Bloss

Moltomeno design

Eloa

Extraform

Cobrillo


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Freedhome

Il Palazzo Rosso di Ostuni diventa boutique hotel
Apre le porte il Paragon 700 con 11 stanze, spa e ristorante stellato
Autore: roberta dragone
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
03/07/2020 - A Ostuni, la Città Bianca della Puglia, un antico edificio risalente al 1700 diventa un Luxury Boutique Hotel. Noto a tutti come Palazzo Rosso, lo storico edificio trova nuova vita dopo oltre 40 anni di abbandono. Dopo un complesso e lungo cantiere, il 18 giugno scorso il Paragon 700 Boutique Hotel & Spa ha aperto le porte con le sue 11 stanze, un bar, una spa ed un ristorante guidato da Giovanni Cerroni, allievo dello chef stellato Paulo Airadudo.
 
Il progetto è opera di Pascale Lauber e Ulrike Bauschke, due imprenditrici che hanno costruito il loro modello di business sul real estate e l’hospitality. In Puglia per trascorrere una pausa dal lavoro, hanno scoperto il Palazzo Rosso quasi per caso. E da quel momento tutto è cambiato.
 
È stato amore a prima vista. Pascale e Ulrike sapevano che non avrebbero resistito. “È stato come se fosse già casa nostra”, commenta Ulrike ricordando la prima visita al Palazzo Rosso, organizzata da un loro amico di Ostuni nel 2016.
 
Quattro anni prima avevano ristrutturato una vecchia masseria, con l’idea di creare un angolo di pace dove trascorrere l’estate con gli amici per tornare cariche sui numerosi progetti  a cui stavano lavorando. A Romont, in Svizzera, Parigi, New York, Cape Town. Numerosi lavori che le hanno viste impegnate in attività di real estate e interior design. Hanno inaugurato e rinnovato ristoranti, boutique-hotel e appartamenti in tutto il mondo. Un duo perfettamente complementare, ciascuna con il proprio talento e le competenze acquisite nel personale e distinto percorso.
 
Pascale, svizzera di lingua francese, è da sempre ossessionata da una sola idea, lo stile. Sin da quando era bambina. Quando decorava la sua cameretta ogni sei mesi, si avventurava nella posa della carta da parati, o quando cercava ogni scusa per far visita all’architetto suo vicino di casa. Pascale è cresciuta con la passione per l’interior design.
 
Ulrike è appassionata di viaggi. E soprattutto dell’Italia, dove ha trascorso le vacanze sin da bambina. Dopo una formazione nel turismo a Monaco, ha vissuto in Inghilterra e poi a Parigi, dove ha lavorato per Air France. Ma non poteva durare per sempre, perchè il lavoro dietro un desk l’avrebbe privata dell’opportunità di esplorare il mondo. Di qui la decisione di aprire insieme a Pascale il primo ristorante. È a partire da questo momento che inizia a prendere forma il loro modello di business: da un lato il real estate - comprare-rinnovare-vendere – dall’altro l’hospitality.
 
Quando si imbattono per la prima volta nel Palazzo Rosso, Pascale e Ulrike gestiscono già un boutique hotel a Cape Town, e non è assolutamente nelle loro intenzioni avviare un nuovo progetto. Sono in Puglia solo per ricaricarsi. Desiderano semplicemente conoscere e ammirare da vicino l’architettura di questo storico edificio. Ma la conseguenza è inevitabile: i soffitti alti, le volte, gli affreschi, la pietra rossa. Il pensiero è immediato: “Questo posto deve assolutamente essere accessibile al pubblico. Troppo bello per restare nascosto!”. Di qui l’idea di farne un hotel.


Il progetto
È stata un’operazione piuttosto complessa, che ha richiesto diversi anni di lavori. A giugno di quest’anno il Paragon 700 Boutique Hotel & Spa ha finalmente aperto le porte con le sue 11 stanze, un bar, una spa ed un ristorante guidato da Giovanni Cerroni, allievo dello chef stellato Paulo Airadudo.


 
Lo stile è decisamente eclettico, fatto di accostamenti inusuali tra oggetti provenienti da tutto il mondo, insieme a pezzi di artigianato locale. Grandi lampadari trovati in Tailandia, divani e testiere provenienti dal Sud Africa e creati su disegno di Pascale Lauber, bracieri africani trasformati in vasche da bagno, armadi e comodini scovati nei mercati dell’antiquariato in giro per l’Italia. Il marchio di fabbrica è di Pascale Lauber, ID living (www.idliving-pl.com). Il suo stile è andato costruendosi durante una vita di viaggi, fiere d’arte e di antiquariato, ma anche mercatini locali. Il risultato è l’atmosfera unico e profondamente moderna che permea ogni stanza del Paragon 700.


La riscoperta di un Palazzo misterioso e la sua storia
A due passi dal centro storico di Ostuni, il Palazzo Rosso è stata la casa del primo sindaco di Ostuni, Don Paolo Tanzarella. In due secoli di vita ha cambiato numerose destinazioni d’uso, restando sempre al centro della vita pubblica e sociale del paese. Dapprima proprietà della famiglia Tanzarella, ha in seguito ospitato la mostra biennale dell’Istituto tecnico industriale e poi, nel 1971, quattro classi del nuovo liceo scientifico della città. Più tardi, ospitò la caserma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Dagli anni Settanta, per oltre 40 anni, il nobile Palazzo è rimasto dormiente. Fino a oggi, quando ha trovato le due imprenditrici che se ne sono innamorate.


 
La cronologia non è ancora del tutto chiara ma Maria Buongiorno, la restauratrice incaricata di mettere in luce l’antica gloria dell’edificio, è certa che l’architettura del Palazzo sia pluri-secolare. Le parti più antiche sembrano risalire al 1700. Ci sono caminetti, volte in pietra, ma anche affreschi, come il magnifico “Gesù e il samaritano” che sono chiaramente di quel periodo. Durante il restauro, è stata scoperta anche una porta in legno con spioncini tipici dei chiostri del XVII secolo. Questo tesoro, così come i numerosi affreschi religiosi, suggeriscono che un tempo il palazzo ospitava un convento.
 
Molti indizi ci dicono che, più tardi, i nuovi proprietari provenissero da Napoli, a cominciare dalle splendide piastrelle in maiolica originali che sono state riportate in vita nel Bar 700. Sul retro di alcune di queste piastrelle, Maria ha trovato il marchio M di un famoso laboratorio di proprietà dei tre fratelli Massa, maestri della ceramica dei primi secoli del XVIII secolo a Napoli.
Un altro indizio è il colore dell’edificio: questa tonalità chiamata Pompei Rosso prende il nome dalla famosa città perduta perché si trovava comunemente nelle residenze e sulle famose rovine. Nel XVIII secolo, subito dopo la riscoperta di Pompei, questo rosso particolare divenne uno status symbol alla moda poiché il pigmento era il più costoso sul mercato. Rivestire un’intera facciata in rosso di Pompei era quindi un’esibizione ostentata di ricchezza e ancor più tra gli edifici bianchi di Ostuni.
 
La rimozione di diversi strati di vernice verde e marrone dalle pareti interne ha fatto venire alla luce bellissimi affreschi neoclassici del XVIII e XIX secolo. A quei tempi, le rappresentazioni religiose non erano più di moda. Sui fregi delle pareti sono state trovate bestie mitologiche, draghi giocosi e grifoni. Il drago è diventato il logo dell’hotel.
 
A cavallo del XVII secolo la Puglia, come il resto dell’Italia, sviluppa molti spazi verdi pubblici per scopi sanitari e sociali. Il palazzo doveva averne uno privato: uno straordinario giardino recintato, protetto, dietro alte mura di pietra. Simbolo di ricchezza e svago, lo spazio è arricchito da una fila di colonne in stile toscano che formano un percorso verso il bellissimo aranceto. Oggi, questo luogo nascosto da occhi indiscreti, è l’ideale per concedersi un momento di assoluto relax.

  Scheda progetto: Paragon 700 Boutique Hotel & Spa
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU CASE & INTERNI
31.07.2020
Nomade Architettura per una villa affacciata sul Lago di Como
30.07.2020
Villa Camilla Puglia: echi contemporanei di antiche memorie
29.07.2020
Stringhe di luce e tonalità boreali: benvenuti al Moya
� le altre news

  Scheda progetto:
Pascale Lauber

Paragon 700 Boutique Hotel & Spa

 NEWS CONCORSI
+06.08.2020
Micropaesaggi per Euroflora 2021
+31.07.2020
Bando Internazionale Residenze Festival del Tempo 2020
+30.07.2020
Centro direzionale della Regione Siciliana a Palermo
+29.07.2020
Al via la 3°edizione di 'Obiettivo accessibilità'
+28.07.2020
Castellaneta Marina riqualifica le aree costiere
tutte le news concorsi +

Pellington Design
ADA 2020
Freedhome
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2020 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati