Orgatec Cologne Biennale Interieur Kortrijk Cersaie 2014

Shoe Stool

Mobili Vero

Living&night system


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE CERSAIE
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Boston

Triennale di Milano: percorso inedito nell'opera di Ugo Mulas
'Ugo Mulas. Esposizioni' retrospettiva di oltre 120 scatti fino al 9 settembre
Autore: valentina ieva
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
03/08/2012 - Un percorso inedito alla Triennale di Milano: la mostra ‘Ugo Mulas: Esposizioni’ fino al prossimo 9 settembre illustra oltre 120 scatti del milanese Ugo Mulas, il fotografo ufficiale della Biennale di Venezia dal 1954 e colui che ha ritratto i più importanti musei, le gallerie, le collezioni private d’Europa e d’America, nonchè le più insolite abitudini di fruire l’arte dei  visitatori.

La mostra, curata da Giuliano Sergio con l’Archivio Ugo Mulas, e realizzata con la collaborazione di Johan&Levi, ripercorre il rapporto tra spettatore e opere negli spazi pubblici o nelle abitazioni private, immortalato negli anni Cinquanta dal fotografo-artista. Gli scatti raccontano luoghi e persone dei più noti musei del mondo, dal Louvre di Parigi al Pergamon di Berlino, all’Hermitage di Leningrado fino al Guggenheim di New York.

Nei primi anni Sessanta l’arte incontra il contesto urbano e così Mulas indaga il rapporto tra ‘opere nate altrove’ e una città come Spoleto, in occasione della mostra Sculture in città che riunisce tutti i più grandi scultori del mondo.

Il percorso espositivo si conclude con gli scatti della mostra del 1970, Vitalità del Negativo, dove il fotografo assume un ruolo centrale e l’indagine di Mulas, dopo aver riportato il fascino dell’arte e di chi la osserva,  termina con la riflessione sul lavoro svolto e, dunque, con l’autoritratto.

Ugo Mulas nasce a Pozzolengo nel 1928. Nel 1948 si trasferisce a Milano dove frequenta l’ambiente intellettuale dell’Accademia di Brera e si avvicina per caso al mondo della fotografia. Intende da subito descrivere la condizione della società del suo tempo, ovvero la testimonianza  del dopoguerra.

Mulas lavora nel mondo della pubblicità, della moda e dell’architettura, finchè la sua attività si lega alla Biennale di Venezia dal 1954 fino all’edizione del 1972. Intanto si affaccia nel panorama artistico americano e ha modo di collaborare con Frank Stella, Lichtenstein, Johns, Rauschemberg, Marcel Duchamp, Andy Warhol, John Cage.

Nel 1970 Mulas si ammala gravemente, tuttavia realizza i suoi ultimi lavori tra cui quello con Paolo Scheggi per la mostra Amore mio organizzata da Achille Bonito Oliva; il reportage per la mostra Vitalità del Negativo e Le Verifiche. Viene a mancare nel marzo del 1973.

  Scheda evento:
Mostra:
14/06-09/09 VIALE ALEMAGNA, 6, 20121. MILANO
Ugo Mulas: Esposizioni


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

Non hai un account Facebook?Clicca qui Utilizza il mio account Facebook

ULTIME NEWS SU EVENTI
24.10.2014
Sedeo ergo sum 3.0: mostra-riflessione sull'oggetto 'sedia'
23.10.2014
'AUSTRIA|architettura e design' in mostra a Bologna dal 27 ottobre
22.10.2014
Incontro con Mario Botta venerdì 14 novembre a Cantù
» le altre news


EVENTI SU EVENTI
01/06/2015 - centro culturale santa maria delle grazie - mestre (ve)
URBAN HOUSING 2015
Progetti di social housing per la riqualificazione urbana di Mestre
» gli altri eventi

  Scheda evento:
14/06-09/09 VIALE ALEMAGNA, 6, 20121. MILANO
Ugo Mulas: Esposizioni

 NEWS CONCORSI
+24.10.2014
Napoli cerca 'un'opera per Castel Sant'Elmo'
+23.10.2014
Al via 'HOSThinking a design award'
+22.10.2014
smart FOR city: per una città che riparte da te
+21.10.2014
“Urbanistica in rosa” - Premio Ilaria Rambaldi 3a edizione
+20.10.2014
Architettura: Energia per il Made in Italy
tutte le news concorsi +



Rush
Condizioni generali | Informativa Privacy | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2005-2014 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 - Tutti i diritti riservati