Host

Orgatec Cologne Biennale Interieur Kortrijk

CLICK & TOUCH

Valdama

Soluzione doccia Ponte Giulio


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE CERSAIE
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS


Le nuove collezioni Frag a Imm Cologne
Nel suggestivo allestimento curato da Ferruccio Laviani
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Maio, Frag
20/12/2012 - Anche nel 2013 Frag non perde occasione di partecipare a imm Cologne, il grande appuntamento fieristico tedesco nel settore dell’arredo e importante vetrina per il mercato di quell’area e dell’Est Europa, portando con sé una riflessione approfondita sulle lavorazioni e i materiali che contraddistinguono la storia del marchio. Con un occhio alle nuove tecnologie, ma senza abbandonare la ricchezza del lavoro manuale, Frag tende al futuro in un costante lavoro di ricerca e interpretazione cercando di trasformare il cuoio e la pelle in prodotti attuali e razionali.

L’azienda combina così l’approccio sperimentale e la lavorazione artigianale ad un ampliamento delle finiture a catalogo con lo scopo di portare i materiali alla loro massima espressione abbinandoli a forme eleganti che confermano l’ispirazione moderna e contemporanea dell’azienda.
 
Questa filosofia è raccontata a Imm attraverso l’allestimento di Ferruccio Laviani che, con pareti e quinte tracciate da linee orizzontali e verticali che disegnano un policromo pattern tartan, rende protagonisti i materiali: i diversi colori tipici del motivo scozzese sono infatti dati dalle differenti sfumature del legno, della pelle e dell’alluminio di cui sono rivestiti i pannelli.

La sensazione visiva legata ai colori si traduce irrimediabilmente in quella tattile che definisce il legno come poroso e caldo, la pelle morbida e levigata e l’alluminio algido e liscio, così come i prodotti, raggruppati in mini ambienti, trasmettono alla vista la percezione di comodità, tenerezza, resistenza o elasticità a seconda del materiale con cui sono realizzati. Alle sedute, core business di Frag, vengono abbinati tavoli o accompagnati accessori, tutti vestiti della grande varietà di pelli e cuoi a catalogo e modellati attraverso peculiari lavorazioni che esprimono lusso e ricercatezza.
 
L’anima sofisticata è immediatamente riconoscibile nello sviluppo della famiglia Kati del designer finlandese Mika Tolvanen che diventa quasi un “sistema” di sedute grazie alle differenti basi studiate per il progetto - cantilever, gambe cromate a sezione conificata, a slitta e con gambe in legno -, che ne enfatizzano la sua versatilità. In questo modo la sedia Kati diventa adatta ad usi e luoghi diversi (casa, sala da pranzo, ufficio, sale e riunioni e contract), allo stesso tempo tradizionale e moderna. Virtuosa nella sua semplicità e genuinità artigianale e proposta in pelle nera, la seduta è tratteggiata da linee classiche che nascondono l’essenza innovativa di uno stampo in poliuretano combinato alla manualità del lavoro di rivestimento che ne alleggerisce l’effetto visivo. Lineare, snella e dai tratti essenziali, Kati è presentata nella versione con e senza braccioli per esprimerne tutte le sue potenzialità sfruttando appieno la specificità del materiale.
 
Il lavoro di ricerca sulla dialettica tra la morbidezza della pelle e il calore del legno ispira lo stile pulito ed essenziale di Gordon Guillaumier. La lounge con il pouf Ponza giocano sulla sensualità di questo accostamento che valorizza la singolarità delle forme e le caratteristiche naturali dei materiali utilizzati, donando ai prodotti leggerezza ed equilibrio.

Il fascino della famiglia viene narrato anche attraverso l’accuratezza e la preziosità dei particolari: la struttura portante, rivestita di pelle color torba, è composta dalla seduta rotonda che prosegue senza soluzione di continuità nello schienale leggermente curvato e avvolgente; la regolarità della sagoma viene spezzata solo dal taglio creato da un morbido cuscino che combacia con la seduta. L’ultimo esercizio di stile viene eseguito sulla sezione delle gambe in legno originata da un semicerchio che si assottiglia fino al piede. Attraverso i materiali, Ponza riesce ad evocare e a mettere insieme il design scandinavo e il rigore delle linee con il calore e la mediterraneità delle origini del progettista maltese.
 
Le possibilità espressive dei materiali diventano protagoniste anche nella sedia Didù di Michele di Fonzo dove il profilo in cuoio nasconde un’anima in alluminio. Ultraleggero grazie al telaio, questo prodotto rivisita le classiche forme della sedia e punta sull’accostamento tra cuoio color corteccia e la pelle bruna: rigido il primo, che ne delinea i contorni e le gambe, molto più elastica e malleabile invece la seconda con cui è realizzata una soffice cuscineria fissa capitonnè. Trapuntato con sobrietà, questo rivestimento crea un ulteriore disegno che si inserisce armoniosamente nella geometria della sedia.

Le sedie Didù vengono proposte attorno alla versione ovale del tavolo Argor del designer Kensaku Oshiro. La base del tavolo Argor, interamente rivestita in cuoio corteccia con cuciture a contrasto, ha una particolare forma prismatica che non elimina però l’idea di morbidezza del materiale.
 
Il pozzetto Parentesi di Giopato & Coombes è invece definito da una silhouette monolitica e classica che esprime la sua preziosità nei dettagli. La struttura sfaccettata è addolcita dal rivestimento che, come una housse, la veste allo stesso modo di un abito soffice accentuando la percezione visiva di comodità. Presentata nella versione color volpe, la pelle usata è una speciale varietà trattata e rifinita manualmente che oltre a donare un’ineguagliabile tenerezza, crea dei particolari effetti cromatici che rendono unico ogni pezzo dando carattere e naturalezza al prodotto. Delicati movimenti del pellame si evidenziano anche sui bordi che, grazie alle cuciture che anticipano le estremità, creano dei divertenti angoli. La linea dei braccioli prosegue poi riducendosi fino a creare un sottile profilo per il basamento che sorregge la seduta su rotelle nascoste rendendo la poltroncina agevole negli spostamenti.

In coppia con il pozzetto, i pouf ultramorbidi Maio indagano le potenzialità della pelle rivestendosi della stessa varietà del pozzetto. Il disegno semplice e rettangolare viene interrotto dalle maniglie che lo rendono adatto a multipli usi oltre che comodamente trasportabile.
 
Sulla pedana accanto prosegue l’offerta con le poltroncine imbottite Bella con e senza braccioli, raffinate nella loro veste in pelle nera: un classico senza tempo del duo di designer Graziella e Renzo Fauciglietti. Le poltroncine sono presentate da sole su una pedana e su quella accanto insieme alla versione tonda del tavolo Argor di Kensaku Oshiro con basamento ricoperto in cuoio e piano in cristallo entrambi neri a creare un angolo di estrema eleganza.

Frag presenta inoltre al pubblico tedesco una collezione di accessori in cuoio pienofiore, un ulteriore possibilità di lettura di questo materiale vivo e sempre diverso, piegato dalla creatività prolifica di Giopato & Coombes: portalegna, contenitori e ciotole di diverse dimensioni a cui è stato dedicato un esclusivo spazio all’interno dell’allestimento. Caratterizzati da uno stile pulito, questi oggetti celebrano il sapore di un talento manifatturiero e artigiano di cui l’azienda è ancora portatrice e da cui ne scaturisce la propria capacità d’espressione.
 
Un’offerta coerente che punta su colori caldi e materiali pregiati che Frag dedica al pubblico nordeuropeo da sempre sensibile e attento al design italiano. L’azienda reinterpreta lo spazio domestico rendendolo intimo e accogliente senza tralasciare i particolari preziosi e soddisfacendo la voglia di prodotti funzionali, ma sofisticati. Progetti semplici, dall’anima leggera che si trasformano in eccellenze grazie alle potenzialità dei materiali sapientemente scelti e accostati con la competenza e la passione di una tradizione che rende ogni esemplare unico e perfetto.


Kati, Frag


Parentesi, Frag


Kati, Frag


Kati, Frag

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook

ULTIME NEWS SU EVENTI
19.12.2014
La Guerra vista dagli architetti: sfida etica o spinta tecnologica?
18.12.2014
Milano: la raccolta di schizzi inediti di Giancarlo De Carlo
17.12.2014
Alessandro Mendini. Empatie. Un viaggio da Proust a Cattelan
» le altre news


EVENTI SU EVENTI
01/06/2015 - centro culturale santa maria delle grazie - mestre (ve)
URBAN HOUSING 2015
Progetti di social housing per la riqualificazione urbana di Mestre
» gli altri eventi

Kati, Frag
Parentesi, Frag
Kati, Frag
Kati, Frag
1
2
 NEWS CONCORSI
+19.12.2014
Verso la conclusione il Cristalplant® Design Contest 2015
+18.12.2014
Verso la conclusione il concorso Condividi il tuo #smeg50style
+17.12.2014
III edizione del Progetto Giovanni Battista Grattoni
+16.12.2014
Architettura: Energia per il Made in Italy, prorogata la scadenza
+15.12.2014
Il concorso per ricostruire la “Città della Scienza” di Bagnoli
tutte le news concorsi +



Coperture e facciate in zinco-titanio
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2014 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati