Black Selection

Puraluce


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Casa VCS: una villa sospesa sul paesaggio siciliano
Leggerezza e trasparenza sono i princìpi cardine del progetto di Giuseppe Gurrieri
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
21/12/2021 - Casa VCS è un progetto di Giuseppe Gurrieri relativo alla nuova costruzione di una casa unifamiliare a Modica, in provincia di Ragusa, su un sito il cui elevato valore paesaggistico è dovuto ad un costante rapporto con la roccia su cui è fondata non solo la casa, ma l’intera città.
Modica è infatti caratterizzata da orizzonti frastagliati e pallide pareti rocciose, tanto che gli antichi per darle il nome si rifecero al termine “Murìka”, che sta ad indicare la roccia nuda e poco coltivabile.
 
La casa, realizzata grazie alla collaborazione tecnica con lo studio di ingegneria SIC, si trova nella campagna modicana in un’area caratterizzata da un lieve declivio che muta improvvisamente in una ripida scarpata rocciosa. Un luogo in cui la vista sembra letteralmente “saltare” nel vuoto della valle per fermarsi sul versante opposto.

Il progetto verte sull’analisi del sito e del sistema di antropizzazione del territorio dell’ultimo secolo e fa riferimento alle architetture rurali tipiche degli anni ’30, realizzate con materiali grezzi e strutture precarie, nati per ampliare gli stabili inerenti alle attività agricole locali.

Nelle campagne dell’altopiano ibleo è facile riscontrare questa tipologia costruttiva caratterizzata da esili profili in metallo che sorreggono grandi capriate e coperture in lamiera, strutture che sia per la loro leggerezza che per la loro trasparenza, intesa come permeabilità alla vista, non gravano pesantemente sul paesaggio.

Leggerezza e trasparenza sono diventate i princìpi cardine di questo progetto. Attraverso un muro di contenimento in cemento armato si accentua la cuspide formata dal leggero declivio e dalla scarpata, punto in cui la casa risulta galleggiare nel vuoto.

Il fabbricato è realizzato con una struttura in acciaio sorretta da dodici piloni che lo innalzano portandolo alla quota della cuspide, dove l’ingresso principale avviene attraverso una passerella in orsogrill.
La stessa passerella si estende anche sul lato opposto, facendo di casa VCS una vera casa sospesa il cui affaccio sulla valle dà la sensazione di fluttuare nel vuoto.

L’edificio è concettualmente formato da due piastre orizzontali e parallele che contengono dei volumi diversi per dimensioni e funzioni, mentre il vuoto fra i volumi, ricucito dagli infissi, accoglie l’ambiente living.

La realizzazione delle capriate in ferro che sorreggono la copertura in lamiera grecata è stata pensata coerentemente alle architetture rurali della tradizione locale ma rivisitate in chiave contemporanea.

La casa quasi non si percepisce dall’esterno e le grandi vetrate consentono alla valle di attraversare l’edificio e giungere alla vista di chi percorre il viale d’ingresso. La permeabilità fra i volumi, insieme agli allineamenti delle aperture non penalizzano comunque la matericità architettonica.
 
L’attenzione e il rispetto del luogo non si limitano solo alla forma dell’edificio, ma a tutti gli accorgimenti progettuali necessari a rendere questa architettura sostenibile.

Il parallelepipedo espone i lati lunghi a nord e sud, consentendo un apporto solare estivo e invernale ottimale. Lo studio delle aperture, delle zone ombreggiate, del pacchetto murario e degli infissi ad alta prestazione termica permettono un controllo della radiazione solare in entrata e in uscita. Grazie anche all’apporto di energia elettrica mediante pannelli fotovoltaici posti in copertura la casa è stata classificata NZEB.
Il risultato è un’architettura che rispetta il paesaggio a tutto tondo e, in punta di piedi, si fonde ad esso.

  Scheda progetto: casa VCS
Filippo Poli
Vedi Scheda Progetto
Filippo Poli
Vedi Scheda Progetto
Filippo Poli
Vedi Scheda Progetto
Filippo Poli
Vedi Scheda Progetto
Filippo Poli
Vedi Scheda Progetto
Filippo Poli
Vedi Scheda Progetto
Filippo Poli
Vedi Scheda Progetto
Filippo Poli
Vedi Scheda Progetto
Filippo Poli
Vedi Scheda Progetto
Filippo Poli
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news piďż˝ precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Renato Baruffi
Un progetto nel segno del minimalismo, razionale. Un progetto che apprezzo molto ma non ne condivido la realizzazione fuori da un appropriato contesto. Avrebbe dovuto integrarsi con un ambiente piu confacente alla sua forma architettonica.
Renato Baruffi
Un progetto nel segno del minimalismo, razionale. Un progetto che apprezzo molto ma non ne condivido la realizzazione fuori da un appropriato contesto. Avrebbe dovuto integrarsi con un ambiente piu confacente alla sua forma architettonica.
Renato Baruffi
Un progetto nel segno del minimalismo, razionale. Un progetto che apprezzo molto ma non ne condivido la realizzazione fuori da un appropriato contesto. Avrebbe dovuto integrarsi con un ambiente piu confacente alla sua forma architettonica.
Renato Baruffi
Un progetto nel segno del minimalismo, razionale. Un progetto che apprezzo molto ma non ne condivido la realizzazione fuori da un appropriato contesto. Avrebbe dovuto integrarsi con un ambiente piu confacente alla sua forma architettonica.
Renato Baruffi
Un progetto nel segno del minimalismo, razionale. Un progetto che apprezzo molto ma non ne condivido la realizzazione fuori da un appropriato contesto. Avrebbe dovuto integrarsi con un ambiente piu confacente alla sua forma architettonica.
Renato Baruffi
Un progetto nel segno del minimalismo, razionale. Un progetto che apprezzo molto ma non ne condivido la realizzazione fuori da un appropriato contesto. Avrebbe dovuto integrarsi con un ambiente piu confacente alla sua forma architettonica.
Renato Baruffi
Un progetto nel segno del minimalismo, razionale. Un progetto che apprezzo molto ma non ne condivido la realizzazione fuori da un appropriato contesto. Avrebbe dovuto integrarsi con un ambiente piu confacente alla sua forma architettonica.
Andrea Stramigioli
"Leggerezza e trasparenza sono i princìpi cardine del progetto"...il collega potrebbe meglio indicarci dove guardare per trovare leggerezza e trasparenza, oppure è una mera errata interpretazione del commentatore ?? GRAZIE
Valter Manfredi ingegnere
Un disastro ambientale. Ma chi gli ha dato il permesso. ??Nessyn inserimento nell'ambiente per nulla rispettato.Anche sismicamente i piloty sono il peggio. Vorrei vedere una tipologia 0tipica a cui si richiama.Sempre disposto a imparare.Oggi la penso così.
Valter Manfredi ingegnere
Un disastro ambientale. Ma chi gli ha dato il permesso. ??Nessyn inserimento nell'ambiente per nulla rispettato.Anche sismicamente i piloty sono il peggio. Vorrei vedere una tipologia 0tipica a cui si richiama.Sempre disposto a imparare.Oggi la penso così.
Valter Manfredi ingegnere
Un disastro ambientale. Ma chi gli ha dato il permesso. ??Nessyn inserimento nell'ambiente per nulla rispettato.Anche sismicamente i piloty sono il peggio. Vorrei vedere una tipologia tipica a cui si richiama.Sempre disposto a imparare.Oggi la penso così.
Valter Manfredi ingegnere
Un disastro ambientale. Ma chi gli ha dato il permesso.Nessyn inserimento nell'ambiente per nulla rispettato.Anche sismicamente i piloty sono il peggio. Vorrei vedere una tipologia tipica a cui si richiama.Sempre disposto a imparare.Oggi la penso così.
sabrina
"Leggerezza e trasparenza sono diventate i princìpi cardine di questo progetto" ... "Il progetto verte sull’analisi del sito"... "La casa quasi non si percepisce dall’esterno"... la traduzione disattende gli intenti
Bruno Sammarco (ex architetto MiBAC)
Non discuto mai un progettista, ma criticare un progetto straordinariamente incongruo rispetto al paesaggio, oltre che privo di qualsivoglia significato, credo sia lecito. A mio avviso si tratta di un puro esercizio di vuota originalitĂ . Me ne dispiaccio per il luogo, di invece sicura bellezza.
Paolo
Trovo la realizzazione interessante, la sospensione la rende molta leggera tanto che la sua facciata si confonde con l’azzurro del cielo. La trasparenza data dalle vetrate la rende ben inserita nel paesaggio. A me piace, trovo forse esagerata la copertura in lamiera che regge i pannelli, sarei stato più cauto su questo tema.
Paolo
Trovo la realizzazione interessante, la sospensione la rende molta leggera tanto che la sua facciata si confonde con l’azzurro del cielo. La trasparenza data dalle vetrate la rende ben inserita nel paesaggio. A me piace molto
Michele Schilling
Non apprezzo il motivo per cui questa casa è stata 'sospesa'. Se ci fosse stata un'imposizione ambientale oppure una necessità strutturale potrei anche capire ma, nel descriverla con un fatto culturale, mi sembra vogliate attribuire un merito a chi voleva semplicemente fare il fenomeno.
Michele Schilling
Non apprezzo il motivo per cui questa casa è stata 'sospesa'. Se ci fosse stata un'imposizione ambientale oppure una necessità strutturale potrei anche capire ma, nel descriverla con un fatto culturale, mi sembra vogliate attribuire un merito a chi voleva semplicemente fare il fenomeno.
bruno
pubblicare una delle cose più brutte che ho visto nel ventennio, è inspiegabile, oppure rappresenta la linea editoriale.
Michele Schilling
Non apprezzo il motivo per cui questa casa è stata 'sospesa'. Se ci fosse stata un'imposizione abientale oppure una necessità strutturale potrei anche capire ma, nel contrabbandarla per un fatto culturale, mi sembra vogliate attribuire un merito a chi voleva semplicemente fare il fenomeno.
Michele Schilling
Non apprezzo il motivo per cui questa casa è stata 'sospesa'. Se ci fosse stata un'imposizione abientale oppure una necessità strutturale potrei anche capire ma, nel contrabbandarla per un fatto culturale, mi sembra vogliate attribuire un merito a chi voleva semplicemente fare il fenomeno.
Michele Schilling
Non apprezzo il motivo per cui questa casa è stata 'sospesa'. Se ci fosse stata un'imposizione abientale oppure una necessità strutturale potrei anche capire ma, nel contrabbandarla per un fatto culturale, mi sembra vogliate attribuire un merito a chi voleva semplicemente fare il fenomeno.
Michele Schilling
Non apprezzo il motivo per cui questa casa è stata 'sospesa'. Se ci fosse stata un'imposizione abientale oppure una necessità strutturale potrei anche capire ma, nel contrabbandarla per un fatto culturale, mi sembra vogliate attribuire un merito a chi voleva semplicemente fare il fenomeno.

ULTIME NEWS SU CASE & INTERNI
24.01.2022
Un mini loft d'autore a Milano
24.01.2022
A Torino arrivano Camplus e Woody's
21.01.2022
Icaro Hotel: arte, design e architettura ai piedi delle Dolomiti
ďż˝ le altre news

  Scheda progetto:
Giuseppe Gurrieri

casa VCS

 NEWS CONCORSI
+24.01.2022
Taranto, in scadenza il bando per il recupero di Palazzo Frisini
+24.01.2022
Completamento del nuovo Ospedale “Giovanni Paolo II” di Ragusa
+21.01.2022
Il Comune di Tarquinia lancia due concorsi di idee
+19.01.2022
In chiusura il Premio Architettura Toscana, III Edizione
+18.01.2022
Scandicci: nuova scuola secondaria di 1° grado 'E.Fermi'
tutte le news concorsi +

ADA 2021_winners
ADA 2021_winners
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicitŕ |  Rss feed
© 2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 © Riproduzione riservata