Ubikubi

Agena

Dental Art

Formani

Take me Home


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Isplora
MOSTRA ARTE

Constructed Situations
mostra  ISTITUTO S. MARIA DELLA PIETÀ, VENEZIA, dal 21/11/2019 al 26/11/2019
Il 21 novembre si apre a Venezia, presso l’Istituto Santa Maria della Pietà, la mostra di artisti moscoviti Constructed Situations. 
Constructed Situations indaga il processo di alienazione dell’uomo rispetto alla natura, mettendo in questione quale sia il nostro posto nell’ecosistema globale, da noi solo parzialmente controllabile. Fino a che punto gli uomini possono intervenire nel recesso di evoluzione attraverso la tecnologia, ella convinzione di controllare l’ecosistema? Oppure questo intervento è parte dell’evoluzione stessa? E tutti gli eventi catastrofici causati da questi interventi sono solo un altra fase nello sviluppo e nella crescita naturale dell’ecosistema?
Gli artisti creeranno situazioni ed ecosistemi mettendo in movimento gli elementi che li costituiscono ma senza intervenire per controllarne il comportamento. Cercheranno di indagare la natura della nascita del sistema e della sua evoluzione. Il loro ruolo è di ricostruire le condizioni in cui gli eventi si verificano piuttosto che cercare di inventarle in maniera fine a sé stessa. Costruiscono mondi e osservano il loro sviluppo. 
Nel corso della mostra verranno esposte tre video installazioni: Drawing Lesson di Alexandra Paperno, Fragile Island di Tatyana Akhmetgalieva e Eclipse di Margo Trushina. Insieme ad esse, Kirill Garshin presenterà dei lavori dalla sua ultima serie Nocturnal Animals, che variano da olii su tela e acquerelli a tecniche miste su tavola. Vadim de Grainville (Grigoryan) esporrà la serie di incisioni Spice Orgy, esibita presso il Palais de Tokyo a Parigi nel 2015. Ilya Fedotov-Fedorov creerà una scultura vivente mentre Aljoscha lavorerà ad una installazione site specific su larga scala usando tecniche miste e vetro acrilico. 
Secondo i famosi filosofi tedeschi Theodor Adorno e Max Horkheimer, “il disastro d’oggigiorno è causato dal cieco dominio d’uomo sulla natura e, più ampiamente, dal dominio d’un uomo sull’altro. Nella società dove la cultura ad ogni costo anela al progresso tutto ciò che è “diverso” viene negato, sfruttato oppure eliminato. Alla base di tale comportamento sta il timore irrazionale dell’incertezza. I mezzi possono esser sempre più raffinati, lo sfruttamento – sempre meno diretto. Ma il predominio sta crescendo e il suo motore è il desiderio umano di consumare, per soffocare l’ansia e il timore dell’incertezza“  (Theodor Adorno, Max Horkheimer, Dialettica dell'Illuminismo, 1947).

La mostra si terrà a Venezia dal 21 al 26 novembre 2019, con il sostegno del Comune di Mosca, durante la settimana di chiusura della 58. Esposizione Internazionale d’Arte - La Biennale di Venezia. L’evento è organizzato da Concord e Spirit and Spirit, e vede come partner Lightbox e l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Il 20 di novembre alle 16.00, l’artista Vadim de Grainville (Grigoryan) terrà una conferenza pubblica, parte del programma della mostra, intitolata Life, Progress, Infinity and the Demise of the first Human Race and its Economical model of Survival presso l’Aula Mario Baratto dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Nel suo discorso cardine, Vadim de Grainville (Grigoryan) indagherà la nozione di sviluppo umano e l’idea di progresso attraverso un mix non convenzionale di riferimenti, che
spaziano dalla filosofia alla scienza economica e dalle pratiche di business all’arte. Coinvolgerà il pubblico nel mettere in discussione l’imperativo di crescita in un mondo dallo spazio, tempo e risorse limitate, invitandolo a ripensare i concetti di benessere e capitale, e la loro relazione con la felicità nel senso comune e individuale. 
Vadim de Grainville (Grigoryan) è un famoso direttore creativo e strategist per brand del lusso e della cultura. Nato a Baku, è entrato a far parte di Pernod Ricard in qualità di direttore
marketing per la Russia e l’Europa dell’Est; i suoi successi in questo ruolo, gli hanno permesso di spostarsi a Parigi in qualità di Direttore della Creatività e del Lusso per Pernod
Ricard. Da Parigi, ha supervisionato il ritorno di Absolut nel mondo dell’arte dopo un’assenza di più di 10 anni - organizzando collaborazioni con prestigiose manifestazioni come dOCUMENTA (13) e la Biennale di Venezia. Il New York Times ha incluso uno dei progetti principali di Vadim tra gli eventi più importanti di Art Basel. 

Constructed Situations
21-26 novembre 2019
Artisti: Ilya Fedotov-Fedorov, Tatyana Akhmetgalieva, Aljoscha, Margo Trushina, Kirill
Garshin, Alexandra Paperno, Vadim de Grainville (Grigoryan).
Curatrice: Masha Sergeeva
Istituto Santa Maria della Pietà
Castello, 3702, 30122 Venezia (VE)
Consiglia questo evento ai tuoi amici
Link
lightboxgroup.net/works/constructed-situations/
Allegati


- Altre Mostre in corso
- Altri eventi su arte
- Tutti i prossimi eventi


CALENDARIO EVENTI
D
L
M
M
G
V
S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
   dicembre 2019 >>
  Cerca per categoria
 

 IN PRIMO PIANO
» tutti gli eventi
 NEWS EVENTI
13.12.2019
Inside Magritte
12.12.2019
Kenro Izu presenta a Modena 'Requiem for Pompei'
11.12.2019
Lo 'Sconfinamento' di Paolo Scirpa
10.12.2019
Il mondo di Jean Luc Godard in un'istallazione permanente
09.12.2019
Trama doppia: Maria Lai, Antonio Marras
» tutte le news eventi
ADA 2019
Messe Frankfurt
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2019 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati