HOTEL e RESIDENCE

Ocean ECM

Alma Design


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Quadrifoglio Group

Treviso: terminato il complesso Ca’ delle Alzaie di Stefano Boeri
“Un’inedita declinazione del nostro concetto di bosco verticale”
Autore: cecilia di marzo
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
12/01/2022 - A Treviso, lungo il fiume Sile, si è concluso il cantiere per la realizzazione del complesso edilizio residenziale “Ca’ delle Alzaie” progettato da Stefano Boeri Architetti.
 
Il progetto ha puntato sul costruire in armonia con il paesaggio, trasformando il verde da elemento ornamentale a elemento architettonico. Ciò è stato possibile grazie alle caratteristiche ingegneristiche e tecniche con cui sono stati realizzati i tre edifici che si articolano su circa ottomila metri quadrati e, ancor più, grazie agli oltre due ettari di vegetazione (tra alberi in facciata e parco) simbolo di riqualificazione del territorio e impegno per l’ambiente di cui la città può ora fregiarsi.
 
Espressione di una filosofia precisa, esportata in tutto il mondo dall’architetto Stefano Boeri, il complesso edilizio è stato inaugurato a fine novembre.
 
«A Treviso abbiamo proposto un’inedita declinazione del nostro concetto di bosco verticale: non una torre, ma tre corpi di fabbrica circondati dalla vegetazione, con affacci molto diversi sul paesaggio circostante. Nei prossimi anni Treviso, con Milano, Utrecht, Bruxelles, Eindhoven, Monaco, Cairo, Nanchino e molte altre città del mondo, diventerà la sede di un esperimento innovativo per dimostrare che le architetture del futuro potranno ospitare la coabitazione di più specie viventi, diventando così un fulcro di biodiversità - oltre che di sostenibilità ambientale» dichiara Stefano Boeri.
 
Il verde
400 piante a basso fusto e 170 alberi (120 in facciata e 50 a terra), selezionati dall’agronoma Laura Gatti, tra le specie autoctone individuate dal piano ambientale del Parco del Sile: sono il cuore pulsante dei tre edifici alti 27 metri che compongono Ca’ delle Alzaie.
 
Il progetto si sviluppa su un’area di 10.750 mq, edificata per circa 8.000 mq. Il verde occupa il 51% della superficie totale in cui il complesso edilizio insiste, circa 40 volte la superficie di verde esistente prima dell’intervento.
Tra il verde in facciata e il verde a terra ci sono oltre 2 ettari di vegetazione.
I 120 alberi in facciata sono in grado di produrre 2,7 tonnellate di ossigeno all’anno.
 
Gli edifici
Caratterizzati dalla presenza del verde sui due fronti principali, i tre edifici affacciati sul fiume Sile amplificano le qualità del paesaggio circostante, di cui assumono l’aspetto mutevole nelle stagioni.
 
Il prospetto sud, verso il fiume, è definito da una serie di terrazze continue profonde tre metri e intervallate da elementi verticali, che ospitano le alberature. La facciata nord presenta invece, lungo tutto lo sviluppo, una serie di vasi lineari in aggetto che ospitano arbusti di piccole e medie dimensioni, interrotti puntualmente da contenitori verticali, analoghi a quelli presenti sulla facciata sud, per arbusti di medie e grandi dimensioni.
Posti uno accanto all’altro, i tre edifici formano un fronte discontinuo: ogni corpo si dispone secondo una differente rotazione per ottimizzare l’esposizione verso sud e l’introspezione reciproca. Oltre a garantire un elevato livello di privacy agli interni, il fronte discontinuo e la differente rotazione dei tre fabbricati evita un effetto “barriera visiva”, lasciando liberi ampi scorci prospettici tra un corpo e l’altro verso il passaggio lungo l’Alzaia. In linea con tale impostazione, le caratteristiche e la disposizione degli edifici interagiscono con le qualità del paesaggio.
 
All’esterno dell’area sud lungo via Alzaia, il muro di contenimento viene arretrato in tre punti a favore del percorso pubblico (la fascia di verde pubblico addossata al muro di confine), con l’intento di ridare qualità al percorso pedonale esistente lungo il fiume, incentivandone ulteriormente la frequentazione da parte dei cittadini.
 
«Complessivamente il fronte che si compone è discontinuo e tale da permettere ad ogni edificio di beneficiare appieno del rapporto con il paesaggio e allo stesso tempo consentire la permeabilità visiva. I parcheggi e i posti auto, situati ad un livello semi-interrato, sono ricoperti da un manto di terreno di riporto piantumato, in modo da non interrompere la continuità dello spazio verde di pertinenza che si congiunge al verde pubblico del lungofiume» commenta Marco Giorgio, Partner e Project Director di Stefano Boeri Architetti.
 
Gli appartamenti
I 7 piani dei 3 edifici di Ca’ delle Alzaie ospitano circa 60 appartamenti (20 per edificio), ciascuno dei quali gode di un affaccio sulla terrazza e della chioma di almeno un albero. Le facciate principali a sud e a nord di tutti gli edifici ospitano nelle logge alberature e grandi arbusti. Ogni piano ospita dai due ai tre appartamenti. Tutte le zone a giorno sono collocate a sud verso il fiume, mentre quelle a notte sono rivolte a nord. La distribuzione lungo il margine del fiume permette a ciascuna unità abitativa di godere a pieno del rapporto con il paesaggio fluviale.

  Scheda progetto: Ca’ delle Alzaie
Stefano Boeri Architetti_ph.Paolo Rosselli
Vedi Scheda Progetto
Stefano Boeri Architetti_ph.Paolo Rosselli
Vedi Scheda Progetto
Stefano Boeri Architetti_ph.Paolo Rosselli
Vedi Scheda Progetto
Stefano Boeri Architetti_ph.Paolo Rosselli
Vedi Scheda Progetto
Stefano Boeri Architetti
Vedi Scheda Progetto
Stefano Boeri Architetti
Vedi Scheda Progetto


Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.
Commenti per questa notizia
Domenico Canal
Mietkasernen inverdite
Domenico Canal
Mietkasernen inverdite
Bernardino Stangherlin
Ma non viene mai in mente a Boeri che tutti sti' alberi su questi balconi abbastanza stretti tolgano spazio e luce? da che mondo e mondo le piante si mettono a cascata sui parapetti o in vasi vicino alle pareti e tutti sono contenti, ambiente ed abitanti. Capisco se stai facendo l'immeuble villa' di LC con delle belle grandi terrazze, ma non su un balcone.
Bernardino Stangherlin
Ma non viene mai in mente a Boeri che tutti sti' alberi su questi balconi abbastanza stretti tolgano spazio e luce? da che mondo e mondo le piante si mettono a cascata sui parapetti o in vasi vicino alle pareti e tutti sono contenti, ambiente ed abitanti. Capisco se stai facendo l'immeuble villa' di LC con delle belle grandi terrazze, ma non su un balcone.
Gianni Siognor
Speriamo invece che gli alberi sull'argine vengano tolti in quanto, se non lo sapete, sono vietati dalla legge sulle opere idrailiche.
Gianni Siognor
Speriamo invece che gli alberi sull'argine vengano tolti in quanto, se non lo sapete, sono vietati dalla legge sulle opere idrailiche.
Gianni Siognor
Speriamo invece che gli alberi sull'argine vengano tolti in quanto, se non lo sapete, sono vietati dalla legge sulle opere idrailiche.
Gianni Siognor
Speriamo invece che gli alberi sull'argine vengano tolti in quanto, se non lo sapete, sono vietati dalla legge sulle opere idrailiche.
giuseppe bonturi
speriamo che gli alberi sull'argine creschino in fretta...

ULTIME NEWS SU ARCHITETTURA E DESIGN
18.01.2022
Due opere di studi italiani tra i selezionati del EUMiesAward 2022
17.01.2022
S-LAB. Istituto Nazionale di Fisica Nucleare a Torino di ELASTICOFarm
17.01.2022
È morto a 82 anni l'architetto e urbanista Ricardo Bofill
le altre news


EVENTI SU ARCHITETTURA E DESIGN
25/01/2022 - santa croce 191, venezia
Architetture per la Memoria. Icone retoriche o forme significanti?

27/01/2022 - via solferino 17 - milano
RACCONTARE GAE AULENTI

19/03/2022 - palazzo strozzi
Donatello, il Rinascimento
Mostra
gli altri eventi
  Scheda progetto:
Stefano Boeri Architetti

Ca’ delle Alzaie

 NEWS CONCORSI
+18.01.2022
Scandicci: nuova scuola secondaria di 1° grado 'E.Fermi'
+17.01.2022
Riqualificazione urbana dell’Asse Verde a nord di Putignano
+14.01.2022
Riyadh Dream Villas
+13.01.2022
'Imparare da territorio'. Al via il bando del Premio Maggia 2022
+12.01.2022
La II edizione del premio CarlottaxArchitettura
tutte le news concorsi +

ADA 2021_winners
ADA 2021_winners
Quadrifoglio Group
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicit |  Rss feed
2001-2022 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 niscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati
Iscritta presso il Tribunale di Bari, Num.R.G. 1864/2020 Riproduzione riservata