivo con il lato nord del muro storico, oltre che un alto grado di accessibilità.
 
La terza area riguarda la definizione delle funzioni secondarie legate al Parco Querini: zona ristoro e servizi igienici.
 
Al momento è stata terminata la prima area di intervento.

  Scheda progetto: Querini park greenhouses
Claudia Rossini
Vedi Scheda Progetto
Claudia Rossini
Vedi Scheda Progetto
Claudia Rossini
Vedi Scheda Progetto
Claudia Rossini
Vedi Scheda Progetto
Claudia Rossini
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Antonio Ferronato
Monica Toffanetto io sono un assiduo frequentatore di parco Querini e devo dire che lì non c'era niente ancora in piedi, direi che non è stato distrutto niente. Purtroppo è stato l'abbandono a cui sono state sottoposte le serre per più di 50 anni a distruggerle
Galiotto
Per lo meno discutibile la vostra interpretazione di “ dare nuova vita ai ruderi “. Ci saremmo immaginati una restituzione certamente piu discreta e un recupero più conservativo. Evidentemente anche qui qualche “ archistar” ha voluto lasciare l’impronta….
Privat invest
Offerta di prestito veloce e affidabile anche per segnalati. Forniamo prestiti privati ??a un tasso di interesse del 2,5% annuo. Se interessato, contattarci per maggiori informazioni: Contatto WhatsApp 3511472327.. E'mail: [email protected]
Margherita Verlato
Per chi conosce Parco Querini, questo non può essere considerato un intervento conservativo delle Serre storiche (come prevedeva il progetto preliminare sottoposto al bando del quale si è persa ogni traccia), né un recupero di rapporti spazio-memoria storica di cui i cittadini possano riappropriarsi. Il “nuovo” incombe sulla struttura preesistente in modo pesante, invasivo proprio per il materiale stesso impiegato. L'ultima foto del servizio è eloquente in merito... Da cittadina che ama la storia di Vicenza, che ama il Parco per i suoi valori storici, artistici e paesaggistici, più che definire questo intervento “un'elegante contrapposizione nel dialogo tra nuovo e antico”, parlerei di un monologo tra due entità, lo storico e il nuovo, del tutto estraneo l'una all'altra..
simone michelotti
Se era un metro e mezzo più basso, in prospettiva manteneva l'altezza del muro retrostante ed era molto meglio
Diego
Non ha nulla della dolcezza e dell'antica poesia del suo stato precedente. Un vero peccato.
Monica Toffanetto
È' un'opera che ha cancellato un pezzo importante del patrimonio storico culturale di Vicenza. Nessuno ci restituirà' quanto distrutto. Rimane la delusione di non poter trasmettere alle future generazioni il sapere fatto non di cemento e acciaio ma di osservazione, di praticità', di materiali essenziali a disposizione che ben s'integravano nella convivenza uomo-ambiente.
Tristano
Francamente la trovo un operazione decontestualizzata, che non ha tenuto in alcun modo conto delle osservazioni puntuali e pertinenti dell'associazione Civiltà del Verde, nonché dalla sensibilità di centinaia di cittadini che ne hanno contestato le finalità, distante dal progetto originale che mirava invece al ripristino delle funzionalità delle serre. Per maggiori approfondimenti potete fare riferimento a queste pagine https://www.facebook.com/253835418109920/posts/1156406334519486/

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
24.06.2021
Lo storico grande magazzino La Samaritaine riapre a Parigi
23.06.2021
Daste Bistrò nell’ex centrale termoelettrica di Bergamo
23.06.2021
Gli italiani C+S Architects per il nuovo quartiere Metrogorodok a Mosca
� le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
23/07/2021 - casa dell’architettura, roma
SPAM 2021

18/09/2021 - parigi
L’Arc de Triomphe, Wrapped
Opera d'arte temporanea
18/09/2021 - torino
Open House Torino

� gli altri eventi
  Scheda progetto:
Map Studio

Querini park greenhouses

 NEWS CONCORSI
+24.06.2021
Il nuovo stadio di Firenze
+18.06.2021
Agorà Design Contest 2021
+16.06.2021
In chiusura All Around Work
+15.06.2021
BambooRush Design 2021
+14.06.2021
La piattaforma Bee Breeders lancia il concorso di idee 'Colombarium'
tutte le news concorsi +

ADA 2021_Apply now
ADA 2021_Apply now
Proline
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2021 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata