nanoeX_restaurant

nanoeX_office

H2O Nebulite

BancoPosta Business Link

Monochrome collections


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Summer
MOSTRA ARCHITETTURA

5VIE DESIGN WEEK
mostra  LOCATION VARIE. INFO POINT: VIA CESARE CORRENTI 14 - MILANO, dal 04/09/2021 al 12/09/2021
5VIE presenta l’ottava edizione di 5VIE Design Week, rimarcando ancora una volta la necessità di una ripartenza sotto il segno di una nuova costellazione valoriale, che sia di ispirazione per gli attori del futuro post-pandemico.
L’edizione 2021 avrà infatti al centro, prima ancora che gli oggetti, le idee, che sono in fondo la radice del design – inteso nel senso più ampio di progetto: dal latino -pro avanti, jacere gettare. Progettare è lanciarsi in avanti; progettare è gettare i semi che germoglieranno domani.
Per questo si è scelto di dedicare la manifestazione, come ogni anno, alla figura di un Maestro del design Italiano che riteniamo particolarmente in linea con i tempi. L’edizione 2021 sarà quindi dedicata ad AG Fronzoni (1923-2002), designer, educatore e pensatore italiano, la cui eredità intellettuale è oggi più che mai attuale. La sua visione parte dal Less is More miesiano e si sviluppa attraverso un linguaggio minimalista in cui tutto ciò che non è essenziale è spreco - estetico, morale ed etico. E allo stesso modo procede la sua ricerca come educatore, verso ciò che è essenziale per essere uomini a tutto tondo: il pensiero, il lavoro, la cultura, nella convinzione che ogni progetto è prima di tutto un progetto di vita.
Gli eventi e le iniziative di 5VIE Design Week si articoleranno tra produzioni 5VIE, mostre ed installazioni con ospiti e partner, incontri, talk ed intrattenimento.
Tutte le attività correranno sul doppio binario del fisico e del digitale, grazie alla piattaforma 5vie.it che, dopo il lancio ufficiale a settembre 2020, è stata ulteriormente ampliata ed implementata, ed è in continua evoluzione per essere sempre più un luogo virtuale di riferimento per le community nazionali ed internazionali dei creativi, dei trend setter e degli innovatori.

QUI E ORA: DESIGN IN ACTION
Le installazioni prodotte quest’anno da 5VIE seguiranno un preciso fil rouge: quello dell’azione. Si tratterà infatti di esposizioni-evento dall’imprescindibile carattere performativo, per sottolineare con forza la volontà di rimettersi in moto dopo il periodo di stasi, e per enfatizzare la dimensione fondamentale del qui ed ora, che nell’ultimo anno e mezzo è stata spesso messa in secondo piano dal dovunque e sempre della nuova normalità digitalizzata.
5VIE presenta quindi quattro designer di rilievo internazionale, il cui lavoro verrà declinato in maniera site-specific all’interno di altrettante installazioni-evento:
In via Cesare Correnti 14, headquarter di 5VIE, la curatrice Maria Cristina Didero interviene per curare la esposizione-performance LOOKS LIKE MAGIC! del designer spagnolo Jorge Penadés, che propone l’utilizzo dello scarto tessile per dare vita a un nuovo materiale, mostrando tutte le fasi del processo in un laboratorio pop-up allestito per l’occasione.
Sara Ricciardi, designer beneventana che progetta performance, installazioni e pezzi unici per gallerie con un forte approccio narrativo, propone una installazione-performance itinerante che reinterpreta la figura del venditore ambulante. Un postazione di lavoro mobile attraverserà le vie del distretto portando fiori, poesie e panini barocchi ai visitatori, celebrando la gioia dell’incontro e del vivere in strada.
Persone, profumi, suoni, come ci riappropriamo delle nostre vie e come riformuliamo il concetto di lavoro? Scenografie urbane in cui rivivere quelle atmosfere popolari e veraci dell’immaginario italiano con una interpretazione giocosa e audace della giovane designer.
Sara Ricciardi disegnerà anche la “moneta” di scambio con cui i visitatori potranno acquistare i prodotti dai lavoratori e che sarà disponibile presso gli info point di 5VIE.
In Via S. Marta 18, presso il SIAM (location da confermare), Francesco Pace con il suo studio Tellurico, studio di design multidisciplinare specializzato nel design degli oggetti, dello spazio e delle installazioni basato a Eindhoven, presenta la performance Untitled 1B, secondo capitolo della serie di performance inaugurata l’anno scorso, per portare avanti la sua ricerca sul rapporto tra tempo, forme e processi, realizzando live una collezione di oggetti in legno.
Sempre presso il SIAM sarà inoltre presente Richard Yasmine, architetto degli interni e designer del prodotto di origine libanese, che pur non potendosi muovere per essere fisicamente a Milano sarà collegato in streaming dal suo studio per tutta la durata della manifestazione: un grande ledwall riporterà a grandezza naturale il designer, che virtualmente ci accompagnerà nel suo mondo progettuale a cavallo tra fisico e digitale.
Le performance saranno sempre accessibili, durante tutta la durata della manifestazione e negli orari di apertura delle location, previa prenotazione effettuabile tramite la piattaforma 5vie.it/eventi e nel rispetto delle normative vigenti in materia di sicurezza.
 
MILANO, DAL CENTRO AL MONDO: DESIGN IN MOTION
Gli storici cortili e i bellissimi palazzi, che verranno aperti per l’occasione, saranno la cornice di esposizioni d’eccellenza. Oltre alle proprie produzioni, infatti, 5VIE ha anche quest’anno il piacere di ospitare designer di rilievo nazionale e internazionale e di collaborare con prestigiosi partner e istituzioni.

HoperAperta sarà presente a Palazzo Recalcati nei prestigiosi spazi della Casa d’Aste Wannenes con la mostra L’oggetto Celibe. Per un’arte da camera a`re´action poe´tique – co-prodotta con 5VIE e curata da Patrizia Catalano e Maurizio Barberis. Una esposizione di pezzi autoriali limited edition realizzati dal gruppo composto da designer, architetti ed artisti attivi noti a livello internazionale: Maurizio Barberis, Alfonso Femia, Dario Ghibaudo, Tiziano Guardini con Luigi Ciuffreda, Duccio Grassi, Mariano Martin, Roberta Orio, Steve Piccolo, Rudy Ricciotti, Davide Valloppi, e due special projects di Gaetano Pesce e Riccardo Dalisi in collaborazione con la Galleria Luisa Delle Piane.

MoscaPartners lancia a Palazzo Litta l’ormai storico appuntamento Design Variations 2021, interpretando il Cortile d’Onore del Palazzo attraverso l’installazione site-specific di Studio Aires Mateus: Una Spiaggia nel Barocco che celebra la socialità e l’incontro tra le persone. Il percorso espositivo prosegue con una selezione di aziende, designer, scuole e istituzioni provenienti da tutto il mondo, tra cui Mircea Anghel (Portogallo), Emmanuel Babled (Portogallo), East China Normal University (Cina), Edelgrund (Germania), Dejana Kabiljo (Austria), Korea Craft and Design Foundation (Corea), Supermama (Singapore), Wogg (Svizzera), Orografie (Italia), Casarialto Atelier (Italia) e Tensoforma (Italia).
A Palazzo Turati torna Masterly che con la curatrice Nicole Uniquole presenta The Dutch in Milano 2021, realizzata con il sostegno dell’Ambasciata e del Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi in Italia. L’annuncio della partecipazione di Masterly alla kermesse milanese ha rappresentato il primo concreto segnale di fiducia arrivato da uno stakeholder estero a sostegno della città e della sua Design Week.

La call di Uniquole ha raccolto più di 80 partecipazioni: verranno esposti pezzi di design, arte, artigianato, moda, fotografia olandesi, spaziando dalle presentazioni di note aziende del settore attraverso quelle di designer già affermati, fino ad arrivare ai lavori dei nuovi talenti emergenti, oltre ad un palinsesto di eventi aperti al pubblico tra cui la lecture del visionario artista Daan Roosegaarde e il consueto Architect’s Breakfast con Francine Houben, co-fondatrice e Direttore Creativo di Mecanoo Architecten.
Il palazzo del SIAM, in via Santa Marta 18, sarà una delle venue principali della manifestazione e ospiterà, oltre alle produzioni 5VIE, cinque grandi mostre collettive di respiro internazionale:
Nella storica biblioteca si terrà Glass Utopia, la mostra curata da Mr. Lawrence per Craft ACT: Craft + Design Center che sviluppa l’incontro tra Australia e Italia mettendo a fuoco le strade su cui si muove la produzione contemporanea del vetro. Verrà presentato il lavoro di sei designer italiani e di sei designer australiani (Elizabeth Kelly, Federico Peri, Gala Fernandez, Jenni Kemarre Martiniello, Liam Fleming, Matteo Zorzenoni, Mel Douglas, Peter Bowles, Stories of Italy, Tom Skeehan, Federica Biasi, Zanellato/Bortotto) che hanno sviluppato i loro prodotti in collaborazione con le storici fornaci di Murano.

Il primo piano del SIAM ospiterà invece la mostra dell’Istituto Italiano di Cultura di Hong Kong, diretto da Stefano Fossati che ha voluto e permesso la realizzazione del progetto Design Made in Hong Kong. Il progetto, coordinato da 5VIE e curato da Mr. Lawrence, ha coinvolto gli studenti di tre università di Hong Kong (Hong Kong Polytechnic University, Hong Kong Design Institute e Hong Kong Baptist University) che hanno lavorato in collaborazione con tre designer italiani (Federica Biasi, Federico Peri e Sara Ricciardi), sviluppando i progetti che sono qui esposti.

Sempre presso il SIAM Cluster Portugal Mineral Resources and Assimagra - Portuguese Mineral Resources Association presenta Line of Marble, un progetto innovativo che mira alla valorizzazione della pietra portoghese mostrando la sua versatilità quando associata al design, attraverso il lavoro di 10 designer portoghesi la cui pratica si attesta come punto di riferimento nazionale e internazionale. Tra questi anche il designer Samuel Dos Santos che aveva già presentato parte della sua ricerca sul materiale in occasione dell’ultima edizione di 5VIE D‘N’A.
Inoltre, l’architetto belga Lionel Jadot, curatore di Zaventem Ateliers presenta il lavoro dei tredici studi creativi che hanno sede in questo spazio multidisciplinare nel cuore delle Fiandre: Adeline Halot, Bela Silva, DIM Atelier, KRJST studio, Lila Farget, Lionel Jadot, Maison Armand Jonckers, Nacarat, Pierre Coddens, Pierre-Emmanuel Vandeputte, RSLT, Studio Elémentaires e Thomas Serruys.
Infine si terrà presso il SIAM un capitolo della doppia collettiva Roots to Matter – Matter to Dream, curata da 5VIE, con il lavoro di designer indipendenti e studi attivi a livello nazionale e internazionale.

Matter to Dream esplora il tema delle poetiche della materia; sono in mostra i lavori di Celo.1, studio fondato a Firenze da Costantino Gucci e Edward Ranieri, che lavora sulla creazione di oggetti e installazioni che giocano con il senso della prospettiva dello spettatore; Rou Materiaal, studio fondato a Ravenna nel 2013 da Marzia De Lorenzi e Monica Cortesi la cui ricerca e sperimentazione si concentrano su grandi tele di lino e su tavole in legno; Ceren Arslan, architectural designer di New York, il cui lavoro è caratterizzato dal suo amour fou per texture, materiali e modelli, che realizza paesaggi e architetture immaginarie dal forte impatto emotivo; Forma Rosa Studio, uno studio di design emergente di base a New York, caratterizzato dallo sviluppo di nuove relazioni tra design digitale contemporaneo e artigianato.
Roots to Matter fa da contraltare a questa esposizione collettiva, ospitando nella sede di via Cesare Correnti 14 la riflessione sulla pratica del design nel suo legame con le radici, culturali e materiali, dei progettisti.

Esporranno studi di design operanti in Italia e all’estero: a livello nazionale, Studio Terre, studio d’arte sperimentale basato a Milano il cui lavoro è improntato sul ritorno alla terra e allo stile di vita mediterraneo che è intrinseco nella nostra storia e cultura; Marcella Trimarchi, designer e creativa siciliana che realizza con il suo progetto The Art Flower Maker una linea di oggetti di design ispirata al mondo floreale, naturale e della manifattura dei metalli di tradizione italiana, e Fornice Objects, progetto di Chiara Ravaioli in cui ogni pezzo nasce dall’incontro tra una tecnologia rapida, ripetibile e rigorosa e le mani, negoziando silenziosamente due elementi contraddittori; MATANG, duo franco-indiano nato da un incontro a Mumbai e composto da Lucien Dumas e Natasha Sumant, presenta una collezione profondamente ispirata all’artigianato di tradizione indiana.
Milano Makers, realtà che promuove le attività legate al design indipendente e alla cultura dell’autoproduzione, presenta in occasione di 5VIE Design Week 2021 un’anteprima di Marmissima, progetto incentrato sul riuso in un’ottica di economia circolare del materiale di scarto della lavorazione del marmo.

La rassegna degli ospiti continua in digitale sulla piattaforma 5vie.it, con le mostre online dei progetti dei designer, tra cui le Colonne di Reiecta.
La piattaforma è anche lo strumento per connettere e raccontare i partner culturali di questa edizione, in particolare il Circuito Lombardo Musei del Design che è quest’anno al centro della riflessione di 5VIE sulle nuove forme di turismo slow e sostenibile. I contenuti di questo network di musei, archivi e studi saranno fruibili sia dal vivo, nelle rispettive sedi, anche attraverso dei ciclo-tour organizzati dalla start-up Godo.it , ma anche online. Un’occasione speciale per scoprire i luoghi di lavoro dei Maestri del Design Italiano, le collezioni permanenti dei musei d’impresa, e le mostre temporanee tra cui “Dove c’è gente c’è Velca - da Legnano al MoMA” organizzata dal Museo Fratelli Cozzi.

Un focus sulla sostenibilità rispetto ai materiali e alle pratiche e poetiche del riuso vedrà coinvolti l’associazione Giacimenti Urbani che si occupa della riduzione degli sprechi di risorse come alternativa all’usa e getta, con i progetti NoPlà, facciamo esercizio contro la plastica monouso e NoPlà AGain, riutilizzare è un vantaggio per tutti; e Krill Design, una start-up italiana che lavora su un modello di Green Economy che unisca Economia Circolare, Innovazione Tecnologica e Creatività. Il tema della sostenibilità sarà declinato anche attraverso una call dal titolo ReBikeMi, organizzata da associazione Giacimenti Urbani per Clear Channel Italia: un progetto che vedrà gli studenti delle scuole di design impegnati nel proporre soluzioni per il riuso dei componenti delle biciclette dismesse.

Infine non possiamo prescindere dal rapporto col territorio, che ha da sempre una grande rilevanza per 5VIE. Anche quest’anno le attività di Design Week vedranno il coordinamento e la valorizzazione degli attori locali - oltre 150 player tra artigiani, botteghe, commercianti, ristoratori, studi professionali e enti culturali, che apriranno le porte delle loro attività, presenteranno i nuovi progetti o ospiteranno mostre di designer indipendenti.
Tra gli stakeholder d’area hanno un ruolo di punta gli artigiani che qui hanno le loro botteghe e ateliers. L’artista designer Angela Florio di DecorAzione® con il progetto ManifatturalMente, mira a raccontare questa rete di maestri artigiani, realizzando una grande carta da parati collaborativa che accolga i contributi di tutti gli aderenti. Un Art Craft Design che testimonia la presenza di una professione sempre in evoluzione, d'onore e che parte dal cuore.
Mostre e presentazioni si terranno inoltre nelle gallerie: SIX Milano; Giopato&Coombes Gallery; Alberto Levi Gallery che presenterà i nuovi tappeti del designer e produttore Jan Kath; The Pool NYC con la mostra Love is in the Air: Ugo Foscolo e Antonietta Fagnani Arese; Galleria L’Affiche con la mostra Da Cosa Nasce Cosa, un progetto di design sociale e inclusivo; Galleria Rubin che ospiterà il designer belga Arno Declercq; Gilda Contemporary Art che ospiterà il designer Cédric Etienne e l’azienda Del Savio con il progetto Opus Certum di Zanellato/Bortotto; Spazio BIG Santa Marta con le opere di Monica Passera.
Il percorso nel distretto continua attraverso gli showroom, gli studi, le boutiques e gli ateliers, passando da Big Apple Design; Candiani Denim che presenterà Candiani Custom, jeans centimetro zero, biodegradabili e compostabili; Circus Concept Store che ospiterà i mobili di ispirazione veneziana di Le Zoie; Lo Studio presso cui sarà in mostra il lavoro di Rou Materiaal; Davide Groppi Spazio Esperienze Milano; Takeda Katsuya Design; The Cloister che presenterà TURcoLLETIVO, una mostra di opere di designer emergenti dalla Turchia; e riviera - creative space che realizzerà un’installazione per connettere idealmente gli spazi interni e la piazza esterna, a cura di Simple Flair. Si tocca infine l’ambito del fashion e dell’accessorio, negli spazi di Vesto Milano, BIFFI Boutiques, Wait and See, e di Unimatic Watches che presenterà in digitale la collezione Unimatic Classics.
Chiudiamo la rassegna con un prestigioso nome del mondo dell’architettura in Italia: Studio Marco Piva, con il progetto China Made in Italy, un percorso narrativo che attraverso i progetti in via di sviluppo dello Studio, racconta ed evidenzia la trasversalità del sistema “di fare design” con un approccio fortemente italiano ma al contempo aperto ad affrontare territori progettuali sparsi in tutto il mondo. L’obiettivo principale è creare un ponte di collegamento Italia – Cina e favorire lo scambio culturale tra queste due realtà così distanti ma al contempo vicine.
 
 
CONNESSIONI DI IDEE: DESIGN IN PROGRESS
Parte fondamentale di questa edizione di Design Week sarà il dibattito, il confronto e lo scambio di idee relativamente ai grandi temi della social innovation, della sostenibilità, del digitale, dei nuovi scenari di sviluppo, al fine di “gettare in avanti” quei semi che poi possano germogliare nella pratica progettuale.
Sono stati quindi invitati a partecipare, oltre agli architetti e ai designer il cui lavoro si attesta come best practice, anche ricercatori, imprenditori, curatori e rappresentanti di istituzioni, coordinati attorno a cinque talk, che verranno trasmessi in diretta streaming su 5vie.it[1]
 
1.    Design, Arte e Digitale: il valore dell’immateriale
A fronte del processo di digitalizzazione che sta investendo tutti gli ambiti della vita e del lavoro, anche nel mondo dell’arte e del design, il tema del rapporto tra forme tradizionali d’arte e nuove forme di produzione, acquisto e fruizione legate agli NFT è oggi al centro del dibattito internazionale. Sono stati invitati a partecipare:
⋅        Federico Demicheli, sviluppatore aziendale di Algorand, società che sviluppa un'infrastruttura blockchain green.
⋅        Luisa Ausenda, indipendent digital advisor, co-founder della piattaforma ClitSplash e international project manager di Galleria Continua;
⋅        Luca Violo, Media e comunicazione Wannenes;
⋅        Edoardo Monti, curatore e founder Palazzo Monti;
 
2.    Innovation city – Social Design per le comunità del futuro
Alcune delle più innovative tra le imprese e start-up italiane si confrontano per proporre soluzioni per ri-disegnare e co-progettare il futuro del rapporto tra cittadini, città e ambiente. Sono stati invitati a partecipare:
⋅        Alessandro Rinaldi, CEO di help4u, innovation startup attiva nel mondo del digitale;
⋅        Claudio Parrinello, imprenditore, già fisico del CERN, CEO di PlanetWatch, start up italo-francese impegnata nella creazione della più estesa rete pubblica globale di monitoraggio dell'aria outdoor e indoor; 
⋅        Martino Cortese, CEO di Citybility, piattaforma di Cashback Solidale e di Social Responsibility Shopping;
⋅        Roberto Sanlorenzo, CEO di Merits, società benefit che attua progetti mirati ad aumentare la consapevolezza dell’intrinseca interdipendenza tra tutti gli esseri umani e tra gli esseri umani e la biosfera;
⋅        Roberto Frisina, CEO e co-founder di Frieco Società Benefit che si impegna a trovare soluzioni per uno smaltimento dei rifiuti più efficiente;
 
 
3.    NoPlà o NewPlà – Future Matters - Martedì 7 settembre dalle ore 10.00 alle ore 12.00
No plastica, o nuove plastiche? utilizzo, riutilizzo, nuovi materiali: una riflessione sulle pratiche e le poetiche del riuso. Sono stati invitati a partecipare:
⋅        Donatella Pavan, presidente dell’Associazione Giacimenti urbani, che si occupa di sviluppo del circuito delle attività virtuose attraverso un corretto uso dell’energia, della riduzione dei rifiuti, della mobilità dolce e tutti gli stili di vita coerenti con questo obiettivo;
⋅        Céline Estienny responsabile marketing e comunicazione Phononic Vibes, startup deep tech spin off del Politecnico di Milano che utilizza i “metamateriali” per come isolanti acustici;
⋅        Domiziana Illengo, responsabile di marketing e comunicazione per Krill Design, startup che usa gli scarti della filiera alimentare trasformandoli in prodotti di ecodesign;
⋅        Cesare Castelli, Presidente di Milano Makers, associazione che promuovere le attività legate al design indipendente e alla cultura del progetto;
 
 
4.    The Architecture of Digital Swarm – Visions and Organizations
Il modello a “sciame”, applicato all’organizzazione delle società, si contrappone al modello a “massa” che ha caratterizzato l’ultimo secolo. Qual è il ruolo dell’individuo nelle nuove organizzazioni di comunità a “sciame” che si stanno imponendo partendo dal mondo digitale? Come possono i linguaggi del design e dell’architettura aiutarci a comprendere queste nuove strutture organizzative? Il talk, organizzato in collaborazione con il Consolato Generale d’Olanda,  parte dalla visione dello sciame architettonico del prof. Oosterhuis per proiettarne l’applicazione ai sistemi digitali. Sono stati invitati a partecipare:
⋅        Prof. Kas Oosterhuis, architetto olandese direttore di ONL the innovation studio e professore emerito alla TU Delft. Da anni studia il concetto dello swarm in architettura e nei suoi sviluppi sociali;
⋅        Guy Davis, cofondatore del Brixton Project, progetto per il rilancio del quartiere londinese di Brixton, una delle aree più creative ed innovative a livello mondiale
⋅        Prof. Silvio Micali, professore d'informatica presso il Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory del MIT di Boston e fondatore di Algorand.
 
5.    TÈC Forum – Turismo è Cultura. Design e Turismo di prossimità: un connubio vincente
Le eccellenze del design possono diventare un vettore turistico? Come si coniugano le nuove esigenze di sostenibilità legate allo slow tourism, con i nostri asset caratteristici? Il talk ha come obiettivo la promozione del turismo di prossimità mettendo al centro i percorsi dell’eccellenza del design. Sono stati invitati a partecipare:
⋅        Claudio Palvarini, Coordinatore Circuito Lombardo Musei del Design;
⋅        Alessandro Pagliai, CEO di Godo.it, startup innovativa nell’ambito del cicloturismo e del turismo di prossimità;
⋅        Lorenzo Biferale, fondatore e CEO di Datsit, impresa sociale che mira a ricostruire il turismo, rendendolo accessibile, inclusivo e rispettoso. L’impresa è monitorata dai docenti del settore Turismo dell’Università Bocconi;
⋅        Elisabetta Cozzi, fondatrice e proprietaria del Museo Fratelli Cozzi di Legnano;
⋅        Sara D’Urso, docente di Scienze del Turismo presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca.
 

5VIE
5VIE nasce come progetto di marketing territoriale legato ad un’area del centro storico di Milano, quella delle Cinque Vie: una zona ricca di storia e cultura, in cui tra vestigia della Roma imperiale, basiliche paleocristiane e cortili rinascimentali si possono ancora trovare laboratori artigiani di altissimo livello, oltre a raffinate boutique e gallerie d’arte e design.
Dal 2013 5VIE organizza e produce Design Week incentrate sull’art-design e sui pezzi unici e da collezione, posizionandosi come un punto di riferimento internazionale nel settore; tra i designer che hanno esposto e collaborato con 5VIE: Anton Alvarez, Maarten Baas, Niamh Barry, Valentina Cameranesi, Luca Cippelletti, CTRLZACK, Max Lamb, Ugo La Pietra, Sabine Marcelis, Erez Nevi Pana, Raw Edges, Sara Ricciardi, Stefano Seletti, Studio Ossidiana, Roberto Sironi, Nanda Vigo.
5VIE si impegna inoltre nella ricerca e nella divulgazione delle best practices legate alla sostenibilità. Tra le attività, produce annualmente il Forum It’s Circular dedicato all’economia circolare, che nel 2021 vedrà la sua quarta edizione, e il Forum TÈC – Turismo è Cultura, lanciato in occasione di Milano Design Week 2021, e dedicato alle nuove forme di turismo sostenibile e culturale. Collabora inoltre con istituzioni internazionali come l’Istituto Italiano di Cultura a Hong Kong, con cui ha realizzato nel 2020 il progetto Design Made in Hong Kong.
Quella di 5VIE è una rete che abbraccia tutte le grandi città con ruolo nel mondo del design, dell’innovazione e dell’arte: è un network globale che passa da una Milano sempre desiderosa di rinascere e rinnovarsi.
 
Consiglia questo evento ai tuoi amici
Contatti
www.5vie.it
[email protected]
+39 329 0878633
Link
www.5vie.it
Allegati
 CS_5VIE_MDW2021.pdf


- Altre Mostre in corso
- Altri eventi su architettura
- Tutti i prossimi eventi


CALENDARIO EVENTI
D
L
M
M
G
V
S
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
   ottobre 2021 >>
  Cerca per categoria
 

 IN PRIMO PIANO
» tutti gli eventi
 NEWS EVENTI
27.10.2021
Treni fra arte, grafica e design
26.10.2021
Allo Iuav ‘La forma segue il pianeta’
25.10.2021
Fondazione Maeght. Un atelier a cielo aperto
25.10.2021
Forever Is Now: la prima mostra d'arte contemporanea alle Piramidi di Giza
22.10.2021
World Press Photo: i vincitori della 64° edizione
» tutte le news eventi
Design Center
Summer
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2021 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata