SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Folia

Polonia Leone d'Oro Migliore Partecipazione Nazionale
Alla Biennale 'Hotel Polonia. The afterlife of building'
Autore: rossella calabrese
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
 id=

17/09/2008 – “L’edificio ¨¨ un involucro che non deve essere legato al contenuto: come un barattolo di caff¨¨, nel quale teniamo cose di poco valore, o una scatola di scarpe con una seconda vita, forse pi¨´ interessante, come scatola contenente fotografie”: questo l’assunto alla base di Hotel Polonia. The afterlife of building, mostra promossa nel padiglione polacco, vincitore del Leone d’Oro per la migliore Partecipazione nazionale all’11ª Mostra Internazionale di Architettura di Venezia.

La premiazione, avvenuta il 13 settembre all’interno del Teatro Piccolo presso l’Arsenale, ha visto anche l’assegnazione del Leone d’Oro per il miglior progetto di installazione a Greg Lynn Form (Usa, espone alle Corderie dell’Arsenale in Installations) col suo lavoro Recycled Toys Forniture e del Leone d’Argento per promettenti giovani architetti al gruppo cileno Elemental  (espongono al Padiglione Italia ai Giardini in Experimental Architecture). Del Leone d’Oro alla carriera e del Leone d’Oro Speciale per uno storico dell’architettura sono stati, invece, rispettivamente insigniti Frank O. Gehry e James S. Ackerman.

Nelle motivazioni individuate dalla giuria per l’attribuzione del Leone d’Oro per la migliore Partecipazione nazionale si legge: “una combinazione significativa di arguzia, tecnologia ed intelligenza che sollevano la questione del ciclo di vita degli edifici all’interno delle citt¨¤ contemporanee, soprattutto nei paesi ad economia pi¨´ debole. Oscillando tra arte e manifesto d’architettura, il padiglione ha stimolato in direzioni molteplici l’immaginazione dei membri della giuria. Rispondendo alla difficile sfida posta dal tema della Biennale, ¨¨ riuscito nello stesso tempo a esprimere una profonda sensibilit¨¤ verso i problemi della propria nazione”.

Il progetto, ideato Nicolas Grospierre e Kobas Laksa, si concentra sull’inapplicabilit¨¤ di concetti come “eterno” ed “immutabile” all’architettura e su quali possibili cambiamenti possano invece “segnare” quest’ultima con l’andar del tempo, nella volont¨¤ di “provocare la discussione sulla “durabilit¨¤” dell’architettura. ‘Sgonfiare’ gli edifici che credono che i cambiamenti non li riguardino”.

Con questo proposito, Grospierre e Laksa selezionano sei edifici, differenti per destinazione funzionale e stile architettonico, realizzati in Polonia negli ultimi anni: il Santuario di Nostra Signora delle Pene a Liche¨½, la Biblioteca Universitaria, il Marina Mokotow, il Metropolitan, il Rondo 1, il Terminal 2 dell’Aeroporto Internazionale Chopin a Varsavia. Trait d’union “il prestigio e l’orgoglio, la fede nell’eternit¨¤ e nell’immutabilit¨¤ dell’architettura” a cui ognuno di essi sembra rimandare. “Tutti e sei gli edifici, orgogliosi di s¨¦, dovranno sottostare al tempo. Osservate i possibili mutamenti”: da questo assunto partono i lavori dei due architetti.

Grospierre realizza per ciascuna struttura due scatti che ne raffigurano l’aspetto attuale. Kobas Laksa lavora invece su come esse possano apparire in futuro offrendone immagini provocatorie, a tratti divertenti, a tratti inquietanti. Tra queste, il Terminal 2 del nuovissimo aeroporto internazionale Chopin di Varsavia, tramutato in un enorme stalla popolata da mucche ed oche, e la Biblioteca dell’Universit¨¤ di Varsavia adibita a gigantesco centro commerciale.

Anche l’allestimento del Padiglione ¨¨ stato sottoposto ad un intervento simile a quello usato per gli edifici raffigurati nelle immagini di Laksa, tramutato in un “luogo dove poter dormire”. Sostengono i curatori della mostra: “in un luogo cos¨¬ affollato come Venezia, con il perenne problema della scarsit¨¤ di letti negli hotel, ¨¨ indecente tenere vuoti per la maggior parte dell’anno i padiglioni della mostra. Potrebbero servire in modo diverso: ad esempio come hotel. Hotel Polonia nel complesso Verde dei Giardini di Castello – non ¨¨ necessariamente un’utopia”.
 


  Scheda progetto: Warsaw University Library
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Sanctuary of Our Lady of Sorrows
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Marina Mokotów - gated housing estate
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Metropolitan
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Rondo ONZ
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
14/10/2008
La Finlandia alla 11ª Biennale di Architettura di Venezia
Store and Share – Museums and Libraries in Finland

13/10/2008
La Danimarca alla 11ª Biennale di Venezia
Ecotopedia – walk the talk

06/10/2008
Israele alla 11ª Biennale di Venezia
Aggiunte – Architettura in Continuum

01/10/2008
La Russia alla Biennale di Venezia
Chess-Play for Russia

30/09/2008
Il Giappone alla 11ª Biennale di Venezia
Extreme nature: Landscape of Ambiguous Spaces

29/09/2008
Into the Open: Positioning Practice
Padiglione U.S.A. alla 11ª Biennale di Venezia

26/09/2008
Updating Germany – Projects for a Better Future
Padiglione Germania alla 11ª Biennale di Venezia

25/09/2008
Dal Costruito all’Architettura Senza Carta
Il Padiglione Spagnolo alla Biennale Venezia

23/09/2008
Biennale Venezia: le Installazioni dell’Arsenale
In scena l’architettura come mondo alternativo

22/09/2008
Lo Spazio Pubblico Urbano di Zara
Il Padiglione Croazia alla 11ª Mostra di Architettura

18/09/2008
Biennale: il Padiglione italiano descrive la ‘casa possibile’
12 architetti esplorano il senso dell’abitare

12/09/2008
Biennale Architettura: Venezia alza il sipario
'Oltre l’edificio': forme concrete e immagini seduttive

31/07/2008
Biennale di Venezia: 11a Mostra Internazionale di Architettura
Tema dell'edizione 2008: 'Out There: Architecture Beyond Building'


Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU BIENNALE 2008
28.10.2008
I Paesi Nordici alla 11ª Biennale di Venezia
24.10.2008
L’Olanda alla 11ª Biennale di Venezia
23.10.2008
''Fabrica Cultura" alla Biennale di Venezia
� le altre news

1
2
  Scheda progetto:


Warsaw University Library
  Scheda progetto:


Sanctuary of Our Lady of Sorrows
  Scheda progetto:
APA Kurylowicz & Associates

Marina Mokotów - gated housing estate
  Scheda progetto:
Foster + Partners

Metropolitan
  Scheda progetto:
Skidmore, Owings & Merrill

Rondo ONZ

 NEWS CONCORSI
+17.01.2020
Centro gestione delle emergenze in Africa
+16.01.2020
Sei progetti per la Calabria
+15.01.2020
Prorogata l'iscrizione al concorso Sky Farm
+14.01.2020
In chiusura il concorso Bauhaus Residency 2020
+13.01.2020
Food Service Design
tutte le news concorsi +

Winter sales
ADA 2019
Folia
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2020 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati