Teti


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Evhoc

Mantova premia gli under 40 del concorso 'Dalla stazione al lago'
1┬░ posto per gli architetti parmensi Serpagli, Ugozzoli e Brigati
Autore: rossella calabrese
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  

14/04/2010 - Lo scorso 9 aprile il Comune di Mantova, in collaborazione con l’Università di Mantova e gli ordini degli architetti e degli ingegneri locali, ha premiato ufficialmente i cinque gruppi di progettisti vincitori del concorso internazionale di idee “Dalla stazione al lago. Riqualificazione di piazze e di luoghi pubblici della città”.

La competizione, rivolta ad architetti ed ingegneri under 40, chiedeva ai concorrenti di formulare proposte d’intervento architettonico-urbanistiche per riqualificare le piazze e le vie del centro storico situate tra la stazione ferroviaria ed il lago di Mezzo.

Al concorso sono pervenuti 54 progetti. Il titolo di vincitore, corrispondente a un premio pari a 6mila euro, è spettato al team composto dagli architetti parmensi Lucio Serpagli, Fausto Ugozzoli e Nicola Brigati. Medaglia d’argento all’arch. Andrea Bellodi (Ferrara), destinatario di una somma pari a 4 mila euro, seguito dai team composti dai colleghi mantovani Nicola Giovannini, Erika Ghitti, Chiara Lanzoni e Giulia Tettamanzi, terzi classificati con un premio pari a 3mila euro. Gli architetti Elleno Squassabia e Federico Morandini, quarto e quinto classificato, hanno invece ritirato dei premi pari a 2 mila euro ciascuno.

”Il progetto ambisce a mantenere la complessità delle preesistenti geometrie e giaciture storiche; conservare l’integrità fisica e percettiva dei punti di riferimento monumentali in modo d’attivare un processo di caratterizzazione formale degli spazi aperti, che concepisca l’arredo e il suolo urbano non come insieme di elementi isolati, ma in relazione alla scena urbana, e per promuovere la valorizzazione dei spazi pubblici come luoghi di qualità urbana e architettonica in grado di restituire una vitalità nuova, sia dal punto di vista sociale che di aggregazione. L’approccio che si è adottato è partito dalla consapevolezza di non poter dare imposizioni ad un contesto urbano così consolidato. Di conseguenza ci siamo liberati da modelli, preconcetti ed ordini precostituiti, prendendo come punti nodali alcuni edifici storici del contesto.


Il nostro progetto ha tentato di rappresentare il fluire di un fiume che, al suo passaggio, modella il paesaggio circostante, scavando e sollevando il tessuto tra gli elementi del costruito. I segmenti di percorso che si sono generati da tale approccio sono “frammenti” di una rete che intrappola gli edifici storici di ogni singola piazza e che allo stesso tempo conduce il fruitore da una parte all’altra del percorso con continuità. 


L’obiettivo è pertanto quello di costituire un supporto dinamico, ma con caratteri identitari forti, in grado di rispondere alle esigenze e in grado di promuovere nuovi utilizzi e nuove regole di fruizione degli spazi e degli edifici. Il complesso delle soluzioni scelte concorre a trasformare gli attuali parcheggi (che di piazza hanno solo il nome) in Piazze vere e proprie, dove le dimensioni e gli utilizzi rispondano alle necessità umane e non a quelle veicolari; in conseguenza di tali modificazioni si potranno definire nuovi rapporti con il centro storico e nuovi rapporti tra la comunità e gli spazi urbani. 


Partendo dai luoghi proposti dal bando e dopo aver effettuato il sopralluogo abbiamo evidenziato alcune aree su cui concentrare gli interventi. Tali aree sono: 1. Stazione Ferroviaria e Vicolo Stabili; 2. Piazze Carlo d’Darco e S. Giovanni; 3. Piazze Filippini, Virgiliana e Lago di Mezzo. Nel visitare Mantova sorprende l’accuratezza delle scelte visuali attraverso cui è stata edificata; una scena urbana giocata su fondali architettonici autorevoli che chiudono le prospettive, ed improvvise aperture di campo che segnalano percorsi e scorci prospettici. Si percepisce la compresenza di un carattere minuto – quasi intimo - degli spazi urbani, contrapposto ad una strategia di costruzione della città di grande respiro. La combinazione dei singoli episodi progettati tenta di dar risposta ad esigenze complesse rinunciando ad una aggregazione semplicemente seriale in favore di una rete integrata di rapporti di complementarità tra gli elementi. 


In un gioco contrappuntistico vengono così a coesistere chiusure ed aperture degli spazi, discese e salite, percorrenze e spazi di sosta articolati secondo leggi non distanti da quelle che regolano il circostante ambiente della città storica.  Rigenerare il tessuto urbano e sociale delle piazze proposte dal bando significava necessariamente ridisegnare lo spazio con maggior attenzione per la sosta delle persone più che dei veicoli. Dunque si è cercato di garantire comunque l’accesso alle piazze da parte dei cittadini abitanti e/o di mezzi per occasioni particolari, quali manifestazioni od eventi periodici”, si legge nella relazione del progetto vincitore.


  Scheda progetto: Dalla Stazione Al Lago - Progetto vincitore
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
  Scheda progetto: 4 piazze + due - 3┬░ classificato concorso 'Dalla stazione al lago'
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
  News sull'argomento
04/01/2010
'Dalla stazione al lago': concorso a Mantova
Riqualificazione di piazze e di luoghi pubblici della città


Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi´┐Ż precisa e completa.

ULTIME NEWS SU RISULTATI
10.03.2011
Young Architects Program MAXXI: vincono i romani stARTT
02.03.2011
Areale ferroviario di Bolzano: vince il team di Boris Podrecca
28.02.2011
'Progetto in evoluzione. Gi├▓ Ponti e Villa Favorita a Valdagno': gli esiti del concorso
´┐Ż le altre news

  Scheda progetto:
lucio serpagli architetto

Dalla Stazione Al Lago - Progetto vincitore
  Scheda progetto:
Arch Erika Ghitti

4 piazze + due - 3┬░ classificato concorso 'Dalla stazione al lago'

 NEWS CONCORSI
+20.05.2022
In chiusura LÔÇÖagrivoltaico per lÔÇÖArca di No├ę
+20.05.2022
Premio AIDIA ÔÇśIDEE per un mondo che cambiaÔÇÖ
+19.05.2022
Iscrizioni aperte per la decima edizione di Fruit Exhibition
+16.05.2022
THE BACKYARD SoS Trinità delle Monache
+13.05.2022
Museo Nazionale del Bargello a Firenze: nuovi allestimenti
tutte le news concorsi +

eManiglia FingerScan
ADA 2022_Apply now
Evhoc
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | PubblicitÓ |  Rss feed
ę 2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n░iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 ę Riproduzione riservata