Gate Shade

Bigmat

Subway 2.0

Oak Design


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE CERSAIE
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Edonè

La Bardi’s Bowl Chair di Arper in mostra da Spotti
Studiopepe realizza l'allestimento nel celebre Store milanese
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
14/03/2014 - Dal 6 Marzo 2014 la Bardi’s Bowl Chair arriva in esclusiva italiana da Spotti Milano: nello storico showroom in Viale Piave sarà infatti possibile visionare e acquistare uno dei 500 pezzi numerati della seduta prodotta e distribuita da Arper. Durante la serata inaugurale sono intervenuti, oltre al padrone di casa Claudio Spotti, anche Claudio Feltrin, amministratore delegato di Arper che ha presentato il progetto e Noemi Blager, curatrice della mostra “Lina Bo Bardi: Together”.

Anche in questa occasione Studiopepe si occupa dell’allestimento dello spazio e incontra la personalità di Lina Bo Bardi, progettista ancora poco nota al grande pubblico ma indubbiamente affascinante grazie alla sua capacità di fondere i valori del modernismo europeo con la cultura popolare brasiliana. La forza espressiva dei suoi progetti viene reinterpretata attraverso una scenografia fatta di colore e linee curve, le stesse che hanno dato vita al disegno così speciale della Bowl Chair. Un insieme calibrato di elementi semplici che è chiaro rimando all’universo progettuale di Lina Bo e che prende vita grazie all’esuberanza della flora brasiliana, qui resa in tutta la sua vivacità grazie a tocchi decisi di colore. Protagonista assoluta la Bowl Chair nei colori blu, giallo, nocciola, marrone, arancio.



Architettura, design, scenografia, illustrazione, editoria: l’opera dell’architetto italo-brasiliano Lina Bo Bardi spazia in vari campi, fondendosi nella volontà di partecipare attivamente al processo di modernizzazione del Brasile.

La Bardi’s Bowl Chair, progettata nel 1951, appartiene alla prima fase del suo percorso brasiliano, oggi Arper affronta per la prima volta il processo di industrializzazione della seduta, il progetto di Lina Bo Bardi che l’azienda sente più vicino alle sue collezioni. Nella realizzazione Arper ha adottato un approccio in equilibrio tra l’interpretazione del progetto originale e il valore aggiunto dato dalle proprie competenze tecniche. Ogni passo di questo processo è stato condiviso con l’Instituto Lina Bo e P.M. Bardi, per accertare la rispondenza del progetto alle idee originarie di Lina Bo Bardi.

La Bardi’s Bowl entra in produzione: la Reason Why di Arper
“La ricerca dell’essenziale e dell’autentico, la ricchezza di uno stile sobrio e personale, ma anche la capacità di innovare ritornando alla natura e mettendo l’uomo al centro di ogni progetto. É questo che più ci ha avvicinato a Lina quando l’abbiamo incontrata, attraverso i suoi pensieri e le sue opere. Un viaggio in Brasile ci ha permesso di approfondire la sua conoscenza, portandoci all’Instituto Lina Bo e P.M. Bardi, oggi custode e promotore del suo prezioso lavoro.

L’incontro con Lina Bo Bardi è maturato con il sostegno di Arper al progetto “Lina Bo Bardi: Together”. Ma non ci siamo fermati a una semplice operazione di sponsorship. Ci affascinava l’idea di sviluppare un suo progetto mai industrializzato prima: la sedia Bardi’s Bowl. Una forma semisferica, un volume semplice e forte, che si ispira alla natura e che interviene nello spazio con la forza di un archetipo.

Industrializzare oggi la Bardi’s Bowl Chair è stata una sfida che ha entusiasmato tutti in Arper. Abbiamo messo in gioco tutta la nostra sensibilità per interpretare il progetto originale e tutte le nostre competenze tecniche per svilupparlo. Il nostro partner in questo processo è stato l’Instituto, che ha svolto il ruolo attivo di portavoce del pensiero di Lina e con il quale abbiamo dialogato come facciamo con tutti i nostri designer. 

Oggi la Bardi’s Bowl Chair viene prodotta in una serie limitata e numerata, che resterà fuori catalogo. Una parte del ricavato delle vendite sarà donato all’Instituto, a sostegno della sua attività. Con questo progetto cresce l’interesse e l’impegno di Arper in esperienze vicine al suo modo di essere: aperto, curioso e sensibile alla cultura del progetto.” dice Claudio Feltrin, AD Arper.

Nel 1951 Lina Bo Bardi sviluppò il progetto della Bowl Chair, mentre portava a termine i lavori della sua residenza a San Paolo, la ‘Casa di Vetro’. Poco dopo, nel 1953, la poltrona attrasse l’attenzione internazionale e la rivista americana Interiors pubblicò l’articolo “Bowls, Baskets and Bags”, mettendo in risalto la Bardi’s Bowl tra poltrone di Eero Saarinen, Irena Schawinsky e Roberto Mango. Con la sua morte nel 1992, i diritti d’autore furono trasferiti all’Istituto Lina Bo e P.M. Bardi. Grazie alla sua collaborazione Arper ha avviato questo progetto, attraverso un accurato lavoro di interpretazione, che ha colto la sfida di rispettare fedelmente i disegni originali dell’architetto, pur adeguando la seduta alle potenzialità offerte dalle attuali condizioni di produzione industriale. Un lavoro analogo – per cura ed attenzione riservate ad ogni singolo
dettaglio – al rigore di Lina nei suoi interventi sugli edifici storici.

Lina Bo Bardi ha pensato la Bowl Chair come un oggetto dalla struttura e dalla forma essenziali e universali, accessibile e flessibile, capace di integrarsi armoniosamente in qualunque ambiente. La seduta può essere orientata in diverse posizioni ed essere utilizzata per svolgere molteplici funzioni. Questo nuovo approccio al progetto, in cui l’elemento fondamentale è l’interazione dell’uomo con l’oggetto, è rivoluzionario per gli anni ’50. La Bardi’s Bowl reinventa il modo di stare seduti, favorendo posture naturali e rilassate e testimonia un cambiamento culturale in atto, che si traduce in un nuovo modo di comportarsi e vivere più informale e ricettivo, più orientato all’essere che all’apparire. E’ una seduta semisferica appoggiata su una struttura metallica ad anello, sostenuta da quattro gambe. La semplicità delle forme della Bowl Chair ricorda l’amore di Lina Bo Bardi per le forme semplici, funzionali, organiche: valore, che Arper ha condiviso appieno. Il completamento del progetto ha dato vita ad una vera collezione: oltre alla versione in pelle nera, sono state realizzate sette varianti colore in tessuto, ciascuna abbinabile a tre coppie di cuscini a scelta tra monocromatici nel medesimo colore della poltrona, in due nuances o decorati con grafiche ispirate ai disegni originali di Lina Bo Bardi, questi ultimi nati dalla collaborazione di Arper con Dani Moura, designer e stylist di New York.

Per promuovere la conoscenza di Lina Bo Bardi e delle sue opere, Arper ha inoltre lavorato fianco a fianco con la designer canadese Ginette Caron nella creazione di quello che è stato chiamato “Il mondo di Lina”. Un “cassetto dei ricordi” che ha la forma di un carrettino e racchiude numerosi oggetti, disegni, immagini che richiamano momenti significativi della vita di Lina, delle sue opere e dei suoi valori.

Arper su Archiproducts.com


StudioPepe@SilviaRivoltella


StudioPepe@SilviaRivoltella


StudioPepe@SilviaRivoltella


StudioPepe@SilviaRivoltella


StudioPepe@SilviaRivoltella


StudioPepe@SilviaRivoltella


StudioPepe@SilviaRivoltella


StudioPepe@SilviaRivoltella


StudioPepe@SilviaRivoltella


StudioPepe@SilviaRivoltella


StudioPepe@SilviaRivoltella

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
03/04/2015
Versatilità, duttilità, interazione: Arper a iSaloni 2015
Due allestimenti dedicati agli spazi di lavoro pensati in funzione del rapporto con l’uomo

23/03/2015
'Inspiring Work', il workshop Arper dedicato agli spazi di lavoro
Appuntamento presso lo showroom Arper di Milano il 26 marzo

12/03/2015
'Lina Bo Bardi in Italia. Quello che volevo, era avere Storia'
Prolungata fino al 3 maggio la mostra al MAXXI di Roma

04/03/2015
Kinesit di Arper si aggiudica l'IF Gold Award 2015
La seduta da ufficio firmata da Lievore Altherr Molina

24/11/2014
Arper si aggiudica il premio 'Innovationspreis Architektur + Office'
Selezionata la seduta Kinesit, design Lievore Altherr Molina

10/10/2014
Il 'Soft Contract' come risposta all’evoluzione degli ambienti di lavoro
Arper presenta le nuove collezioni ad Orgatec

23/06/2014
La Brand Identity Arper premiata dall'ADI
Menzione d’Onore per il progetto firmato Lievore Altherr Molina e 2×4

31/03/2014
Prosegue la collaborazione tra Arper e Lievore Altherr Molina
A Milano le nuove sedute Zinta e Colina

27/02/2014
Arper inaugura il nuovo Showroom di Dubai
Lo spazio espositivo nell’avveniristica U–Bora Towers

12/02/2014
Arper alla Stockholm Design Week
La Bowl Chair in mostra nello showroom svedese

06/02/2014
Interior Innovation Award per Juno e Saya
Le sedute Arper premiate dal German Design Council

29/01/2014
Arper a Londra con la Bowl Chair
L'evento per celebrare la poltrona disegnata da Lina Bo Bardi

21/11/2013
Arper sostiene l'iniziativa Love Design®
L'evento di beneficienza promosso da AIRC e ADI

15/11/2013
Arper inaugura il nuovo showroom di Copenhagen
Lo spazio nel cuore del design district della capitale danese

08/11/2013
I nuovi showroom Arper a Oslo e Amsterdam
Spazi versatili ed eleganti progettati dallo studio Lievore Altherr Molina

07/10/2013
Arper selezionata per l'ADI Design Index 2013
Saya e Juno candidate nella sezione 'Design per l’Abitare'


Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook

ULTIME NEWS SU ARCHIPRODUCTS NEWS
24.02.2017
Cuoio, pelle, morbidi cuscini
24.02.2017
Play. Armonia e leggerezza
24.02.2017
Driade al carnevale di Venezia
» le altre news

StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
StudioPepe@SilviaRivoltella
1
2
3
4
5
6
7
ARPER

1
2
3
4
5
6
 »
MEETY | Tavolo da riunione quadrato
MEETY | Tavolo da riunione rotondo
MEETY | Tavolo da riunione rettangolare
MEETY | Tavolo da riunione
MEETY | Tavolo da riunione
CATIFA 46 - NEW EDITION
CATIFA 53 - NEW EDITION | Sedia in multistrato
CATIFA 53 - NEW EDITION | Sedia in polipropilene
PARENTESIT FREESTANDING
YOP
1
2
3
4
5
6
 »

ARPER

 NEWS CONCORSI
+24.02.2017
That's a Mole! La 4a edizione del bando di illustrazione
+23.02.2017
Concorso Internazionale Kaira Looro 'Architettura Sacra'
+22.02.2017
I edizione del Premio di Architettura della Toscana (PAT)
+21.02.2017
Europan14 Italia: Cuneo, città nuova e nuove identità produttive
+17.02.2017
Verso la conclusione Carbon Fiber Design Contest 2017
tutte le news concorsi +

Live, Work, Design 4-9 Aprile 2017
Edonè
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2017 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati