Mat&More

Out

Inarch Sponsor

Lixio-Lixio+


SPECIALE MILANO DESIGN WEEK
SPECIALE MAISON&OBJET
SPECIALE LONDON DESIGN FESTIVAL
SPECIALE IMM COLOGNE
INTERVISTE - DESIGN TALKS

Smart 4

Mario Cresci a Modena
Alla Fondazione Modena Arti Visive in arrivo la mostra "La luce, la traccia, la forma"
segnala ad un amico | versione stampabile
Dimensione testo  
Mario Cresci Tre focus su Piranesi #07, Roma 2011 – Bergamo 2020 Still da video, 4’20'' © Mario Cresci, Courtesy Istituto Centrale per la Grafica, Rom Mario Cresci Tre focus su Piranesi #07, Roma 2011 – Bergamo 2020 Still da video, 4’20'' © Mario Cresci, Courtesy Istituto Centrale per la Grafica, Rom
30/06/2020 - Alla Fondazione Modena Arti Visive è in arrivo la mostra La luce, la traccia, la forma, personale di Mario Cresci (Chiavari, 1942) a cura di Chiara Dall’Olio. 
La mostra Mario Cresci. La luce, la traccia, la forma, realizzata in collaborazione con le Gallerie Estensi, sarà aperta al pubblico dal 12 settembre 2020 al 10 gennaio 2021 presso la Sala Grande di Palazzo Santa Margherita. 

Per l’occasione l’artista ha ideato un allestimento composto da opere realizzate con linguaggi differenti e tecniche sperimentali, che da sempre connotano la sua cifra stilistica.

Mario Cresci è autore, fin dagli anni Settanta, di opere eclettiche caratterizzate da una libertà di ricerca che attraversa il disegno, la fotografia, il video, l’installazione, ilsite specific. Il suo lavoro si è sempre rivolto a una continua investigazione sulla natura del linguaggio visivoattraverso il mezzo fotograficousato come pretesto opposto al concetto di veridicità del reale. 

In occasione della mostra, l'artista riprende un lavoro fatto nel 2011 per l’Istituto Centrale per la Grafica di Roma, che si focalizzava in parte sui segni incisi da Giovanni Battista Piranesi,Annibale Carracci e Luigi Calamatta, analizzati attraverso opere video e scatti fotografici capaci di disvelarne la matericità nel rapporto con la lastra di rame. In mostra, Cresci espone iRivelati (Roma 2010), tre inclinazioni diverse della lastra che rivelano tre “diverse” immagini modificate dalla luce della “Madonna della Seggiola” di Raffaello, incisa al bulino da Calamatta nel 1863. Integra la serie con macro prelievi estratti dalle fotografie (realizzate ad hoc da Alfredo Corrao all’inizio 2020) delle lastre dei tre incisori. Queste elaborazioni di Cresci manifestano la loro natura di opere d’arte autonome generando, attraverso tracce e segni, altre opere, utilizzando riproduzioni di riproduzioni della realtà, in un continuo circolo interpretativo e creativo. Nel video Tre focus su Piranesi (Roma 2011-Bergamo 2020), l’artista ha invece operato per sottrazione isolando, a partire da una macrofotografia, i solchi del bulino incisi da Piranesi intorno al 1745 sulle lastre di rame dalla serie “Le Carceri”. Cresci trasforma i segni incisi in segni luminosi in movimento che si sommano ridefinendo il disegno originario, operando così un’analisi della percezione visiva attraverso i suoi componenti elementari: le linee.

Al centro dello spazio espositivo, la grande teca retroilluminata contiene l’opera Alterazione del quadrato, dalla serie “Geometria non euclidea” (Venezia, 1964), sequenza di immagini su pellicola auto-positiva, dove la riflessione di Cresci si concentra sullo spostamento del punto di vista, sull’esperienza della percezione e sulla sua ambiguità, e lo fa ricorrendo ancora una volta alla geometria, struttura elementare dell’analisi, punto di partenza di molti dei suoi lavori.

Tra le opere in mostra è significativo anche il dittico Autoritratto, dalla serie “Attraverso la traccia” (Bergamo, 2010) realizzato usando la superficie specchiante del retro di un "grande rame" che, modificata dall'ossidazione del tempo, restituisce un’immagine alterata della figura. Un gesto simbolico quello dell'intervento di Mario Cresci perché in questo caso è la fotografia a "incidere" la lastra di rame: un omaggio a quello sperimentalismo che caratterizzò l'invenzione della fotografia fin dalla sua comparsa nel mondo dell'arte.

  Scheda evento:
Mostra:
12/09-10/01 FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE
Mario Cresci. La luce, la traccia, la forma



Mario Cresci Tre focus su Piranesi #03, Roma 2011 – Bergamo 2020 Still da video, 4’20'' © Mario Cresci, Courtesy Istituto Centrale per la Grafica, Rom


Mario Cresci Autoritratto #01, Bergamo 2010 Dalla serie “Attraverso la traccia” Stampa Giclée Fine Art, 120x90 cm © Mario Cresci


Mario Cresci Autoritratto #02, Bergamo 2010 Dalla serie “Attraverso la traccia” Stampa Giclée Fine Art, 120x90 cm © Mario Cresci


Mario Cresci Dalla serie Rivelati, Roma 2010 Stampa Giclée Fine Art, 39 x 48 cm © Mario Cresci, Courtesy Istituto Centrale per la Grafica, Roma (da L.


Mario Cresci Dalla serie Rivelati, Roma 2010- Bergamo 2020 Stampa Giclée Fine Art, 39 x 48 cm © Mario Cresci, Courtesy Istituto Centrale per la Grafic


Mario Cresci Dalla serie Rivelati, Roma 2010- Bergamo 2020 Stampa Giclée Fine Art, 39 x 48 cm © Mario Cresci, Courtesy Istituto Centrale per la Grafic

Consiglia questa notizia ai tuoi amici
Inserisci un commento alla News

I vostri commenti sono preziosi. Condivideteli se pensate possano essere utili per tutti i lettori. Le vostre opinioni e le vostre osservazioni contribuiranno a rendere questa news pi� precisa e completa.

ULTIME NEWS SU EVENTI
10.07.2020
Al via la settima edizione della Biennale Gherdëina
09.07.2020
Marmomac Re-Start
08.07.2020
Orgatec: cancellata l'edizione 2020
� le altre news

Mario Cresci Tre focus su Piranesi #03, Roma 2011 – Bergamo 2020 Still da video, 4’20'' © Mario Cresci, Courtesy Istituto Centrale per la Grafica, Rom
Mario Cresci Autoritratto #01, Bergamo 2010 Dalla serie “Attraverso la traccia” Stampa Giclée Fine Art, 120x90 cm © Mario Cresci
Mario Cresci Autoritratto #02, Bergamo 2010 Dalla serie “Attraverso la traccia” Stampa Giclée Fine Art, 120x90 cm © Mario Cresci
Mario Cresci Dalla serie Rivelati, Roma 2010 Stampa Giclée Fine Art, 39 x 48 cm © Mario Cresci, Courtesy Istituto Centrale per la Grafica, Roma (da L.
Mario Cresci Dalla serie Rivelati, Roma 2010- Bergamo 2020 Stampa Giclée Fine Art, 39 x 48 cm © Mario Cresci, Courtesy Istituto Centrale per la Grafic
Mario Cresci Dalla serie Rivelati, Roma 2010- Bergamo 2020 Stampa Giclée Fine Art, 39 x 48 cm © Mario Cresci, Courtesy Istituto Centrale per la Grafic
1
2
  Scheda evento:
12/09-10/01 FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE
Mario Cresci. La luce, la traccia, la forma

 NEWS CONCORSI
+10.07.2020
Piazza Almerico da Schio: la piazza si fa bella!
+09.07.2020
Minturno, al via il concorso di idee per riqualificare la sponda destra del Garigliano
+08.07.2020
Go Slow 2020
+07.07.2020
Airbnb lancia un concorso ispirato al Decameron
+06.07.2020
Premi In/Architettura 2020: inizia il countdown
tutte le news concorsi +

Smart 4
Inarch 2020
Smart 4
Condizioni generali | Informativa PrivacyCookie  | Note Legali | Assistenza | Lavora con noi | Pubblicità |  Rss feed
© 2001-2020 Edilportale.com Spa, P.IVA 05611580720 n°iscrizione ROC 21492 - Tutti i diritti riservati