T-Cross

Milady

Premio di architettura Bigmat

PENELOPE 2 + DINING

Devon & Devon


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

T.MOON

La nuova Stazione Marittima di Messina diventa interattiva
Il progetto è un’opportunità per ricostruire identità cittadina e sviluppo turistico
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  

12/03/2019 - Sarà consegnato alla comunità nella primavera 2020, il nuovo Terminal Marittimo del porto di Messina, progetto di Ottavio Di Blasi & Partners, studiato con originale visione, sia dal punto di vista concettuale che costruttivo. La Stazione Marittima si pone come elemento di mediazione tra la città e il mare e sarà realizzata sulle banchine portuali ottenute col riempimento di milioni di metri cubi di macerie del terremoto di inizio ‘900.

La grande tettoia che caratterizza l’edificio, una copertura a onda, si colloca in questo contesto con rispettosa delicatezza, riducendo al minimo l’impatto visivo, pur rimanendo immediatamente riconoscibile. Il segno grafico di un sottile foglio increspato, che vola staccato da terra, fa della leggerezza il proprio punto di forza, grazie alla trasparenza del vetro e ai volumi della spina tecnica interna che non superano i 3,50 metri e non toccano mai la copertura.
La scelta di utilizzare cluster di pilastri a cavalletto aggiunge ancor più levità e riduce l’ingombro a terra. Il risultato è che, anche dall’interno, l’andamento curvilineo della copertura sarà ugualmente percepibile, creando uno spazio plastico e articolato caratterizzato dalla presenza di un soffitto in legno caldo e accogliente.

La struttura è totalmente realizzata a secco – spiega l’architetto Ottavio Di Blasi – e sorgerà in tempi molto rapidi, solo una decina di mesi di cantiere per la costruzione. Non ci sono le fondazioni né saranno effettuati scavi, la struttura portante sarà inghisata direttamente alla banchina del porto per mezzo di tasselli chimici. Operazione possibile grazie all’utilizzo del legno lamellare, che apporta contemporaneamente leggerezza e resistenza alle azioni sismiche. L’aspetto dell’edificio è molto flessuoso, come un’onda marina, un dinamismo ottenuto con una geometria molto semplice, grazie alle travi tutte rettilinee”.

La stazione si trova in una posizione cruciale per lo spazio collettivo della città: dal parterre antistante l’ingresso si dipanano 3 percorsi che conducono a piedi nel cuore del centro storico.

La sua realizzazione apporterà nuova linfa in termini di marketing territoriale e di business per il settore commerciale cittadino.
Il flusso di passeggeri in transito con le navi – oltre 500.000 all’anno – sarà invogliato e facilitato a visitare le attrattive culturali, piuttosto che essere dirottato, senza l’occasione di una sosta, verso le mete turistiche più famose della Regione.
La realizzazione sarà l’occasione per ripensare la viabilità di accesso alle aree portuali, per un ottimale inserimento urbanistico del porto, mentre è al vaglio la riqualifica e il ridisegno dello slargo della palazzata in corrispondenza dell’edificio ex-INPS, varco di passaggio principale.

La stazione sarà elemento vivo della città anche durante il periodo invernale, nella bassa stagione sarà infatti utilizzata soprattutto dai messinesi che potranno usufruire dello spazio centrale della City Lobby: un’area polifunzionale destinata a mostre, eventi e convegni, con una capienza di circa 250 persone, che ospiterà anche un ristorante direttamente affacciato sul bacino del porto.


  Scheda progetto: Stazione Marittima di Messina
OTTAVIO DI BLASI & Partners
Vedi Scheda Progetto
OTTAVIO DI BLASI & Partners
Vedi Scheda Progetto
OTTAVIO DI BLASI & Partners
Vedi Scheda Progetto
OTTAVIO DI BLASI & Partners
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news più precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Jacopo Giambrone
Il progetto è una copia spudorata delle cantine Ysios di Calatrava a La Guardia (vedere rorma del tetto)!
dott.ing.Giuseppe D'Andrea
tutto davvero stupendo , troppo esposto ai maremoti , perchè posizionato su fascia di rispetto, volerà via come un fuscello .... 1908.... 20..?

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
20.03.2019
Architetture dell'illusione. La falsa prospettiva del Borromini a Palazzo Spada
19.03.2019
Ecco come sarà il Padiglione Italia all'Expo Dubai 2020
19.03.2019
Dormire in una moderna capanna tra le foreste norvegesi
» le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
22/03/2019 - p.zza lina bo bardi, milano
MIA Photo Fair 2019 - IX edizione

22/03/2019 - palazzina reale, firenze
L’architettura rinnova le città nel tempo
Il concorso di Palazzo dei Diamanti: un’occasione perduta?
23/03/2019 - fondazione modena arti visive
Franco Fontana. Sintesi

» gli altri eventi
  Scheda progetto:
Ottavio Di Blasi & Partners

Stazione Marittima di Messina

 NEWS CONCORSI
+21.03.2019
Al via Europan 15, il più grande concorso a scala europea
+19.03.2019
Site Mausoleum. Un luogo di introspezione in Portogallo
+18.03.2019
L'Architecture Film Award 2019
+15.03.2019
Wine&Design. Il vino e il legno si intrecciano
+14.03.2019
In chiusura il II Design Warm Contest
tutte le news concorsi +

ADA 2018
ADA 2018
T.MOON
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2019 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati