Contral


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


METI: la scuola ‘handmade’ in Bangladesh
Progettata e realizzata da Anna Heringer ed Eike Roswag
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
22/03/2010 – Per questo progetto Anna Heringer, architetto austriaco, ed Eike Roswag (Germania), sono stati premiati con l’Aga Khan Award for Architecture nel 2007. Si tratta della METI School handmade a Rudrapur in Bangladesh.
 
Il METI (Modern Education and Training Institute) è un particolare sistema educativo e il risultato di una vasta conoscenza e pratica dell’educazione infantile integrata con lo sviluppo rurale. METI mira a promuovere le capacità e gli interessi individuali tenendo conto delle diverse velocità di apprendimento degli studenti e dei tirocinanti in una forma di apprendimento libera e aperta, offrendo un’alternativa al tipico approccio delle lezioni frontali.
 
L'architettura della scuola realizzata a Rudrapur rispecchia questi principi, offrendo diversi tipologie di spazi e utilizzazioni per sostenere questo approccio all'insegnamento e all'apprendimento. Al piano terra, con i suoi spessi muri di terra, si trovano tre aule ognuna con il proprio accesso verso un sistema organico “a grotte” nella parte posteriore della classe. Gli interni di questi spazi, dall’aspetto morbido, sono fatti per essere toccati, per adagiarvisi contro, per ritirarsi in esplorazione o per concentrarsi, da soli o in gruppo.
Il piano superiore è, al contrario del piano terra, luminoso e arioso, con le aperture nelle pareti di bambù che offrono ampie vedute su tutto l’intorno e i suoi interni di grandi dimensioni che forniscono spazio per il movimento. La vista si estende a tutte le cime degli alberi e al laghetto. Luci e ombre, filtrando dalle canne di bambù, creano dei giochi sul pavimento di terra, contrastando con i materiali dei sari multicolore sul soffitto.
 
L'edificio poggia su una fondazione, profonda 50 cm, in muratura di mattoni - il prodotto più comune dell'industria edilizia del Bangladesh - finiti con un intonaco di cemento sul fronte.
Il piano terra è realizzato con pareti portanti fatte con una miscela di paglia e terra prodotta con l'aiuto di mucche e bufali d'acqua e poi riversata in cima ai muri di fondazione procedendo per starti progressivi di 65 cm e dopo un periodo di essiccazione di circa una settimana.
Nel terzo e quarto strato sono stati inseriti gli architravi e gli stipiti di porte e finestre e, a seguire, una struttura anulare di spesse canne di bambù come armatura del soffitto. Quest’ultimo, al piano terra, è fatto da un triplo strato di canne di bambù con lo strato centrale disposto perpendicolarmente ai due strati, sovrastante e sottostante, per creare la stabilizzazione laterale e una connessione tra le travi di sostegno.
Un assito di canne di bambù è stato previsto nel layer centrale e riempito con una miscela di terra, tecnica analoga a quella usata spesso nei soffitti delle costruzioni europee con armatura in legno. Il piano superiore è un telaio di quattro strati di travi di bambù ed elementi verticali e diagonali disposti ad angolo retto verso l'edificio. La parte terminale dei telai del lato corto dell’edificio e le scale servono anche come irrigidimento della struttura. Questi sono collegati tramite ulteriori elementi strutturali, con la parte superiore e quella inferiore della travi principali, dotate di ulteriori controventature sulla superficie superiore del telaio. Una serie di travetti di bambù fanno da supporto al tetto in lamiera ondulata e pannelli di legno.
 
La superficie esterna delle pareti di terra resta visibile e gli stipiti delle finestre sono finiti con un intonaco di calce. Le superfici interne sono intonacate con un impasto di argilla e dipinte con una vernice a base di calce. Le “grotte” sono costituite da un impasto di paglia e fango applicato su una struttura di sostegno di canne di bambù e intonacate con un intonaco di terra rossa.
 
La fondazione in muratura è stata prodotta da una società dalla capitale Dinajpur a circa 20 km da Rudrapur. I lavori in terra e la costruzione di bambù sono stati realizzati da operai locali. Le tecniche costruttive sono state attuate e sviluppate in loco insieme ad architetti e imprenditori provenienti da Germania e Austria. Durante la fase di costruzione sono stati formati 25 imprenditori locali creando nuovi posti di lavoro e fornendo “help for self-help” professionale.

  Scheda progetto: METI School handmade
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
01/06/2010
È nata Edilpaglia, l’Associazione Italiana Edilizia in Paglia



ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
23.03.2023
Demas Nwoko è Leone d’Oro alla carriera della Biennale di Architettura 2023
22.03.2023
One Wall Street: completata la riqualificazione dell’iconico grattacielo Art Decò di New York
21.03.2023
Museo del Mare a Reggio Calabria. Siglato l’accordo con lo studio Zaha Hadid
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
25/03/2023 - spazio circolo, via alessandro manzoni 50, bellano (lc)
Franco Battiato. La realtà non esiste
Mostra dipinti Franco Battiato
15/04/2023 - ca’ scarpa, via canova 11, treviso
Carlo Scarpa / Sekiya Masaaki. Tracce d’architettura nel mondo di un fotografo giapponese

17/04/2023 - milano
Fuorisalone 2023

gli altri eventi
  Scheda progetto:
Anna Heringer + Eike Roswag

METI School handmade

 NEWS CONCORSI
+22.03.2023
In chiusura la call internazionale SMACH 2023
+22.03.2023
Ethical Architecture Award premia i progetti immaginati a fini umanitari
+21.03.2023
Le novità del premio BigMat 2023
+17.03.2023
La nona edizione del Premio Carlo Pucci
+16.03.2023
In chiusura il Premio Architettura Emilia-Romagna
tutte le news concorsi +

ADA 2022_discover the winners
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2023 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata