Elle

Suiseki

Italkero

Aurea

Habimat


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Thermo Ice

Le Grand Paris de l’agglomeration parisienne
In mostra i 10 progetti per la Parigi del XXI secolo
Autore: rossella calabrese
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
28/04/2009 – Sarà inaugurata domani la mostra “Le Grand Paris de l’agglomeration parisienne”.
 
Ad accogliere l’attesissimo evento, dedicato alle 10 proposte visionarie per la Parigi del Ventunesimo secolo, firmate da altrettanti team di progettazione internazionali, sarà il Musée de la Cité di Parigi.
 
L’esposizione, visitabile fino al prossimo 22 Novembre, illustra i risultati della consultazione nazionale sul futuro della capitale francese lanciata nel 2007 dal presidente Sarkozy, ufficialmente presentati nel marzo passato al Consiglio economico e sociale.
 
Yves Lion (Groupe Descartes), Djamel Klouche (AUC), Christian de Portzamparc, Antoine Grumbach, Jean Nouvel - Michel Cantal - Dupart - Jean-Marie Duthilleul e Antoine Grumbach sono i 6 atelier francesi protagonisti dell’evento assieme ai 4 team stranieri composti da MVRDV - ACS + AAF; Lin Finn Geipel; Studio O9, Rogers Stirk Harbour & partners.
 
L’allestimento della mostra, curato dal Premio NAJA (Nouveaux albums de la Jeune Architecture) 20054 Jean-Christophe Quinton, vede il susseguirsi di 10 installazioni liberamente realizzate dai team coinvolti, invitati a descrivere il proprio progetto per la “Parigi di domani”.
 
Denominatore comune di tutte le proposte (concepite in collaborazione con sociologi e geografi), la volontà di rimarginare la “ferita” sociale e urbanistica generatasi tra la capitale, popolata da 2 milioni di abitanti, e l’interland metropolitano ad alta densità abitativa, con i suoi sei milioni di cittadini.
 
In questo senso, il rafforzamento della rete dei trasporti appare come elemento preponderante in molti dei progetti esposti. Nella proposta di Richard Rogers, Parigi assume la forma di una metropoli leggera e “policentrica”, dotata di un articolato sistema di comunicazione, capace di favorire l’economia regionale. Antoine Grumbach vede nella valle della Senna la via naturale di connessione tra l’area urbana e il porto di Le Havre, ritenuto un elemento dal potenziale economico per certi versi ancora parzialmente inespresso. Trasporti “poetici, rapidi e fluviali” si dipanano lungo la Grand Paris “dei poeti, dei flaneurs e dei viaggiatori” di Castro Denissof Casi, mentre Christian de Portzamparc immagina un avveniristico ponte ferroviario sospeso sul raccordo anulare.
  
“Ridurre”, “semplificare” e “ridimensionare” sono le parole chiave dei progetti di Yves Lion (Groupe Descartes) e dello studio olandese MVRDV. Il primo si basa sulla ripartizione dell’agglomerato urbano parigino in venti porzioni urbane abitate da 500mila persone, soluzione che dovrebbe migliorare la qualità della vita dei più. Il secondo disegna una Parigi “Plus Petit”, laddove “plus” sta per città “più ambiziosa, più ottimista, più densa, più efficiente, più ecologica, più compatta”, con uno sviluppo più controllato, e quindi “più piccola”.
 
L’assoluta necessità di inserire spazi verdi all’interno della metropoli domina la proposta del trio composto da Jean Nouvel, Jean-Marie Dutilheul e Michel Cantal-Dupart, dove a farla da padrone sono gli edifici a torre e i grattacieli verdi dagli enormi tetti giardino. Lo stesso intendimento ispira il progetto degli italiani Bernardo Secchi e Paola Viganò (Studio 09), che pensano a una “città porosa” organizzata su più livelli, strutturata in modo da ottimizzare e favorire gli “scambi ecologici”, dove la rete di trasporti ad alta velocità ridisegna profondamente la mobilità dell’area metropolitana.
 
È multipolare e verde il progetto dei tedeschi LIN, in cui la capitale francese diventa laboratorio a cielo aperto delle green strategies post Kyoto, “tra densi agglomerati e spazi di minori intensità, paesaggistici e flessibili”
 
Composito e utopistico il progetto del più giovane dei dieci gruppi, lo studio AUC guidato da Djamel Klouche, affiancato dalla scuola di architettura di Versailles, dall’università di Sandai (Giappone), e da grafici e paesaggisti tra cui Pascal Cribier.

  Scheda progetto: Grand Paris
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: The Greater Paris Challenge
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: PAM - Le Grand Pari de l'agglomération parisienne
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Grand Paris
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: LE GRAND PARIS
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: Le Grand Paris
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: La ville “poreuse”
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: PARI(S) PLUS PETIT
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda evento:
Mostra:
29/04-22/11 PARIGI
Le Grand Paris de l’agglomeration parisienne


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
17/02/2010
Uneternalcity.fr – Urbanism Beyond Rome
A Parigi la mostra nata per la Biennale di Venezia 2008

07/04/2009
Dieci scenari per il futuro volto della ‘Grande Parigi’
Svelati i progetti commissionati da Sarkozy


Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU EVENTI
22.11.2019
Volumnia ospita 'ALI'
21.11.2019
Città, ambiente e street culture
20.11.2019
Giovani Creativi. Le Origini del Genio
� le altre news

  Scheda progetto:
Rogers Stirk Harbour & Partners

Grand Paris
  Scheda progetto:
Atelier Christian de Portzamparc

The Greater Paris Challenge
  Scheda progetto:
LIN - Finn Geipel Giulia Andi Architects Urbanists

PAM - Le Grand Pari de l'agglomération parisienne
  Scheda progetto:
Ateliers Jean Nouvel, AREP, ACD

Grand Paris
  Scheda progetto:
Atelier Castro Denissof Casi

LE GRAND PARIS
  Scheda progetto:
l’AUC

Le Grand Paris
  Scheda progetto:
Studio 09 Bernardo Secchi Paola Viganò

La ville “poreuse”
  Scheda progetto:
MVRDV

PARI(S) PLUS PETIT
  Scheda evento:
29/04-22/11 PARIGI
Le Grand Paris de l’agglomeration parisienne

 NEWS CONCORSI
+22.11.2019
In chiusura #FlorenceCall
+21.11.2019
Il Real Sito di Carditello lancia il concorso di idee “Real Wood”
+20.11.2019
Yac lancia il contest 'Kiribati Floating Houses'
+19.11.2019
Verso la chiusura il Premio Arte Laguna Prize
+18.11.2019
Rilegno Contest: la natura trasporta la natura
tutte le news concorsi +

ADA 2019
ADA 2019
Frontside
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2019 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati